IN UN FINE SETTIMANA INTENSO FRA FESTE DEL RUGBY E NAZIONALE, L’UNDER 16 ELITE VINCE E CONVINCE

Campionato Elite – girone 1- 6° giornata
Parma  – Campo Moletolo – domenica 19 Novembre 2017
Amatori Parma Rugby Club-TOSCANA AEROPORTI FIRENZE RUGBY 1931 0 – 34  (0 – 29)
Marcatori: Sorrentino, Pesci, Ferrazza, Cardoso, Toscano, Nannini; 2 tr  Pesci per Firenze
Firenze Rugby 1931: Nannini, Tuci, Cardoso, Pesci, Ferrazza, Nidiaci, Cherici, Frangini, Sorrentino, Vitone,  Pracchia, Becattini Q, Brogi G., Toscano, Innocenti (Corsi, Martelli, Piccoli, Cecconi, De Pasquale,Fortuna, Lo Gaglio F.)
All: Semoli, Caneschi
Amatori Parma Rugby Club: D’Apice, Bonini M., Grasso, Giunipero, Fontana, Mey, Degiovanni, Borghini, Bonini L., Torelli, Dall’Aglio, Rodolico, Longo, Cassoni, Tirelli (Alcantara, Marchesi, Ruffolo, Quaranta)
All: May
Arbitro sig. Mirabella
Punti conquistati in classifica: Amatori Parma Rugby Club 0 –  Firenze Rugby 1931  5
Bella partita giocata con grande intensità.
Continua il trend positivo della Under 16 Elite che domenica 19 Novembre ha portato a casa vittoria e punteggio pieno.
I ragazzi di Semoli e Caneschi sono cinici nell’approfittare delle occasioni che gli avversari gli concedono e così il pallino del gioco passa praticamente sempre dalle mani dei ragazzi di Firenze. Si vede un bel gioco alla mano, una mischia compatta che aiuta nella costruzione delle azioni.
Gli allenatori a fine gara: “Primo tempo di grande livello dove i ragazzi sono stati molto incisivi sulle fasi di conquista sia in mischia che in touche. Bene gli inserimenti dalla panchina con due nuovi esordi in Elite”.
Testo di Cristina Nardi – Foto di Marco Metti
UNDER 14/1 – TOSCANA AEROPORTI FIRENZE RUGBY 1931 – Molon Labe Rugby
Firenze, Ruffino Stadium Mario Lodigiani – domenica 19 novembre 2017
La tradizione classica attribuisce a Leonida la frase “Molon Labe” pronunciata nei confronti di Serse, re dei Persiani, quando questi avrebbe preteso la consegna delle armi da parte degli Spartani. “Vieni a prenderle!” è la traduzione. Frase di sfida, desiderio di non arrendersi e combattere con orgoglio fino alla fine. Effettivamente la compagine chianina dimostra, numeri alla mano, tutta la combattività degna del nome: son ben 172 i loro punti all’attivo da inizio campionato. Risultano dunque al primo posto assoluto per punti segnati.
La cronaca di domenica parla di fatto di una partita solo apparentemente facile ed a senso unico a favore del Firenze. Tutto ciò è stato frutto di un più attento e fruttuoso schieramento in ruck innanzitutto. Come sempre scaltra ed elegante la nostra coppia di mediani che azzecca scelte talvolta furbe, altre volte coraggiose in grado cioè di penetrare profondamente, palla in mano, la linea avversaria per poi scaricare sui centri al galoppo in spazi ormai aperti. Il primo tempo si chiude sul 47 a 0 per i padroni di casa.
Nel secondo tempo i tre quarti del Molon mettono in campo orgoglio e velocità ed effettivamente diventa difficile prenderli. Complice anche una serie di sostituzioni nelle fila del Firenze e i cambi di ruolo per alternare i vari ragazzi presenti  che, visto il pesante risultato, i tecnici effettuano con giusto e largo anticipo. I “tutti neri” della Val di Chiana collezionano con merito ben 4 mete ricordando a tutti il rispetto che meritano.
