Ognissanti di passione per le due formazioni Under 16

Sconfitte entrambe le due formazioni gigliate

TOSCANA AEROPORTI FIRENZE RUGBY 1931 – AMATORI PARMA RUGBY: 14 -15
Formazione di Toscana Aeroporti Firenze Rugby 1931: Scalise, Chiti, Di Puccio, Campolucci, Valentino, Cini (Chiarini 15 st), Biagini, Michelagnoli, Magnolfi, Casini (Cinquina 20 st), Metti L., Boschi, Cendali, Minucci F. (Bizzarri 7 st), Saccardi (Ciampi 10 st).
A disp.: Querci, Parenti, Touires
Allenatore: Aldo Difrancescantonio
Firenze, 1 Novembre 2015,
I biancorossi, guidati oggi da Aldo Difrancescantonio, escono sconfitti nel terzo turno del Campionato Nazionale Elite disputato sul verde dell’impianto Mario Lodigiani, complice un primo tempo giocato in modo impalpabile e che concede agli ospiti la segnatura di tre mete. E’ un vero e proprio monologo quello dei Ducali nel primo tempo, che approfittano dei molti errori dei Fiorentini. Su un mancato recupero al 5° arriva la prima meta (nt 0-5), al 20° intercetto parmense a centrocampo che favorisce il raddoppio (nt 0-10) e quasi neppure il tempo di rimettere ila palla in gioco che, al 24°, il Firenze subisce la terza meta (nt 0-15). Solo nel finale di tempo si intravede una timida reazione biancorossa che però non porta frutti.
Difrancescantonio corre ai ripari nell’intervallo, cercando di scuotere i giovani biancorossi e certamente nella ripresa l’atteggiamento è diverso. Fin dal primo minuto di gioco che vede i padroni di casa in meta con un’azione corale ben costruita e finalizzata da Boschi  (tr Campolucci 7-15). Si inizia a vedere un po’ di gioco ma da parte gigliata continuano anche gli errori e le ingenuità che consentono ai Ducali di riportarsi nella metà campo avversaria e pressare su tutta la linea difensiva; Firenze soffre la pressione emiliana ma al 15° i gigliati riescono ad uscirne e ad andare in meta con Magnolfi (Tr Campolucci 14-15).   La partita sviluppa il suo ultimo quarto senza che i biancorossi riescano a finalizzare il lavoro svolto e si conclude con la terza sconfitta consecutiva.
A fine gara il tecnico gigliato Difrancescantonio commenta il risultato:
“Oggi abbiamo vissuto una partita veramente particolare in cui abbiamo visto per il Firenze giocare due squadre: un primo tempo giocato veramente sotto il livello delle nostre possibilità dove abbiamo incassato tre mete per incomprensioni incredibili tra i ragazzi. 
Nel secondo tempo, iniziando a giocare un po’ meglio, abbiamo realizzato due belle mete arrivando ad un solo punto dagli avversari. Purtroppo non abbiamo avuto la possibilità di piazzare neppure un calcio. I problemi però sono tutti nostri: ci vuole più attaccamento alla squadra, più intensità di gioco e convinzione nei propri mezzi, nulla di più.”
CITTA’ DI CASTELLO RUGBY – TOSCANA AEROPORTI FIRENZE RUGBY 1931: 76-7
Formazione di Toscana Aeroporti Firenze Rugby 1931: Archetti, Barlucchi, Benvenuti, Bergamin; Bettini, Bianchini, Canestrini, Cappelletti, Cerofolini, Fialà, Laugaa, Metti T., Minucci A., Panerai V., Piras, Ristori, Sassi
Allenatore: Lapo Strambi
Non inganni il pesante passivo indicato dal risultato: a Città di Castello si è vista una partita giocata contro una squadra potente, dotata di una grande fisicità e con alcune individualità interessanti a cui i fiorentini hanno opposto alla maggiore stazza fisica un gioco abbastanza ordinato e, a sprazzi, anche produttivo.
Molte le ruck vinte, i placcaggi efficaci e la volontà messa in campo nel contrastare avversari di stazza fisica notevolmente superiore, la meta segnata in finale da Piras (Tr Panerai) dimostra la tenacia con cui i Biancorossi hanno onorato la maglia e la partita.
Testo e foto: Emmeemme