Caldi nel gelo

In un weekend di freddo polare, le compagini biancorosse mettono in campo tutta la passione

Firenze, 19 gennaio 2017 – U6. I campioncini di Toscana Aeroporti Firenze Rugby 1931 continuano a crescere! Stavolta si sono affrontati in gare senza sosta con Gispi Prato, Florentia e Sesto. L’affiatamento dei piccoli atleti si è mostrato sempre più solido, nonostante la lunga sosta natalizia. La forza dei Gispi Prato non ha scoraggiato i piccoli rugbisti biancorossi che hanno affrontato tutte le sfide, difendendo e attaccando, con ordine e coesione, anche il gelido freddo che ha caratterizzato la giornata sportiva.

U8. Iolo. La palla appesantita dal fango pesa come un macigno mentre i piedi dei piccoli under 8 del Firenze 1931 rimangono impantanati nel terreno di gioco. La corsa è difficoltosa e gli atleti non riescono a muoversi, ma sono in campo, lottano, ci provano. Il vento sferza i loro visi e quelli del pubblico accorso a sostenerli. Giusto il tempo di giocare due partite e bere un tè caldo, poi i piccoli del Firenze 1931, del Rugby Iolo 1982, dell’Arezzo Rugby e della Polisportiva Sieci vengono fatti rientrare, le partite sono interrotte. Non parliamo quindi di risultati o progressi tattici, ma dell’essenza del rugby, fatica, abnegazione e… Soddisfazione, e di come questi piccoli atleti, nonostante la giovane età, sembrano aver capito tutto questo.

Bravi bambini. Bravi allenatori, Meoli e Stellini, e bravi genitori per esserci sempre. E bravo il rugby, lezione di vita, anche quando la palla sembra troppo pesante per essere sollevata.

U10. Concentramento tra le mura di casa per l’Under 10: in campo due squadre del Firenze Rugby 1931, due del Sesto Rugby e due del Gispi Prato. E’ la prima partita della seconda fase da calendario del Comitato Regionale Toscano, dopo la lunga pausa natalizia: un vero e proprio ” Blue Sunday”, una vera giornata invernale che vede comunque un gruppo di genitori pronti a organizzare al meglio la giornata, dall’accoglienza al terzo tempo. Ogni squadra gioca un totale di cinque partite senza lunghe attese. In generale le squadre biancorosse vincono e perdono, ma questo al momento è irrilevante. L’importante è acquisire esperienza e mettere in pratica gli insegnamenti di educatori – allenatori come Mauro Mattei e Ilic Panicucci. Possiamo comunque dire che giocare con il Gispi Prato e Sesto Rugby è sempre una bella battaglia!

L’attività prevista per l’Under 12 è stata rinviata.

U 14/1. C’erano tutte le premesse per un calo di concentrazione e di voglia da parte dei ragazzi della U14/1. Il rientro dalla pausa festiva, una partita prevista in casa ma giocata in trasferta per ragioni organizzative, il freddo polare, ecc. non lasciavano presumere niente di buono. Ma forse l’orgoglio e la soddisfazione di indossare per la prima volta la nuova maglia, forse la voglia di ritrovarsi finalmente di nuovo sul campo di gioco oppure il desiderio di riscattare la prova opaca dell’andata hanno permesso di scrivere una storia diversa.

Sul campo di Arezzo, in parte ghiacciato e quindi ristretto di 5 metri per evitare la parte impraticabile, si è vista una squadra attenta e molto ben organizzata. Il primo tempo è stato combattuto ma sempre giocato nella metà campo avversaria. La continua pressione dei biancorossi ha costretto il Vasari ad alcuni errori da cui è nata la prima meta per intercetto da parte di Bianchini. Nel secondo tempo il Firenze U14/1 ha dilagato non lasciando spazio agli avversari e arrivando a fissare il punteggio finale sul 45-5. La strategia del lavoro costante e dei piccoli passi predicata dagli allenatori Angelo e Alberto sta dando i suoi frutti, un passo in avanti anche ad Arezzo senza la paura di scivolare sul campo ghiacciato.

U14/2. Partita equilibrata quella giocata in casa del Rugby Golfo di Scarlino dalla ‘seconda’ squadra Under 14 sabato 14 gennaio. Ai fiorentini è mancata la capacità di finalizzare più di una occasione a ridosso dell’area di meta avversaria, Golfo di Scarlino bravo a creare contropiedi efficaci e veloci. Una partita che si è giocata molto su errori dell’una e dell’altra squadra e  che ha visto il Firenze Rugby 1931 in vantaggio nel primo tempo per 12 – 5 . Ad una manciata di minuti dalla fine dell’incontro un contropiede micidiale dello Scarlino, partito dalla propria area di meta, pareva aver compromesso la partita. Si è invece assistito ad una bella reazione dei fiorentini, non nuovi a questo tipo di impresa, che nell’ultima azione, sfruttando una percussione, conquistano la meta sul fischio finale, fissando il risultato finale in parità sul 24 – 24 . Bicchiere mezzo pieno dunque per una partita piacevole e intensa.

Silvia Valenziani – Tommaso Martinoli – Roberta Falcini – Vittorio Iervese – Luca Beccastrini – Ph. T. Martinoli