Play-off Serie C: alla Deuxieme Equipe manca solo l’acuto finale

I grandi numeri dei ragazzi di Cerchi e Morace, con due note di merito in più

Firenze, 07 maggio 2015 – Se guardiamo ai numeri e al rendimento stagionale, il 10 a 18 con cui la Squadra Cadetta di Aeroporto Firenze ha chiuso la fase finale della lunga stagione della Serie C, può sembrare deludente. Diciamolo, la squadra non ha saputo impostare la gara sulla velocità, la sua arma migliore ed ha subito l’impostazione tattica data al match dal Florentia dell’ex Ghelardi: gioco di trincea vicino al punto d’incontro a difesa del vantaggio fortuito del match di andata.

Se guardiamo agli altri numeri, allora si può a buon diritto parlare di una stagione ottima:

12 partite giocate, di cui 10 vinte;

50 punti in classifica, 10 di bonus, 1 per ogni partita vinta;

330 punti realizzati, 118 subiti (miglior difesa del campionato), con una differenza di + 212, altro record del campionato.

Bravi gli allenatori Cerchi e Morace nella gestione non semplice di un gruppo di oltre 60 giocatori, che insieme all’impagabile opera del team manager Iandelli e alla professionalità della preparatrice atletica Camici sono stati i fautori di questi risultati.

Due note di merito per questo gruppo. La trasferta a sostegno della Prima Squadra a Genova e la cena organizzata, a finali appena concluse, per i ragazzi della Under 16 regionale, quest’ultimi protagonisti di una stagione difficile e sofferta ma indispensabile per garantire ai ‘fratelli maggiori’ della Serie C l’assolvimento dell’obbligatorietà necessaria ad evitare punti di penalizzazione.

Il messaggio non può essere più giusto e più bello: questo è rugby, senza sostegno non sono nessuno.

Intervista ad Andrea Cerchi a fine gara