Serie B: va al Livorno l’andata del derby storico toscano

Firenze, 28 ottobre 2015 – 
LIVORNO 1931-TOSCANA AEROPORTI FIRENZE RUGBY 1931 18-7 (pt 8-7)
 
LIVORNO RUGBY: Righetti; Scapaticci, Battagello L. (22′ st Battagello F.), Gigli (39′ st Tichetti), De Vincentis (1′ st Armani); Squarcini R. (3′ st Rolla), Chiesa; Bottari (30′ st Sforzi), Squarcini E., Torre; Cristiglio, Giglioli (36′ pt Paoluzzi); Tangredi, Carrani, Ciapparelli. A disp: Esposito. All.: Borsato.
TOSCANA AEROPORTI FIRENZE RUGBY 1931: Petrangeli; Cervelli (23′ st Santoni), Comizzoli, Dragoni, Favilli (10′ st Cini); Marucelli, Di Francesco; Serantoni (10′ st Viviani), Ben Taleb, Bianchini; Guariento, Ciampa (10′ st Burattin); Manigrasso, Kapai (36′ pt Nidiaci) (31′ st Formichi), Santi. A disp: Ambrosio. All.: Cerchi, Morace.
ARBITRO: Boaretto di Rovigo.
MARCATORI: nel pt (8-7) 24′ cp Squarcini R., 27′ m. mischia Firenze tr. Petrangeli, 34′ m. Squarcini R.; nel st 7′ m. Squarcini E., 21′ m. Righetti.
NOTE: cp Squarcini R. 1/1. Espulso per somma di gialli Chiesa al 30′ st. Gialli per Chiesa (36′ pt) e Battagello F. (23′ st).
I derby, si sa, non sono partite come le altre; oltre alle difficoltà strettamente legate al match, ci sono quelle ‘extra’, vuoi per motivi geografici vuoi per quelli storici.
In quest’ottica, il rinnovato appuntamento con i ‘cugini’ livornesi (entrambe le società sono nate nel 1931), ha assunto un significato diverso per i ragazzi di Cerchi e Morace, appena affacciatisi al palcoscenico della B.
L’inizio del match è un classico: le due squadre si studiano alla ricerca degli spazi dove poter ‘far male’. Sono i padroni di casa ad inaugurare le marcature, sfruttando un’incursione che costringe la difesa biancorossa al fallo: siamo al 24’ e Squarcini piazza per il vantaggio labronico, 3 a 0.
La segnatura scuote Toscana Aeroporti Firenze 1931, che imposta un maul avanzante che si arresta oltre la linea di meta. Petrangeli non si fa pregare e trasforma per il sorpasso: al 27’ il punteggio vede i biancorossi avanti, 3 a 8.
Si va verso la chiusura del tempo e questa volta sono bravi i livornesi ad impostare un’azione insistita, che si sviluppa su più fasi sino alla segnatura, ancora con Riccardo Squarcini, che riporta i suoi in vantaggio per 8 a 7.
Ci sono problemi di disciplina per i livornesi, con Chiesa che riceve il primo giallo della sua partita, ma è qui che subentrano i fattori extra: i fiorentini perdono lucidità e i livornesi ne approfittano. Vinta una mischia in campo fiorentino, organizzano una spinta che permette a Enrico Squarcini di schiacciare per il 13 a 7.
C’è ancora tempo e i biancorossi cercano di rientrare, purtroppo esponendosi alla meta di Righetti che è abile a seguire una serie di calci: al 21’, 18 a 7.
Gli animi si scaldano: un livornese viene spedito fuori per 10 minuti, al 23’ e Firenze prova in tutti i modi a riaprire il match. La svolta sembra possibile, al 30’ Chiesa riceve il secondo giallo e lascia i suoi in 13. La difesa livornese però è arcigna e riesce ad impedire agli ospiti di segnare, portando a casa il match con il punteggio di 18 a 7.
Comprensibile delusione tra i biancorossi, ma è solo il secondo match dell’impegnativa serie B: anche da questi match si può imparare.
Domenica si riparte: i Cadetti saranno impegnati in un nuovo derby, questa volta stracittadino. Al Lodigiani arriva il Florentia, reduce da una secca sconfitta casalinga.
Gianni Savia