Aeroporto Firenze U 12: un pieno di… Rugby

Impegno totale per i giovani biancorossi: con una squadra a Seano, con un’altra a Parma

Firenze, 14 aprile 2014

Un’altra domenica piena di Rugby, quella del 13 aprile 2014 per l’Under 12 del Firenze Rugby 1931, con due squadre presenti rispettivamente al Torneo di Parma e al Concentramento di Seano (Po).
Cominciando da quest’ultimi che, agli ordini di Giovanni Casilli, si sono ritrovati nella insolita situazione di giocare due sole partite ufficiali, ma consecutivamente e della durata di ben trenta minuti l’una (due tempi di quindici, in pratica un’ora di gioco filata); oltretutto con l’ulteriore difficoltà di non poter effettuare che pochi cambi a causa del numero ridotto di giocatori partecipanti. La squadra raccoglie poco in termini di risultati ma molto in quelli dell’esperienza maturata in campo, dove dimostra di impegnarsi totalmente nelle due gare con Gispi Prato e Sesto Rugby. 
Da Seano giungono resoconti secondo i quali malgrado la grande stanchezza che invade i giovani biancorossi al termine della seconda, dura partita, coi pari età sestesi, c’è ancora la voglia di confrontarsi in un ulteriore match amichevole assieme al Rosignano dove vengon sparate proprio tutte le ultime cartucce d’energia!
Nel frattempo una bella selezione capeggiata da Marco Magini e accompagnata dai genitori si ritrovava al Padovani alle 5.45 con le altre Under 8 e 10 dove, a bordo di due pullman, partiva alla volta del Torneo organizzato a Parma dagli Amatori. 
Quello di Parma è un gigantesco happening con oltre 1800 atleti che si svolge nella ‘cittadella’ degli Amatori dove, oltre al bello stadio delle Zebre, si sprecano i campi da gioco in erba e in terreno sintetico; ne abbiamo contati per lo meno sei oltre agli spazi per gli allenamenti: una roba da non credere per Società come la nostra costrette a utilizzare intensamente il solito ‘fazzoletto di terra’ di cui dispone. E non solo una dimostrazione della forza di certe realtà, ma anche del grande potenziale espresso dal nostro sport nei luoghi in cui esso sia fornito di adeguate strutture…
Mentre facciamo tali riflessioni ci si ritrova a gareggiare nel primo dei sei gironi dove, oltre ai padroni di casa degli Amatori, c’é il Genova Rugby e le Formiche di Pesaro. Malgrado un’ottima partenza, la forza dei locali e una certa pressione ambientale dicono che il primo posto resterà una chimera; poco male, anche considerando le ottime partite con i marchigiani nettamente battuti, e coi liguri. Particolarmente bella questa gara, finita col poco usuale punteggio di 0-0, nella quale i grandi sforzi dei ragazzi non vengono premiati con la gioia di una meta (in questo i tempi unici  di soli otto minuti non aiutano a trovare la necessaria continuità di rendimento e ad esprimere tutta la forza della nostra compagine). 
Cambiato il campo andiamo a incontrare il Petrarca Padova e la Lazio nei semifinali. Qua emergono certe tipicità della squadra fiorentina, da sempre capace di grandi imprese come di autentiche debacle; mentre coi veneti recentemente incontrati a Prato non c’é quasi partita e ancora una volta la supremazia dei ‘tuttineri’ appare certa, con la Lazio si assiste alla più intensa partita del nostro Torneo: loro sono forti, ma Firenze sa difenderci con grande ordine e contrattaccare. Il risultato di 1-1 resta in bilico fino all’ultimo secondo quando, in una mischia, i laziali schiacciano in una azione da prova televisiva; peccato, la delusione è molto forte e si manifesterà nell’ultima partita con l’Asr Milano per la finale per l’undicesimo posto. I ragazzi hanno mentalmente già abbandonato il Torneo e lasciano totalmente campo alle azioni dei bianconeri lombardi.
Da segnalare che la Lazio con cui Aeroporto Firenze ha giocato alla pari sconfigge il Petrarca Padova e si classifica in una delle migliori posizioni.  Questo a proposito dei famosi alti e bassi di cui sopra, non per dare un senso negativo alle prestazioni che sono comunque frutto di un grande impegno e di una forte passione per il rugby, quanto piuttosto per spiegare che il giorno in cui la squadra prenderà coscienza del proprio valore sarà certamente destinata a una bella continuità di rendimento..
Concludendo, un grande saluto al ‘veterano’ della squadra Guido Brogi, che da Parma è tornato con un polso fratturato: auguri di pronta guarigione mitico Guidone, rimettiti presto e torna più forte che mai!

Aeroporto Firenze Rugby U12 Concentramento Seano: BOVO, DELLA LUNGA, DONATI, FERRARI, IERVESE, INNOCENTI, LO GAGLIO F, LO GAGLIO P., MARTELLI, MATTEUCCI, MECONI, MELUCCI, MOROZZI, NIDIACI, ZAMBELLI.
Educatore Giovanni Casilli.

Aeroporto Firenze Rugby U12 Torneo Amatori Parma: BECATTINI, BROGI G, CHERICI, CONTI, DIANI R., FAINI, FERRAZZA, FICOZZI, FRANGINI, GIANNARDI, GREMIGNI, HILL, LIANI, NANNINI, PEDANI, PICCOLI, TUCI.
Educatore Marco Magini.
Risultati Torneo:
Aeroporto Firenze – Amatori Parma: 1-4
Aeroporto Firenze – Formiche Pesaro: 5-0
Aeroporto Firenze – Genova Rugby: 0-0
Aeroporto Firenze – Petrarca Padova: 0-4
Aeroporto Firenze – Lazio: 1-2
Aeroporto Firenze – Asr Milano: 0-8

Nicola Cherici – foto: Bess Melendez – Grazie a Abigail Maiandi e Cristina Nardi