L’ U10 al Città del Tricolore

Firenze, 10 maggio 2014

Domenica 4 maggio 2014 un’altra squadra biancorossa di under 10 del ricco vivaio di Aeroporto Firenze Rugby, accompagnata dall’educatore Antonio Abussi, è partita alla volta del 4° Torneo Città del Tricolore di Reggio Emilia, dedicato al giocatore Alberto Cigarini.
Filippo Barone, Yuri Bocciolini, Neri Camiciottoli, Ruggero Chiostrini, Arturo Conti, Olmo D’Alessandro, Duccio Nicola Di Maggio, Lorenzo Fanfani, Giulio Franzan, Elia Grieco, Matteo Meoli, Diego Salerno, Fahd Souffy e Guido Stanganini: una bella e mista compagine di bimbi veloci e pronti a sfondare i muri avversari, soprattutto con tanta grinta sul faccino e volontà da vendere, per cercare di ottenere un ottimo piazzamento. Bimbi sicuri e ben sostenuti da Antonio che ha dimostrato in questi mesi, ed al presente Torneo ancora di più, come sappia spronare, infondere coraggio, sostegno e a far ritornare il sorriso ai bimbi nei momenti più bui, che questa volta non sono mancati.
La squadra è stata inserita nel girone D con Reggio B ed Imola, avversari che i piccoli guerrieri hanno affrontato con fierezza e senza risparmiarsi, mettendo in mostra veramente tutto quello che i loro educatori stanno loro insegnando durante gli allenamenti, malgrado gli incontri non siano stati facili, sia per la qualità degli avversari che per un’insolita attenzione arbitrale che ha frammentato il gioco in modo forse un poco eccessivo e certamente non comune per i bambini.
Dopo aver chiuso agilmente il girone al primo posto, hanno subìto una battuta d’arresto nella semifinale con il Parma e sono finiti per giocare nella finale per il terzo e quarto posto.
Un poco amareggiati si sono recati al terzo tempo e, recuperate un po’ di energie, hanno trascorso le 3 ore che li separavano dall’inizio della finale giocando e saltando nei giardinetti dell’impianto di Via Assalini, assecondando la bella e allegra confusione che sempre li contraddistingue….
Hanno quindi affrontato nel campo principale il Reggio A ma da subito si è visto che erano frastornati, vuoi per quel poco di stanchezza accumulata nell’attesa, vuoi perché non riuscivano ad organizzare il gioco, principalmente per l’insolito metro arbitrale.
L’incontro è terminato con il risultato di quattro mete ad una per gli avversari, con un comunque bel quarto posto finale per Aeroporto Firenze.
I bimbi sono però usciti amareggiati dal campo, non tanto per il risultato quanto per non essere riusciti a capire il perché delle continue interruzioni; Antonio li ha consolati con saggezza, spalleggiato dai genitori, spiegando loro che sempre ci saranno da affrontare ostacoli come quelli che si erano verificati in campo e che l’unico modo per superarli è impegnarsi e dare il massimo.
Come solo dei bambini sanno fare, durante la finalissima hanno ritrovato la voglia di giocare, riacquistando un po’ di sorriso… Che è aumentato quando c’è stata la possibilità di potersi fotografare con il CT della Nazionale Italiana Rugby Jacques Brunel, presente per l’occasione e disponibilissimo con i bimbi, e poi quando hanno preso la coppa e intonato l’Alabim.
Per tutti i piccoli campioni e per i valori ai quali vengono educati, hip hip urrà urrà urrà

Simona Chiostrini – Foto: Massimiliano Meoli