Serie C: Aeroporto Firenze perde il derby con la Florentia

I biancorossi si fanno imbrigliare nelle fasi statiche e sui punti d’incontro

Firenze, 16 ottobre 2014 – Nella seconda giornata del Campionato di Serie C Girone F, i Cadetti biancorossi di Cerchi e Morace cedono di misura nel derby fiorentino alla Florentia Rugby sul campo Marco Polo di San Bartolo. Il XV gigliato, appannato e sprecone, si ferma a -2 dai padroni di casa e porta al Padovani 1 punto bonus difensivo. I biancorossi non sono stati capaci di esprimere quelle qualità offensive che si erano viste nella prima giornata e hanno subito gli avversari sulle fasi statiche e nella pressione difensiva non riuscendo a trovare sbocchi se non con una pregevole invenzione di Favilli che ha liberato Saletti per la meta del momentaneo vantaggio.

Ai padroni di casa va il merito di aver gestito il risultato, spezzando il gioco sopratutto nel secondo tempo quando in alcune fasi hanno giocato in inferiorità numerica – addirittura -3 per un breve periodo. Purtroppo poco efficace la gran voglia di giocare dei biancorossi che frutta solo una meta di mischia nel secondo tempo. A superare gli avversari non basta nemmeno la prova d’orgoglio finale della squadra che si gioca tutto per la meta non accontentandosi del pareggio su calcio di punizione.

FLORENTIA RUGBY vs AEROPORTO FIRENZE RUGBY Cadetti 15-12 (15-7)

Marcatori:1t. 10′ Cp Valente (3-0), 30′ mt Saletti tr Cervelli (3-7), 35′ mt Mattei tr Valente (10-7), 40′ mt Baggiani (15-7). 2t. Mt mischia AFR (15-12)

FLORENTIA RUGBY: Lunardi, Mattei, Fiaschi, Gatta, Rossi, Dueclo, Baggiani, Goretti, Casagrande, Vagente, Pinzauti, Orsini, Ferrara, Lucarelli, Giraldi, Caprio, Frizzi, Bomgianni, Fasano, Rufi, Bianciardi. All. Ghelardi

AEROPORTO FIRENZE RUGBY Cadetti: Cervelli, Saletti, Favilli, Maionchi, Delle Piane, Portaccio, Nidiaci, Ben Taleb, Ciardini, Vignoli, Imprescia, Guariento, Mercantelli, Formichi, Goretti. A disp.: Sabatini, Santi, Caneschi, Magro, Santoni, Gramigni, Luzzi. All. Cerchi – Morace.

Jacopo Gramigni – Elisabetta Salucco – foto: Andrea Caneschi