I Cadetti rientrano vittoriosi dalla trasferta all’Elba

Cerchi: “Un risultato importante, ma potevamo fare meglio”

Firenze, 30 ottobre 2013

La squadra cadetta torna vittoriosa dalla trasferta dell’Elba. I ragazzi di Cerchi e Morace si sono guadagnati domenica la loro prima vittoria della stagione in un incontro ricco di agonismo su un campo che non è mai facile da espugnare. Gli elbani hanno infatti dato manforte alla compagine biancorossa che non è stata capace di ben sfruttare il predominio tecnico finalizzando in punti tutto il lavoro svolto. I gigliati si sono fatti imbrigliare dal gioco falloso degli avversari che sono riusciti a non dare continuità alle azioni fiorentine fino a portarli agli eccessi di nervosismo che sono costati la doppia inferiorità numerica biancorossa per gli ultimi 15 minuti di gara. Una vittoria comunque importante, che da morale alla squadra e pone le migliori condizioni per preparare il prossimo turno di campionato del 10 novembre quando si andrà ad incontrare in casa la capolista Cus Siena.

Cerchi a fine gara commenta: “Partita non bella, anche perché c’era tanta differenza tra noi e loro. Al quarto minuto abbiamo marcato subito, netta superiorità nostra però non si riusciva mai a giocare, fra i tanti avanti che abbiamo fatto o i calci contro perché ci si tuffava sui punti d’incontro. Abbiamo avuto vari problemi, però la partita non è mai stata in discussione. I nostri avversari erano molto motivati, tanta voglia, ma facevano anche tanti falli, era la loro scelta tattica contro un avversario come noi, più tecnico. Addirittura loro hanno preso due gialli quindi dal 20 minuto noi siamo stati in superiorità numerica, ma non siamo stati capaci di finalizzare. Dopo la meta del 12 a 0, a un quarto d’ora dalla fine, abbiamo subito noi due gialli contemporaneamente, e lì, in 13 contro 15 è venuto fuori il carattere della squadra. Abbiamo giocato nella stessa maniera di quando eravamo in 15, aggredendoli sempre.”

“Comunque abbiamo fatto un’ottima partita in difesa, – conclude Cerchi – non gli abbiamo mai lasciato gli spazi. In attacco magari siamo stati un po’ deficitari. Però avevamo bisogno della vittoria, per il morale, per poter rimanere attaccati alle prime. Basta che le altre perdano e si può rientrare in corsa. Ci serviva questa vittoria e ce la siamo presa. Grande soddisfazione da parte mia e i ragazzi hanno festeggiato questa prima vittoria della stagione. Una nota di merito va a Cecconi che si è guadagnato il mio personale titolo di man of the match.”

Portoferraio, Campo “San Giovanni” – domenica 27 ottobre 2013 – ore 14.30 – Serie c, IV giornata

ELBA RUGBY v AEROPORTO FIRENZE Cadetti 0-12 (0-5)

Marcatori: p.t. 4′ mt Imprescia (0-5); s.t. 22′ mt tecnica Aeroporto Firenze tr Novelli (0-12).

Aeroporto Firenze Rugby: Novelli, Brilli (25’s.t. Magro), Cecchi (1’s.t. Portaccio), Saletti, Peri, Favilli, Orazi (10’s.t. Matucci), Vignoli, Ciardini, Imprescia (10’s.t. Ben Taleb), Cecconi, Cappellini (1’s.t. Ghelardi), Manigrasso (25’s.t. Sabbatini), Iandelli (10’s.t. De Marco), Goretti. All. Cerchi-Morace

Elba Rugby: Pieretti, Cottone, Colazzo, Morosi, Piras, Ferrini, Allegretti, Ascione F., Candida, Fabbri, Ascione A., Vozza, Amoroso, Congedo, Tracollo. A disp.: Contu, Venturucci, Galletti, Ciacchetto, Scutaro, Ricci, Di Brizzi. . All. Scutaro

Cartellini: Cg 27′ pt Morosi (Elba), Cg 37′ pt Giacchetto (Elba), Cg 28′ st Goretti (Aeroporto Firenze), Cg 47′ st De Marco (Aeroporto Firenze).

Serie C – Girone 1 – IV giornata – 27.10.13 – ore 14.30

Florentia Rugby Lions Amaranto Livorno 28 – 19
Elba Rugby U.S. Firenze 1931 0 – 12
CUS Siena Rugby Amatori Prato 22 – 10
Rugby Lucca Valdisieve Rugby 46 – 5
Riposa: Sesto

Classifica:
CUS Siena Rugby 20, Florentia Rugby 18, Amatori Prato 9, Lions Amaranto Livorno 5, Aeroporto Firenze 5, Elba Rugby 5, Rugby Lucca 3, Sesto Rugby 0, Valdisieve Rugby -8

Prossimo turno domenica 10 novembre 2013
Valdisieve Rugby-Sesto Rugby, Amatori Prato-Rugby Lucca, Aeroporto Firenze-CUS Siena Rugby, Lions Amaranto Livorno-Elba Rugby.
Turno di riposo: Florentia Rugby.

Jacopo Gramigni