AEROPORTO FIRENZE SI IMPONE SUI ROMANI DI ARVALIA VILLA PAMPHILI

PRIMO SUCCESSO NELLA FASE NAZIONALE DEL CAMPIONATO UNDER 16

Firenze, 7 maggio 2013

Arriva la prima vittoria di Aeroporto Firenze Rugby in quella Coppa che la Federazione ha intitolato all’indimenticabile Mario Lodigiani e che vale l’accesso alla finale nazionale del campionato di categoria. I biancorossi locali incrociano i verdi romani di Arvalia Villa Pamphili nell’andata di una sfida che si riproporrà tra appena sette giorni allo stadio di Corviale e scendono in campo motivati a dare corpo e sostanza anche alla classifica di questa manifestazione che li ha visti giocare ad alto livello nelle prime due uscite ma senza riuscire a concretizzare in punti tanto volume e qualità di gioco.

Il confronto è aperto e vivace fin dalle prime battute con i biancorossi a tenere alto il ritmo con rapide incursioni dei propri tre quarti e gli ospiti romani a tentare di imporre la stazza fisica degli avanti, in un gioco abrasivo e sempre al limite del regolamento. Pure, i primi punti sul tabellone sono mossi dagli ospiti che sfruttano a dovere un calcio di punizione da posizione favorevole per portarsi sul minimo vantaggio. Risponde Firenze con una bella volata slalom di Francesco Landini che frutta la prima meta di giornata, non trasformata, per un parziale di 5-3. I romani eccedono nel pathos agonistico e vengono inevitabilmente sanzionati dal direttore di gara con due cartellini gialli ineccepibili, per falli di antigioco, a distanza di pochi minuti. Firenze sfrutta il vantaggio della superiorità numerica temporanea, andando ancora una volta in meta con Landini, ma si divora una successiva realizzazione per un “avanti” netto quanto evitabile. Il primo tempo si chiude su un 10-3 che va stretto ai locali per il gran ritmo e la quantità di occasioni costruite. Il confronto tra i reparti evidenzia la superiorità fiorentina in mischia ordinata e touche, a dispetto del divario fisico, più ispirata e rapida in scelte ed esecuzioni la mediana biancorossa, così come maggiormente efficace la linea dei tre quarti locale.

La ripresa del gioco vede Firenze assestare in breve termine altri due colpi in successione che mettono al sicuro il risultato: prima è il pilone Eugenio Bartolini a sostenere al meglio una percussione vincente di Di Donna schiacciando in meta alla bandierina, poi è l’ala Duccio Venturi a sigillare al meglio una bella azione corale di tutto il pacchetto arretrato biancorosso: meta non distante dai pali, Matteoni trasforma per il 22-03. A questo punto, con il bonus delle quattro mete raggiunto, i fiorentini abbassano il ritmo. Inizia a piovere ed è più difficile muovere la palla. Il Villa Pamphili ha il merito di reagire comunque ad una situazione non favorevole – che comprende l’espulsione dal proprio tecnico per le reiterate proteste nei confronti del direttore di gara – e riescono a costruire una manovra in velocità che non trova la convinta opposizione dei biancorossi e che frutta una meta che viene trasformata per il 22-10 parziale. Molto, troppo, nervosismo nel finale, con i fiorentini a tenere basso il ritmo e i romani tesi nel rabbioso tentativo di rimonta: arriva ancora una meta per i verdi, lungamente e pazientemente costruita e anche questa trasformata – nell’ultimo alito di partita – e che riduce il gap sul tabellone e vale un buon punto per la classifica. Soddisfazione per lo staff tecnico fiorentino per una prestazione concreta e convincente. Fra sette giorni la replica a campi invertiti, in questa appassionante sfida quadrangolare arrivata a metà percorso, dove la Capitolina conserva l’imbattibilità superando anche l’ostacolo di Amatori Parma.

AEROPORTO FIRENZE RUGBY – ARVALIA VILLA PAMPHILI RUGBY : 22-17
Aeroporto Firenze
: Magnelli, Venturi, D’Aliesio, Landini, Papini, Matteoni, Rovini, Cosi (cap.), Cervellati, Di Donna, Michelagnoli, Mori, Bartolini, Stellini, Loreto. A disposizione: Panerai, Beka, Lo Castro.
Tecnici: Aldo Difrancescantonio e Niccolò Falleri
Marcature: Landini (2), Bartolini, Venturi. Trasformazioni: Matteoni.

Coppa Granducato

La Coppa Granducato organizzata dal Comitato Regionale Toscano della FIR  rappresenta una naturale estensione del campionato regionale ed Aeroporto Firenze Rugby è inserita in un girone a quattro che comprende il CUS Siena Rugby, l’Unione Rugby Prato Sesto e il Rugby Empoliviareggio; nell’altro girone altre quattro formazioni della costa. Passano alla fase successiva solo le prime due classificate di ogni girone. Il primo turno del calendario ha visto il XV biancorosso guidato da Orsecci in trasferta sul sabbione tufaceo senese del CUS, in un match senza troppa storia, con un buon vantaggio iniziale ottenuto da una percussione vincente di Marco Vanoli – esordiente nel ruolo di terza centro – e la relativa trasformazione tra i pali di Nardoni. Poi il gioco fiorentino ha dimostrato limiti, soprattutto in fase difensiva dove si è concesso oltre il dovuto alle incursioni dei tuttineri locali che hanno meritatamente e ampiamente vinto l’incontro. Prossimo turno per i fiorentini ancora in trasferta sul campo dell’Empoliviareggio, domenica 12 maggio.

CUS SIENA RUGBY – AEROPORTO FIRENZE RUGBY: 29-07
Aeroporto Firenze
: Barlucchi, Barbanti, Musallam, Sacco, Cardoso, Volpe, Nardoni, Vanoli, Bulli, Pavone, Gasparri, Biffoli, Lascialfati, Calamandrei, Soliman. A disposizione: Benelli, Bucciantini, Conti, Gaito, Tranquilli.
Tecnico: Steno Orsecci
Marcature: Vanoli, tr. Nardoni

Effecì – Foto: Paolo Matteoni

Start a Conversation