Aeroporto Firenze Cadetti: domenica la prima di Serie C con il Cus Siena

Al Cavallaccio inizia il campionato per la seconda squadra biancorossa

Autore: Umberto Fedele

Firenze, 1 ottobre 2014 – Inizia domenica prossima al Cavallaccio di San Bartolo contro il Cus Siena ore 15.30 il campionato di Serie C per la Seconda Squadra di Aeroporto Firenze Rugby guidata dal duo Cerchi-Morace.

Pool 1 (Toscana/Umbria) del Girone F per i Cadetti biancorossi che se la dovranno vedere con Lions Amaranto, UR Tirreno, Etruschi Livorno, Florentia Rugby, Città di Castello, Rugby Gubbio, Terni Rugby e appunto il Cus Siena, una delle squadre più ostiche del girone.

È delle ultime ore la notizia del ritiro dell’Elba Rugby che comporterà per le squadre della pool una fase suppletiva da definire per raggiungere l’obbligatorietà delle 14 partite giocate. Da segnalare il derby fiorentino con la Florentia subito alla seconda giornata il prossimo 12 ottobre. La formula del campionato prevede per la prima classificata spareggio-promozione per la Serie B con la vincente della Pool 2 (Sardegna) e retrocessione nel Girone 2 di Serie C per l’ultima classificata della pool.

«Quest’anno è nato fin da subito un buon lavoro d’equipe con il nostro tecnico della Serie A. – commenta Cerchi sulle novità della stagione che sta per iniziare – Io e Morace ci siamo resi disponibili per segnalare e far provare a Marco De Rossi i giocatori della nostra rosa che al bisogno possano essere impiegati in Prima. Riteniamo che questo sia il giusto modo di lavorare insieme per la crescita della Società. Marco ha portato anche tante novità su giocate e metodi e questo ci vede un po’ indietro, stiamo cercando velocemente di allinearci con la Prima Squadra.

Quest’anno abbiamo dei buonissimi giocatori saliti dalla giovanile, e molti che sono rientrati in squadra dopo un periodo di assenza. Siamo arrivati ad una rosa di 60 giocatori una cosa molto importante. Starà a me e Morace cercare di far crescere il più possibile tutti e utilizzarli al meglio, e su questo chiedo la collaborazione di loro tutti. Anche nell’ultima amichevole che abbiamo giocato con il Recco molti erano in tribuna a seguire il loro compagni in campo e poi la Prima Squadra.

A riguardo del nostro campionato c’è da considerare una partenza molto difficile con la prima e la seconda dello scorso campionato. Un passo falso a inizio campionato potrebbe vederci arrancare per tutto il resto della stagione. Stiamo lavorando per affrontare questo problema, e confido in un potenziale di questa squadra molto più alto di quello dell’anno scorso.

Abbiamo tanti ruoli più che coperti, ruoli importanti che fanno la squadra. – chiude Cerchi – Abbiamo il rientro di Petrangeli che è anche un piazzatore, una ruolo che l’anno scorso ci è mancato facendoci perdere alcune partite. Abbiamo tanto margine di crescita e la soddisfazione che De Rossi sta utilizzando in Prima Squadra alcuni giocatori provenienti dalla nostra rosa. Si lavora per questo che è un principio della nostra Società».

Jacopo Gramigni – foto: Umberto Fedele