Gran Sasso vs Aeroporto Firenze: De Rossi fa il punto

«Con la Capitolina siamo ancora lì, però dobbiamo fare i conti sulle nostre partite, e domenica prossima contro il Prato Sesto in casa c’è un’altra partita importantissima»

Firenze, 4 dicembre 2014 – A seguire riportiamo le dichiarazioni di Marco De Rossi, coach di Aeroporto Firenze Rugby, relative alla sfida, persa dai biancorossi per 24 a 13 nella trasferta de L’Aquilia contro la capolista Gran Sasso. Una partita che, ricordiamo, è stata segnata dall’infortunio al centro Alessandro Meyer.

«Diciamo che dopo l’incidente a Meyer la partita è cambiata. – esordisce De Rossi – Poi siamo ripartiti, abbiamo giocato bene in attacco, e abbiamo segnato noi. Purtroppo per un errore banale abbiamo preso una meta, ma sono cose che ci stanno.

Sul finire del primo tempo, su un’azione d’attacco, abbiamo preso un rosso con Santi. Anche questo è un episodio che ha condizionato la partita con una mischia forte come la loro. Positivo comunque lo spirito dei ragazzi, che anche in 14 si sono battuti.

I ragazzi si sono impegnati fino all’ultimo, hanno combattuto, hanno placcato. Quindi sono contento per quello che si è visto in campo, anche se poi alla fine ci siamo ritrovati un po’ più stanchi di loro. Abbiamo subito 2 mete che ci hanno tolto il punto di bonus al quale eravamo aggrappati fino a 5 minuti dalla fine. Dispiace solo di aver giocato in 14 e non essere stati al pari con i nostri avversari.

A livello classifica gli altri risultati ci sono stati favorevoli. Con la Capitolina siamo ancora lì però dobbiamo fare i conti sulle nostre partite, e domenica prossima contro il Prato Sesto in casa c’è un’altra partita importantissima».

Jacopo Gramigni