Lezione accademica per Aeroporto Firenze (43 a 16)

Buoni progressi sul fronte delle sanzioni disciplinari

Firenze, 25 marzo 2013

Aeroporto Firenze costruisce gioco ma spreca tanto fino a perdere lucidità. L’Accademia di Tirrenia, prende tempo, studia l’avversaria e confeziona la scelta tattica giusta per piazzare i suoi colpi vincenti. In questa breve considerazione si può riassumere il match – anticipo della sedicesima giornata – giocato in un sabato pomeriggio dal clima mite in un Padovani dal terreno in buone condizioni. Dunque freddezza e lucidità, queste forse sono mancate ai biancorossi. Una condizione che, in difesa ha impedito di trovare un rimedio alla serie di 4 mete in fotocopia che andavano a colpire con cinismo e calci in profondità una seconda linea di difesa gigliata che si è fatta trovare costantemente impreparata, e in attacco ha condizionato con errori e leggerezze tutta la mole di gioco che si è creata.

ranfagniL’amarezza per i colori biancorossi è stata alleviata dal supporto che l’olimpionico e più volte campione italiano di nuoto specialità 200 dorso e fiorentino d’adozione Sebastiano Ranfagni ha voluto dare con la sua presenza in tribuna. Nell’intervallo della partita il nuotatore della Rari Nantes Florentia è stato omaggiato con una maglia della Nazionale Italiana di Rugby e con una di Aeroporto Firenze dal Presidente del Comitato Regionale Toscano Riccardo Bonaccorsi e dal Presidente della società biancorossa Giacomo Lucibello.

Parte bene la formazione gigliata che mette sotto pressione gli avversari e muove la palla a cercare spazi per le sue iniziative d’attacco. Le squadre si alternano in profondità nel campo avversario. Si vede un buon livello di gioco ma nel confronto serrato Aeroporto Firenze fa più errori, interrompendo nei momenti decisivi le proprie azioni. Da uno perdita di possesso palla nasce il contrattacco che porta in meta Di Giulio per gli azzurri di De Marigny. È Falleri ad incaricarsi di accorciare le distanze dalla piazzola, e ci riesce al 22′ e al 28′ ma dopo che i fiorentini hanno la seconda meta con Speranza che finalizza una buona azione in continuità degli accademici. Da una situazione simile è Buscema che nei minuti finali del primo tempo va in meta riprendendo un suo calcetto a scavalcare che supera la linea difensiva biancorossa.

Il secondo tempo inizia male per i gigliati che subiscono altre 2 mete in 7′ da palle ben sfruttate in profondità al piede dagli avversari. È sempre l’Accademia di Tirrenia che continua a dettare i tempi e a riportarsi in meta con Manganiello al 18′. Il primo a reagire è il pack gigliato, si lavora vicino alla mischia e i frutti non tardano a venire, dando un primo segnale di svolta con la terza ala Borsi che riesca a sfondare in meta. La buona gestione tattica azzurra è ancor più messa in evidenza sulla meta di Ruzza che sfrutta un ottimo ricircolo di un pallone prontamente calciato in una zona del campo lasciata temporaneamente sguarnita per un infortunio da Bastiani. Rimangono gli ultimi minuti di gioco per riportare la mischia fiorentina a ridosso della meta avversaria e consentire a De Castro di segnare la meta che chiude la partita.

Il commento del tecnico Sordini: “Ci dispiace molto per una sconfitta con un punteggio così alto subita qui in casa. Le prime 2 delle 7 mete subite potrebbero essere condizionate da dei vizi di forma – non ravvisati dall’arbitro – e questo ci porta a chiudere comunque il primo tempo sul 6 a 17 ancora in partita. Al rientro in campo invece di reagire e trovare il bandolo della matassa subiamo altre 4 mete della stessa tipologia. Noi molto densi e aggressivi con un buon lavoro sul punto d’incontro e sul placcaggio, loro semplicemente leggono molto bene la partita e ci scavalcano con piccoli calcetti sulla seconda linea difensiva dove pecchiamo tantissimo e subiamo la meta.”

