Festa dei 336 Record Breakers e del nuovo Padovani: un evento biancorosso con tante presenze importanti 

Il vicesindaco Saccardi: “A febbraio restituiremo il Campo Lodigiani al rugby”

Nell’immagine: Il saluto della vicesindaca Stefania Saccardi accolta dal presidente di Aeroporto Firenze Rugby Giacomo Lucibello e Lucia Petraroli che ha presentato l’evento

Firenze, 13 novembre 2013

Si è svolta secondo i migliori auspici la Festa dei 336 Record Breakers e del nuovo Padovani che si è svolta sabato al Padovani. Tanta partecipazione da parte della comunità biancorossa, sebbene nel pieno degli impegni sportivi, e tante le presenze istituzionali che hanno voluto essere presenti per festeggiare i partecipanti al riuscito record mondiale – ufficializzato dal Guinness World Record – per il più alto numero di rugbisti impegnati in una partita di touch rugby. L’occasione è stata colta anche per sancire il seppur parziale ritorno alle attività rugbistiche nell’impianto Padovani oggetto di importanti interventi di ristrutturazione da parte dell’amministrazione comunale promossi in occasione dell’organizzazione dei Mondiali di Ciclismo svoltisi a Firenze lo scorso settembre.

A presentare l’evento la brava Lucia Petraroli che accompagnata dal giornalista e consigliere comunale Mario Tenerani ha chiamato in apertura ai saluti di benvenuto il presidente di Aeroporto Firenze Rugby Giacomo Lucibello che ha voluto ringraziare i presenti e coloro che con il supporto di arbitri e organizzatori hanno compiuto l’impresa del record dello scorso 8 giugno. Il saluto e i ringraziamenti del Presidente sono andati alle autorità presenti in rappresentanza delle amministrazioni locali, agli sponsor. In particolare sono stati ricordati il title sponsor Aeroporto di Firenze – presente il direttore della comunicazione Federico Barraco – , Burger King, Lito Terrazzi insieme alle realtà partner dei biancorossi in varie iniziative come “Noi per Voi” e il “Museo della Fiorentina“.

La parola è passata poi alla vicesindaca del Comune di Firenze Stefania Saccardi che ha voluto garantire l’impegno dell’Amministrazione Comunale per il reperimento delle risorse e la conclusione a breve dei lavori riguardanti l’impianto Padovani e quello per portare a termine il protocollo d’intesa con il Demanio sulla sua proprietà. A seguire l’assessora alla cultura, turismo e commercio della Regione Toscana Cristina Scaletti ha espresso da sportiva il suo apprezzamento per una realtà come quella biancorossa che svolge l’importante funzione di coltivare nei giovani attraverso il rugby quei valori positivi che saranno poi utili nella loro vita. Infine l’Assessore ha rimarcato l’importanza degli eventi sportivi come quelli legati al rugby nello sviluppo delle attività turistiche di una regione come la Toscana ed in particolare della città di Firenze come nel caso dei test match della Nazionale.

Successivamente Andrea Galluzzo presidente della fondazione “Foundation for Sports History Museums” – conosciuta anche come “Museo della Fiorentina” – ha richiamato l’attenzione sulle finalità che riguardano la fondazione da lui presieduta. Tra queste non solo quella della documentazione storica della Fiorentina ma anche delle altre società sportive storiche la città. Galluzzo ha così ufficializzato l’ingresso nella famiglia degli sport seguiti dalla fondazione del Firenze Rugby 1931 dove trova posto insieme ad Assi Giglio Rosso, Fiorentina Baseball, Canottieri Firenze, Circolo Tennis Firenze e la Rari Nantes Florentia. Una vera polisportiva culturale che offra una lettura storica della città attraverso i suoi maggiori soggetti sportivi.

