Il Pro Recco passa al Lodigiani: 17 a 45

L’impegno dei gigliati non basta per arginare il solidissimo pack ligure 

Firenze, 6 aprile 2014

Malgrado il 17 a 45 finale, tanto carattere e voglia di far bene per i gigliati nella 19a e quartultima giornata di Serie A1. Contro un Pro Recco obiettivamente molto solido, soprattutto in mischia, il XV di Sordini e Cagna ha avuto il merito di non cedere nel morale continuando a spingere in un crescendo che li ha visti tenere il passo con i liguri dopo aver passato i primi micidiali 30’. C’è voluto infatti quasi un tempo, nel quale si è sommato un passivo di 19 punti, prima di aver metabolizzato le difficoltà in mischia chiusa ed essere riusciti mettere a frutto, con la prima meta di Bastiani, i numerosi tentativi di attacco mancati in precedenza anche per banali errori di passaggio. A seguire, alti e bassi con continui cambi di fronte, ma quella che può essere considerato positivo nel bilancio del match sono le tante iniziative individuali (vedi Ghini, Bastiani, Semoli, MenéChiostrini e lo stesso giovanissimo Dragoni) non fini a se stesse ma messe a disposizione della continuità del gioco con risultati sempre migliori verso il finale di gara. 

Scambio di calci iniziale con predomino territoriale del Recco che si porta a ridosso della meta biancorossa e su ostruzionismo nell’avanzamento al 5’ si aggiudica la meta di punizione che Agniel trasforma (0-7). Al 13′ il Recco raddoppia con Gonzalez che finalizza una giocata al largo dei liguri sugli sviluppi di una mischia ordinata sui 22 fiorentini. Dopo che l’estremo Beretta è costretto a lasciare il campo (al suo posto entra Semoli) per le conseguenze di un duro placcaggio di Becerra i fiorentini si fanno sentire in attacco. Bella iniziativa in contrattacco di Bastiani interrotta per un “in avanti” dei gigliati. Entra Chiostrini a dar man forte in un pack biancorosso che soffre la spinta avversaria. Dopo pochi minuti Recco di nuovo in meta su un’iniziativa del mediano di mischia D’Agostini che ripartendo da una mischia sul lato chiuso in solitario dribbla la difesa gigliata e va in bandierina. Si arriva così alla prima meta gigliata di marca dell’ala Bastiani che al 33’ conquista una punizione nei 22 avversari subendo un’ostruzione su “up and under” e poi sugli sviluppi successivi va in meta battendo veloce un calcio di punizione sui 5 metri avversari. Meta trasormata da Mené per il 7 a 19. Dopo l’ingresso in campo di due giovanissimi per il Firenze, SaviaBottacci, rimane il tempo per la seconda meta tecnica per i recchesi su avanzamento in mischia ordinata che costa anche il giallo a Chiostrini. 7 a 26 dopo la trasformazione di Agniel.

