L’Under 16 conquista la Coppa Granducato

Nella splendida cornice del Chersoni di Prato battuto il Rufus San Vincenzo

Firenze, 9 giugno 2014

Nel pomeriggio di sabato 7 giugno, il primo sole quasi-estivo colpisce duro sul bell’impianto di Iolo ma i ragazzi di Firenze e San Vincenzo sono qui per giocarsi la finale della Coppa Granducato e fanno finta di non soffrire il caldo.
Pronti-via ed i fiorentini trovano subito la via della meta con D’Aliesio.
Sembra il segnale di una gara in discesa ma i ragazzi del Rufus non sono certo tipi che mollano e cercano di risalire la china con una difesa attenta e continue ripartenze dei loro elementi più veloci, bloccate non senza qualche affanno dai biancorossi.
Una buona metà del primo tempo se ne va così, con le due formazioni che si neutralizzano a centrocampo. E’ poi il Firenze a riprendere in mano il gioco ma troppe occasioni vengono sprecate dai gigliati per errori banali e si giunge all’intervallo senza altre segnature, sul 5 a 0 per Firenze.
Alla ripresa Bacci subentra a Nardoni; i fiorentini sembrano ritrovare il piglio giusto e Gasparri va in meta sfruttando una bella penetrazione di Loreto.
E’ una brutta botta per i ragazzi di San Vincenzo, che sembrano perdere smalto, anche se non smettono di cercare il colpo che raddrizzerebbe la partita.
I fiorentini mettono in campo forze fresche, con Botti, Almansi e Bucciantini.
All’11’ Mechi ruba palla in touche ed innesca l’attacco biancorosso che si conclude in meta grazie alla velocità di Guarducci.
Passano pochi minuti e Guarducci segna ancora, sfruttando un pallone conquistato da D’Aliesio che su calcio in profondità di Almansi mette in difficoltà l’estremo avversario e lo supera al piede.
Dalla panchina subentrano tutti i ragazzi a disposizione: prima Parenti e poi Pavone e Cardoso Laynes.
Gli spazi adesso sono più larghi; Botti ne approfitta con un bell’intercetto e corre imprendibile in meta.
E’ poi la volta di Pavone, che segna portando caparbiamente l’ovale oltre la linea.
Per finire, splendida intuizione di Almansi che con un calcio ben calibrato scavalca la difesa avversaria, Botti di slancio abbranca l’ovale e fugge in meta.
La Coppa va così ai ragazzi del Firenze che raccolgono meritatamente, insieme agli avversari, gli applausi del pubblico, prima di dare il via all’esultanza dei festeggiamenti.
Il capitano Leonardo Gasparri ritira il trofeo che chiude in bellezza una stagione iniziata fra alti e bassi e finita in crescendo con un bilancio decisamente positivo: due formazioni costantemente impegnate nei campionati Elite (chiuso con un ottimo terzo posto nella fase a gironi) e Regionale Tosco-umbro, la partecipazione vittoriosa al Torneo delle Sei Regioni di Cesena ed infine questa Coppa regionale, ma soprattutto un bel gruppo di ragazzi che sotto la guida dei loro allenatori hanno saputo amalgamarsi e crescere non solo dal punto di vista del gioco ma anche – ed è senz’altro più importante – sul piano della maturazione personale in una fase importante della loro vita. Bravi!

AEROPORTO FIRENZE RUGBY – SCUOLA RUGBY RUFUS: 43 -0 (p.t. 5 – 0)

Marcatori: 1′ mt D’Aliesio nt (5-0); 2’st mt Gasparri nt (10-0); 11’st mt Gasparri tr Dragoni (17-0); 15’st mt Guarducci tr Almansi (24-0); 18’st mt Botti tr Cardoso Laynes (31-0); 20’st mt Pavone tr Almansi (38-0); 28’st mt Botti nt (43-0)

Firenze Rugby 1931 U16: Elegi (Cardoso Laynes), Vanoli, Battaglia (Botti), Lo Castro (Almansi), Guarducci, D’Aliesio, Nardoni (Bacci), Fissi, Mechi (Pavone), Silei (Bucciantini), Gasparri, Dragoni (Parenti), Cavaciocchi, Picheca, Loreto

Allenatori: Aldo Di Francescantonio e Lapo Strambi

Elleffe