Testo Giorgio D’Alessandro – Foto di Alessandro Metti
UNDER 12 – Raggruppamento Florentia Rugby – TOSCANA AEROPORTI FIRENZE RUGBY
Firenze, Campo Marco Polo – domenica 19 novembre
Fine settimana intenso quello del 18/19 novembre a partire da sabato con la Manifestazione “Polfer” Polizia di Stato Ferroviaria che ormai si ripete da diversi anni. Un progetto di educazione alla legalità promosso dalla Polizia di Stato insieme all’Agenzia Nazionale per la Sicurezza delle Ferrovie “ANSF” e alla Federazione Italiana Rugby “FIR”. Più di 1200 ragazzi ospitati dalla Società del Firenze Rugby 1931, che ha saputo ancora una volta organizzarsi per questo evento anche grazie all’aiuto dei genitori degli atleti iscritti. Le categorie partecipanti alla rappresentativa sportiva di rugby sono state Under 10 e Under 12. Un ringraziamento speciale ai genitori del Firenze che si sono adoperati per  l’evento.
La giornata è proseguita andando tutti all’Artemio Franchi per l’attesissima partita di rugby Italia-Argentina, la quale al di là del risultato ha offerto un bellissimo spettacolo.
Altro impegno dell’Under 12 domenica 19 il raggruppamento organizzato in occasione della partita Italia-Argentina dal Florentia Rugby, la quale ha ospitato due squadre del Paese provenienti da Treviso, società con grande tradizione rugbistica, che ci hanno regalato un’importante esperienza di gioco e piacevole amicizia.
Gradevole l’accoglienza da parte del Florentia Rugby e divertente terzo tempo apparecchiato all’aperto sotto un sole invernale. Ancora una volta lo sport del rugby conferma l’idea che stare all’aperto rinvigorisce i ragazzi che lo praticano e incrementa  coraggio, determinazione e altruismo.
Alabim!
Testo: Roberta Falcini – Foto: Bess Melendez
Feste del Rugby 2017  – “Andiamo in meta con la sicurezza ferroviaria”
Firenze, Ruffino Stadium Mario Lodigiani – sabato 18 novembre 2017
Un arcobaleno, un caleidoscopio, un sacchetto pieno di coriandoli… pensate la cosa più colorata che possa venirvi in mente: fatto? Ecco, avete appena visualizzato il colpo d’occhio che sabato mattina 18 novembre ci ha regalato l’evento PolFer.
L’impianto del Firenze Rugby 1931 ha ospitato anche quest’anno l’evento che coinvolge le categorie Under 10 e Under 12 di società arrivate da Toscana, Lazio e Umbria.
Una partecipazione incredibile di ragazzi, genitori e volontari che ha mosso ben più di un migliaio di persone.
“Questa e’ la magia del Padovani!” qualcuno ha commentato, ed è stato proprio così, una giornata magica.
Oltre che alle tante partite disputate sui 12 campi di gioco allestiti grazie alla collaborazione con le vicine societa’ “Firenze Marathon” e “Floria 2000”,  si sono visti agenti giocare in campo con i ragazzi, si è visto Mauro Bergamasco passeggiare ai bordi dei campi di gioco e farsi fotografare con i giovani giocatori, si è vista la sempre immensa generosità’ di chi partecipa con entusiasmo a questi eventi mettendoci del suo per rendere la giornata speciale.
Tante le partite giocate, tante le mete messe a segno, tanti i placcaggi e gli abbracci a fine gara.
Dopo il meritato e ben organizzato terzo tempo, tutti allo stadio a vedere la Nazionale italiana disputare il test match contro i Pumas argentini.
E gli irriducibili della palla ovale ancora non sazi di cotanto rugby, dopo lo stadio, hanno trovato le porte del Padovani ancora aperte ad accoglierli per regalargli l’ultimo pizzico di buona compagnia di questa splendida giornata.
Vi aspettiamo tutti il prossimo anno!
Alabim!
Testo e Foto di Maurizio Amadori