Riprende l’incontro con i ragazzi di Sordini e Cagna in inferiorità numerica e di nuovo in avanti gli ospiti che dopo un primo tentativo di poco mancato trovano la via della meta di nuovo con Gonzalez al 5’ che realizza dopo che il Recco è riuscito a a sbostare bene la palla per linee orizzontali (7-31). Dopo un bel breack di Ghini che trova un buon cambio d’angolo nella difesa ospite è il Recco che mette in difficoltå i fiorentini su un bel calcio-passaggio sull’ala aperta di Agniel che tira la volata dei suoi trequarti costringono l’estremo biancorosso Petrangeli ad un intervento falloso che gli costa il giallo e la parità numerica per i suoi da pochi minuti riottenuta. Ma i fiorentini non demordono, e tanta voglia di concludere li espone ad un contrattacco che dopo aver perso il pallone per un errore di passaggio vede segnare Becerra tra i pali. 38 a 7 al 19’ dopo la facile trasformazione di Agniel. Sempre in avanti i fiorentini con Petrangeli passato a mediano di mischia. Si vuole sfruttare il momento positivo e la superiorità numerica per il giallo per falli tecnici ripetuti all’allenatore-giocatore Villagra entrato da pochi minuti per sostituire l’ottimo mediano di apertura Agniel infortunato. Matura così la meta dell’ala Semoli, che conclude un maul avanzante originata da una touche sui 22 avversari. I gigliati ci credono e si spingono di nuovo in attacco a testa bassa, mostrando il fianco al contrattacco che il duo Becerra-Giorgi finalizza in meta sugli sviluppi di un fortunoso recupero del pallone. Non ci si da per vinti e ci si spinge ancora caparbiamente in attacco. Al termine di una bella azione multifase è Bastiani a trovare il corridoio esterno e a scaricare su l’accorrente Semoli che controlla l’ovale e schiaccia in meta per la seconda volta. Aeroporto Firenze ci crede e continua ad attaccare alla ricerca del possibile punto di bonus offensivo, ma gli ultimi minuti passano e fissano il punteggio sul 17 a 45 senza alcun progresso per la classifica gigliata. 

Il commento del coach Sordini: “Un passivo alto ma dobbiamo solamente analizzare la parte positiva della partita perché è troppo facile prendere in considerazione solo tutto ciò che si sbaglia. L’aspetto positivo è che riusciamo a segnare 3 mete, superando un primo quarto della partita durissimo, con un grande vantaggio dei nostri avversari nelle fasi di rilancio del gioco come la mischia, durante il quale non riusciamo a presentare una buona organizzazione di gioco. Poi qualche sostituzione e un po’ di turn-over ci permette di organizzarci meglio e realizzare quelle mete che ci danno anche tanto morale. Dobbiamo ripartire da quello che abbiamo costruito di buono. Dai giovani di 18 anni che sono entrati in campo e che si sono comportati molto bene, ad alcuni movimenti collettivi molto positivi dove abbiamo presentato anche una sesta e una settima fase. Poi ci cadono i palloni e loro ci puniscono, però riusciamo a creare gioco, sono abbastanza contento. A livello di attitudine I nostri ragazzi sono stati encomiabili. Altra nota positiva è la reazione. Dopo un primo tempo durante il quale abbiamo subito 3 mete, comunque siamo riusciti a reagire. Infine sono anche molto soddisfatto dell’aspetto fisico atletico, siamo riusciti ad arrivare a fine partita continuando a costruire gioco e riuscendo a segnare. Purtroppo i play out sono per noi una realtà e il nostro obiettivo è di arrivarci con una squadra pronta atleticamente e fisicamente. Per questo appuntamento contiamo anche di recuperare i nostri tanti infortunati. Diciamo che aver segnato 3 mete contro una squadra del genere mi fa ben sperare per un finale di stagione in crescendo.”

“Personalmente posso valutare la mia prestazione di oggi più incisiva rispetto ad altre volte. – esordisce nel suo commento il centro Ghini – Purtroppo i nostri avversari ci hanno messo sotto in mischia ed è venuta fuori la partita che è stata, e sul risultato c’è poco da dire. Come atteggiamento, volontà e attitudine mi sembra siamo andati molto bene ed è una cosa che si sta vedendo dalle ultime 2/3 partite e che lascia ben sperare per quelli che saranno inevitabilmente i nostri play out. Inevitabili anche perché nel frattempo quelle che sono le nostre dirette concorrenti alla retrocessione vincono le partite che non ci si aspettava potessero vincere. Speriamo di qui alla fine del campionato di portare a casa qualche partita per riabituarsi a vincere. Può sembrare anche un discorso un po’ banale ma quando in 20 partite hai vinto solo due volte questo aspetto può voler dire tanto. Spero e credo che nei prossimi incontri troveremo l’occasione per portare a casa qualche punto, che lascia il tempo che trova per la classifica, ma che potrebbe essere utile per presentarsi a questi play out con lo spirito che servirà.”

