9° Torneo Francesco Borelli – Trofeo Burger King: un sogno lungo due giorni

Firenze, 24 maggio 2015 – Non si è ancora spento l’eco del fischio finale del 9° Torneo Francesco BorelliTrofeo Burger King. Sul campo del Mario Lodigiani il Gruppo Sbandieratori Città di Firenze si sta magnificamente esibendo in attesa delle premiazioni, come magnifico è stato lo spettacolo degli oltre 700 tra bambine e bambini delle 40 squadre che si sono affrontate a viso aperto nella festa con la quale il Firenze Rugby 1931 ricorda Francesco Borelli.

E davvero di una festa si è trattato, con il coinvolgimento di tutta la Società, con i volontari che per tutta la settimana si sono dedicati all’allestimento del Torneo, all’accoglienza ed al sostentamento delle squadre e degli spettatori, ed i giocatori e le giocatrici seniores che in varie forme non hanno fatto mancare il loro sostegno.

Bella e molto apprezzata la serata di sabato 23, iniziata con l’Aperitivo dei Ribolliti e della Molesta XVina e culminato nel concerto della Bandakadabra e nella Cena per Francesco, curata dallo Staff della Osteria Mangiando Mangiando e che ha visto nei giocatori delle squadre seniores i graditi camerieri.

I due giorni di Torneo hanno visto alla fine Sesto Rugby ricevere l’ambito Trofeo Burger King che premia la Società che ha ottenuto i migliori piazzamenti nelle 4 categorie in gioco.

Nella prima giornata, dedicata ai piccoli delle Under 6 e 8, il Gispi Prato ha piazzato due squadre ai primi posti mentre nella seconda hanno trionfato il Rugby Livorno 1931 e la Nuova Rugby Roma, rispettivamente per l’Under 10 e la 12.

Alla fine del primo giorno di Torneo, i giovanissimi rugbisti sono stati premiati dalla vicepresidente della Regione Toscana Stefania Saccardi e dal delegato provinciale del Coni Eugenio Giani, che anche domenica non ha voluto far mancare il suo sostegno al rugby giovanile, insieme all’assessore allo Sport del Comune di Firenze, Andrea Vannucci, a Ciro Borelli, fratello del nostro Franki e Federico Barraco, che, in qualità di dirigente di Aeroporto Firenze, ha consegnato il premio per la primo posto alla Nuova Rugby Roma.

Non meno importanti, in una festa come questa, i premi fair play, attribuiti dal gruppo dei giocatori seniores – arbitri guidato da Andrea Cerchi a chi ha mostrato un comportamento particolarmente sportivo, che sono andati a tutta l’Under 10 del Cecina, per il bel sorriso con il quale hanno affrontato la giornata e a Jacopo Cartanesi, dell’Under 12 della Nuova Rugby Roma.

La vicepresidente della Regione Toscana, Stefania Saccardi, ha dichiarato: “È stato bello, oggi, camminare sull’erba del ‘Lodigiani’. Il rugby è qualcosa di più di uno sport. È una bella metafora della solidarietà e di quella che secondo me è, in fondo, la missione della politica: si va avanti solo se si pensa a chi è dietro, perché è a lui che va passata la palla. Ed è la migliore espressione dei valori di chi è convinto che si vince tutti insieme, oppure non si vince.
Ma camminare sull’erba del ‘Lodigiani’ è stato bello anche per un altro motivo.
Ricordo bene le condizioni disastrose in cui il campo versava dopo i Mondiali di Ciclismo del 2013: calcarlo oggi, mentre chi se ne intende più di me mi spiega che si tratta di uno dei migliori campi da rugby, è stata una grande soddisfazione. Un’altra dimostrazione che i risultati si ottengono con l’impegno di tutti. Grazie!”

Le dichiarazioni del presidente del Firenze Rugby 1931, Giacomo Lucibello: “Questa nona edizione del Torneo Francesco Borelli ha superato ampiamente le aspettative. Tutto è andato secondo programma e anche meglio e questo non può che riempire di soddisfazione la nostra Società e me in particolare. Come per ogni edizione di questa manifestazione non sono mai sufficienti i ringraziamenti per l’impegno dei circa 700 bambini primi protagonisti e la disponibilità delle 14 società coinvolte. Mi preme anche ricordare che tutto questo non sarebbe stato possibile senza l’abnegazione di tutti i nostri volontari che da mesi stanno lavorando sodo per questo risultato e senza il supporto dei nostri sponsor. Bravi tutti e dal Firenze Rugby 1931 la garanzia di iniziare da subito a pensare ad una prossima decima magnifica edizione.

Che altro dire? E’ stata una festa lunga due giorni. Grazie a tutti coloro che l’hanno resa grande e bella!