“Le prime 3 mete – continua Sordini – nate da errori nostri le considero la parte più critica dell’incontro, dove nel tentativo di riciclare troppo la palla ne perdiamo poi il possesso. Questo ha condizionato un po’ la partita impedendoci di segnare e quando il ritmo si è alzato, contro una squadra molto allenata, che gioca un rugby moderno e che sa bene interpretare tatticamente la partita è diventato tutto più difficile. Non mi sento di criticare totalmente i nostri ragazzi che si sono ben comportati sui punti d’incontro, sulla distribuzione in campo e sull’ingaggio in mischia. Meno bene in touche dove loro erano molto organizzati. Il tema più importante sul quale hanno risposto benissimo è quello della disciplina dove abbiamo preso meno calci di punizione di Accademia e non è stato estratto nemmeno un cartellino giallo. Nei nostri allenamenti abbiamo dovuto dare delle priorità e non abbiamo ancora presentato la seconda linea difensiva; questo sarà uno dei temi su cui ci impegneremo nel prossimo futuro.”

AEROPORTO FIRENZE RUGBY v ACCADEMIA NAZIONALE TIRRENIA 16-43 (6-17)

Marcatori: p.t. 15’ m. Di Giulio (0-5); 22’ cp. Falleri (3-5); 24’ m. Speranza (3-10); 28’ cp. Falleri (6-10); 15’ m. Buscema tr. Buscema (6-17); s.t. 4’ m. Catelan tr. Buscema (6-24); 7’ m. Bruno tr. Buscema (6-31); 18’ m. Manganiello tr. Manganiello (6-38); 28’ m. Borsi tr. Falleri (11-38); 34’ m. Ruzza (11-43); 39’ m. De Castro (16-43)

Aeroporto Firenze Rugby: Falleri (35’ st. Viviani), D’Andrea (12’ st. Bianco S.), Bastiani (35’ st. Petrangeli), Rios, Meyer, Nava, De Castro, Borsi, Ippolito, Fortunati Rossi, Soldi, Piccioli, Chiostrini, Fanelli (cap) (20’ st. Leoni), Rapone (15’ st. Savia). A disp.: Fantoni, Ricci, Bianchini. All.: Sordini-Segundo

Accademia Nazionale Tirrenia: Salerno, Di Giulio, Manganiello, Bernini (15’ st. Di Giulio), Bruno, Buscema (15’ st. Torlai), Speranza (1’ st. Parisotto), Catelan (cap), Boccardo, Ruzza, Riedo, Biancotti, Iovenitti (32’ pt. Vian) (22’ st. Flammini), Rettagliata, Appiah (32’ pt. Baruffaldi). A disp.: Daniele, Silva. All.: De Marigny

Arbitro: Mancini (Frascati)
GdL: Masetti – Romani
Cartellini: nessuno
Calciatori: Buscema (Accademia Nazionale Tirrenia) 3/5; Falleri (Aeroporto Firenze) 2/5; Manganiello (Accademia Nazionale Tirrenia) 1/2; Nava (Aeroporto Firenze) 0/1
Note: giornata mite, campo in buone condizioni, 400 spettatori, ospite d’onore Sebastiano Ranfagni.
Punti conquistati in classifica: Accademia Nazionale Tirrenia 5; Aeroporto Firenze 0
Classifica aggregata: Accademia Nazionale Tirrenia punti 42; Aeroporto Firenze 23

SERIE A – GIRONE 1 – XVI TURNO – 23/24.03.2013
AEROPORTO DI FIRENZE RUGBY 1931 – ACCADEMIA NAZIONALE TIRRENIA 16 – 43 (0-5)
FRANK&MARSHALL C.U.S. VERONA RUGBY ASD – UNIONE RUGBY CAPITOLINA 08 – 09 (1-4)
BANCO DI BRESCIA RUGBY – RUGBY UDINE 10 – 15 (1-4)
ROMAGNA RFC – MODENA RUGBY CLUB 15 – 11 (4-1)
BANCA FARNESE LYONS PIACENZA – PRO RECCO RUGBY 17 – 14 (4-1)
Riposa: Rugby Rubano.

Classifica:
Lyons Piacenza punti 58; Recco punti 54; Unione Capitolina punti 53; Cus Verona punti 50; Accademia Nazionale Tirrenia punti 42; Udine punti 38; Romagna punti 25; Firenze e Brescia punti 23; Rubano punti 21; Modena 5.

Prossimo turno: domenica 7 aprile 2013
Accademia Nazionale Tirrenia – Cus Verona; Unione Capitolina – Brescia; Modena – Lyons Piacenza; Rubano – Firenze; Udine – Romagna. Riposa: Recco.

Jacopo Gramigni
°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°
AEROPORTO FIRENZE RUGBY | Comunicazione – Ufficio stampa
Cell. (+39) 347 7166599
ufficiostampa@firenzerugby1931.it

Start a Conversation