Finalmente è Lodigiani! Con il Colorno torna il fattore campo

I biancorossi con il sostegno dei loro tifosi pronti a non mancare l’appuntamento.
Parla Cagna, coach della mischia. Broglia domani in Azzurro.

Si rientra a casa. Con il Colorno domenica prossima – ore 14:30 arbitro Colantonio di Roma – i biancorossi per la prima volta in questa stagione giocheranno allo Stadio Lodigiani (ex Padovani). Non poteva esserci occasione migliore per poter sfruttare al meglio il fattore campo che da sempre ha contraddistinto la squadra fiorentina. Aeroporto Firenze riparte da questa partita per ricostruire una classifica che langue. Lasciati alle spalle i primi due incontri sulla carta difficilmente abbordabili per I ragazzi di Sordini e Cagna da questa partita si riaprano diverse opportunità per recuperare posizioni. All’andata è stata una vittoria che gli emiliani hanno difeso strenuamente fino all’80esimo da un Firenze in rimonta e solo lo scadere del tempo ha separato da quello che poteva essere almeno un pareggio strameritato. Domenica si dovrà ripartire da dove si era lasciato, e confidando nel supporto dei tifosi biancorossi del Lodigiani si potrà buttare la prima pietra per risalire la china di questa stagione.

Per le indisponibilità c’è anche da segnalare quella comunque “di soddisfazione” per Broglia che sabato alle 14.30 proprio allo Stadio Maini di Colorno (Parma) rientra tra i 15 titolari che Massimo Brunello, responsabile tecnico della Nazionale Italiana U18, ha convocato per affrontare i pari età dell’Irlanda nel primo test match della stagione agonistica. A quella di Broglia si sommano le assenze per squalifica di Ippolito e Bastiani, e di Bianchini, Gambineri, Falleri, De Castro e Chiostrini -operato in settimana – ancora nelle mani del team fisioterapico biancorosso Privitera-Rontini-Petrangeli.

Domenica al Marco Polo di San Bartolo sempre alle 14.30 nel Campionato di Serie C i Cadetti biancorossi di Cerchi, Morace e Lo Valvo sono attesi nel derby fiorentino contro la capolista Florentia Rugby. Ancora ferma la Coppa Italia Femminile.

Mattia Cagna, tecnico della mischia ed ex pilone gigliato:

Il tuo lavoro sulla mischia sta cominciando a dare degli ottimi risultati,come si è visto nelle ultime due partite contro L’Aquila e l’Accademia – Teniamo presente che il pack dell’Accademia è composto da ragazzi molto giovani, magari ancora non preparatissimi nella mischia. Con L’Aquila sicuramente è stato un ottimo test, li siamo riusciti ad andare abbastanza bene per almeno 55 minuti in mischia chiusa, poi abbiamo cominciato a soffrire la mancanza di due uomini in formazione per i cartellini, e questo ci ha un po’ stroncato. Sicuramente 55 minuti sono andati molto molto bene sulla mischia chiusa. I ragazzi stanno lavorando e recepiscono bene quello che io penso della mischia perché alla fine secondo me la mischia è una corrente di pensiero soprattutto la mischia chiusa. Secondo me stiamo lavorando molto bene e come dicevo a ragazzi ad inizio stagione ci vuole del tempo. Abbiamo fatto il girone d’andata che andavamo solo indietro, adesso incominciamo a stare un attimino fermi, l’anno prossimo cominceremo ad andare avanti.

Cosa ti aspetti dalla squadra del Colorno che andremo ad affrontare domenica prossima? – Sicuramente è una squadra molto preparata a livello fisico, a livello tecnico e livello tattico. Penso che sarà un’altra partita come quella contro L’Aquila.Sarà molto dura. Ma io sono anche convinto che se noi riusciamo ad entrare in campo con la testa come abbiamo dimostrato di avere, giocando come abbiamo dimostrato di essere capaci di giocare e considerando il fatto che giochiamo anche in casa, si possa veramente avere qualche possibilità.

Il fattore campo riuscirà in qualche maniera a tamponare anche le varie essenze che purtroppo dobbiamo sostenere? – Secondo me si. Anche perché comunque non considerando soltanto le nostre maggiori motivazioni, teniamo conto che i nostri avversari sono abituati ad allenarsi e giocare sul sintetico e quando domenica arriveranno al Lodigiani troveranno questo campo. Non sarà facile per loro (sorride – ndr). Quindi già la condizione del campo giocherà a nostro favore e poi siamo al Lodigiani.”

Jacopo Gramigni