Firenze, Stadio Lodigiani – domenica 6 aprile 2014
Serie A, XIX giornata

AEROPORTO FIRENZE RUGBY v PRO RECCO 17-45 (7-26)

Marcatori: p.t. 5’ mt tecnica Recco tr Agniel (0-7); 13’ mt Gonzalez tr Agniel (0-14); 28’ mt D’Agostini nt (0-19); 33’ mt Bastiani tr Menè (7-19); 46’ mt tecnica tr Agniel (7-26); s.t. 5′ mt Gonzalez nt (7-31); 19’ mt Becerra tr Agniel (7-38); 29’ mt Semoli nt (12-38); 34’ mt Giorgi tr Becerra (12-45); 42’ mt Semoli nt (17-45).

Aeroporto Firenze Rugby: Beretta (17′ p.t. Semoli), Dragoni (7′ s.t. Petrangeli),Ghini, Meyer, Bastiani, Falleri, Mené (25′ s.t. Fantoni), Santi (39′ p.t. Bottacci), Bianchini, Fortunati Rossi, Ippolito (1′ s.t. Parri), Ciampa (39′ p.t. Savia), Bianco, Fanelli, Piccioli (26′ p.t. Chiostrini). A disp.: Gambineri. All. Sordini-Cagna

Pro Recco: Gonzalez, Torchia (12′ s.t. Neri), Becerra, Bisso, Cinquemani (12′ s.t. Correoso), Agniel (24′ s.t. Villagra), D’Agostini, Salsi, Giorgi, Orlandi, Rapone, Narcisi (21′ s.t. Ciotoli), Galli (2′ s.t. Sciacchitano), Noto (21′ s.t. Bedocchi), Cafaro. A disp.: Magri, Vallarino. All. Villagra.

Arbitro: Bertelli (Ferrara)
G.di L.: Pulpo, D’Amico
Calciatori: Mené (Aeroporto Firenze) 1/1; Falleri (Aeroporto Firenze) 0/2; Agniel (Pro recco) 4/6; Becerra (Pro recco) 1/1
Cartellini: 44’ p.t. giallo Chiostrini (Aeroporto Firenze); 14’ s.t. giallo Petrangeli (Aeroporto Firenze); 28’ s.t. Villagra (Pro Recco).
Note: Giornata ventosa e soleggiata – temperatura 22°, campo in buone condizioni, 250 spettatori.
Classifica aggregata: 0-5

Serie A – Girone A – XIX giornata – 06.04.14 – ore 15.30
Lyons Piacenza v Accademia FIR,  22 – 22  (2-2)
Aeroporto Firenze v Pro Recco, 17 – 45  (0-5)
Rugby Colorno v Rugby Udine,  17 – 19  (1-4)
Rubano Rugby v Rugby Banco di Brescia,  16 – 20  (1-4)
Franklin&Marshall Cus Verona v Romagna RFC,  36 – 30  (5-1)
L’Aquila Rugby 1936 v RC Valpolicella,  26 – 25  (4-1)

Classifica: 
L’Aquila Rugby 1936, punti 79; Lyons Piacenza punti 65; Recco punti 62; Accademia FIR punti 61; Cus Verona punti 57; Valpolicella punti 56; Rugby Colorno punti 55; Rugby Banco di Brescia punti 36; Udine punti 30;  Rubano punti 25;  Aeroporto Firenze 15; Romagna punti 10.

Prossimo turno domenica 13 aprile 2014
Recco – Cus Verona; Valpolicella – Colorno; Romagna – Rubano; Accademia FIR – L’Aquila Rugby 1936; Brescia – Lyons Piacenza; Udine – Aeroporto Firenze.

Jacopo Gramigni – Gianni Savia – Stefano Bartoloni – Foto: Donatella Bernini