Ha preso poi la parola il presidente dell’associazione “Noi per Voi” Pasquale Tulimiero che ha presentato l’attività di sostegno svolta dall’associazione in favore delle famiglie dei bambini colpiti da leucemia e ricoverati presso l’Ospedale Pediatrico Meyer. Il Presidente ha anche sottolineato l’affinità tra la Noi per Voi e il Firenze Rugby 1931. Due realtà che condividono le stesse caratteristiche, la passione e la solidarietà. Un connubio che si è voluto rimarcare attraverso la produzione di una t-shirt, messa poi in vendita per beneficenza, dove sono riprodotte le due mascotte della Noi per Voi “Teo e Tea” impegnate nel gioco del rugby.

Ha aperto la consegna dei certificati del Guinness World Record il consigliere regionale del Comitato Regionale Toscano FIR Marco Bartolini – primo tra i World Record Breakers insigniti – che a nome del presidente Riccardo Bonaccorsi ha voluto ringraziare il Firenze Rugby 1931 per la meravigliosa iniziativa, per com’è stata organizzata e per la bella festa che la porta a conclusione. Infine Bartolini ha voluto anche esprimere un ringraziamento personale per come l’ambiente biancorosso ha accolto lui e la sua famiglia da quando è iniziata la loro militanza rugbistica gigliata. Un’attestato di stima e un ringraziamento verso il movimento rugbistico fiorentino condiviso anche da Erriquez, leader e voce della Bandabardò, colui che dette il calcio d’inizio al GWR lo scorso 8 giugno, e che da babbo di rugbista e praticante rugby old ha potuto conoscere ed apprezzare questo ambiente.

Dopo il il ringraziamento del presidente Lucibello agli organizzatori della manifestazione ed in particolare Niccolò Falleri, Giancarlo Volpe e Mattia Chiostrini che ha espresso la sua soddisfazione per il felice esito della manifestazione, si è proceduto con la consegna ai partecipanti della copia nominativa del certificato originale inviato dalla sede londinese del Guinness World Record. Ha preceduto i saluti finali, l’invito e l’impegno di Mario Tenerani a tenere in maggior considerazione nell’ambito fiorentino un’attività  importante come quella del Firenze Rugby 1931, e non solo in occasioni speciali come questa, ma in tutti i 365 giorni che fanno l’anno sportivo.

Dichiarazioni della vicesindaca Stefania Saccardi a riguardo degli interventi da ultimare sull’impianto Padovani ed in particolare sul campo Lodigiani non ancora agibile: “Voglio confermare che noi siamo impegnati per rimettere a posto il campo da gioco. Abbiamo già le risorse accantonate per fare un intervento che possa restituirlo integro e per poterlo utilizzare già da febbraio. Quest’estate poi faremo gli interventi più importanti. Molto è già stato fatto, anche di più di quello che era stato preventivato, anche grazie alle risorse destinate ai Mondiali di Ciclismo. Comunque questo campo per l’amministrazione comunale è sicuramente una priorità e se riusciremo a trovare ulteriori risorse ho già detto al presidente Lucibello che saranno destinate a questo impianto perché lo merita. È un impianto che è stato per troppo tempo trascurato dall’Amministrazione e che invece risponde ad un bellissimo ruolo di socializzazione e di momenti di sport per tanti ragazzi. Il rugby è un bello sport, è uno sport fondato su valori veri e quindi credo che valga la pena per l’amministrazione comunale di seguirlo e di aiutarlo nel modo migliore possibile.”

Dichiarazioni dell’assessora alla cultura, turismo e commercio della Regione Toscana Cristina Scaletti a margine dell’evento: “Veramente un grande piacere per me essere qui oggi in una realtà splendida. Una realtà sportiva ma non solo, una realtà di vita. Per me è un onore essere qui perché ho fatto sport per tantissimi anni, lo ritengo un modo per costruire la propria vita nella maniera giusta per affrontare poi tutte le sfide che ne conseguono. Questa è veramente una realtà meravigliosa che sta crescendo con un contesto veramente di grandissimo spessore di grandissima qualità.”

CONTRIBUTI VIDEO:
Dichiarazioni del vicesindaco Stefania Saccardi e dell’assessore alla cultura, turismo e commercio della Regione Toscana Cristina Scaletti

Jacopo Gramigni – Foto: Marco Metti