Aeroporto Firenze: primi passi di avvicinamento al Campionato

Sesto F.no, 14 settembre 1013

Nell’ottica della preparazione ai rispettivi Campionati, di serie A 1 per Aeroporto Firenze, inizio il 6 di ottobre con la trasferta in terra di Abruzzo, a L’Aquila, di A 2 per i cugini dell’Unione Prato Sesto, si è disputato sabato 14 un incontro amichevole volto principalmente a ridare abitudine al gioco giocato, dopo l’intensa preparazione atletica di queste ultime settimane.
Su un campo di Sesto in splendida forma, inerbato in ogni parte, si sono giocati quindi tre tempi di 30′ + 30′ + 20′. 
Da segnalare che Aeroporto Firenze si è presentato con una formazione rimescolata per le numerose assenze. Sono diversi, ancora, i giocatori in fase di recupero da infortuni e acciacchi vari e che sono stati prudentemente tenuti a riposo. 
Inizio contratto per entrambe le squadre, alla ricerca appunto del ritmo giusto. I primi 10 minuti trascorrono proprio sotto questa luce, con squadre impacciate e numerosi errori di handling. Il tempo di ‘rompere il fiato’ e Aeroporto Firenze inizia a sciogliere i suo gioco, alternando percussioni ed allargamento del gioco in modo efficace e realizzando in successione tre mete, anche di bella fattura. Proprio in finale di tempo L’Unione Prato Sesto trova un varco giusto per realizzare una segnatura. 
Complici il caldo di una bella giornata settembrina e quel poco di stanchezza per la poca abitudine al ritmo di gara, la seconda frazione è più equilibrata nel punteggio, con Aeroporto Firenze che vede sfumare molti spunti promettenti per errori vari che vanificano il buon lavoro della squadra e l’Unione Prato Sesto che cerca di costruire maggiormente rispetto alla prima frazione di gara, senza tuttavia trovare molti varchi nella difesa gigliata. E’ da un’iniziativa personale di Wakarua, che sa far valere la sua esperienza in una situazione di uno contro uno, che arriva la segnatura dell’Unione Prato Sesto, seguita quasi subito da una meta corale di Aeroporto Firenze.
Sulla stessa falsariga la terza frazione, complicata ulteriormente dall’aumentata stanchezza e dall’avanzata della sera. 
Si sono registrati purtroppo due infortuni tra le fila dei fiorentini, a De Castro e Ricci che, dopo che i primi accertamenti hanno sciolto la paura di cose più gravi, si sono rivelati essere forti contusioni. Ai due giocatori l’augurio di tornare al più presto in campo. 
Soddisfatto a fine gara il Coach Sordini per il buon livello mostrato dalla squadra, che si è saputa adattare alle assenze, soprattutto a confronto con la stessa situazione dello scorso precampionato. Nell’amichevole disputata proprio contro l’Unione aveva osservato con il collega Segundo come il gioco espresso fosse stato molto più caotico mentre quest’anno, per di più contro una squadra più ‘attezzata’ per affrontare il campionato di A 2, è affiorato decisamente il lavoro svolto durante tutto l’anno, sia a livello di attitudine che di maggior maturità dei giocatori fiorentini.

Foto: Luciano Fortunati Rossi