SI RIPARTE!!! (lettera aperta al popolo del Padovani)

Firenze, 24 agosto 2013

Il prossimo lunedì, 26 agosto, prende ufficialmente il via la stagione sportiva 2013/2014 del Firenze Rugby 1931. Si tratterà certamente di una partenza singolare, visto che tutte le compagini biancorosse non inizieranno l’attività sui campi del Padovani, probabilmente per la prima volta nella loro lunga storia. 

Il nostro impianto sta vivendo dei mutamenti radicali, senz’altro più nella sostanza che nell’apparenza, grazie al coinvolgimento, e al conseguente finanziamento, nell’ospitalità dei prossimi mondiali di ciclismo. Dai primi giorni di luglio il Padovani è quotidianamente frequentato da muratori, elettricisti, idraulici ed agronomi che stanno intervenendo sulla messa a norma e la funzionalità della struttura.

Ovviamente tutto questo crea inevitabilmente dei disagi che si ripercuotono sull’attività sportiva ma soprattutto su chi di questa se ne fa carico: giocatori, allenatori, genitori e dirigenti. Le difficoltà immediate non saranno minimamente commensurabili ai benefici che tutti noi trarremo nel lungo termine perché si stanno realizzando opere strutturali che, in tutta onestà, la nostra società al momento non sarebbe stata in grado di sostenere.

Per dare un’idea, neppure completa, di quanto sta accadendo in Viale Paoli ricordiamo che interventi sono stati effettuati su:

– rifacimento e messa a norma degli impianti elettrici di tutti gli spogliatoi,
– creazione ex novo illuminazione tribuna,
– nuove illuminazioni dei 2 campi  compresi impianti elettrici,
– nuove illuminazioni campi sintetici,
– nuova illuminazione su tutto il percorso cancello di ingresso/tribuna,
– recupero illuminazione sotto sede,
– rifacimento copertura parti usurate tetto sede,
– restauro, imbiancatura e tutte le porte nuove spogliatoi sotto sede,
– restauro, imbiancatura e tutte le porte nuove fisioterapia,
– restauro, imbiancatura e tutte le porte spogliatoi tennis,
– installazione asciugacapelli in tutti gli spogliato,i
– restauro, imbiancatura e tutte le porte servizi pubblico c/o spogliatoi tennis,
– piastrellatura esterna spogliatoi tennis e servizi,
– manutenzione impianto potabilizzazione sotto tribuna,
– rifacimento fondo e semina campo allenamento,
– manutenzione prato del campo Lodigiani (dopo mondiali),
– abbattimento muro perimetrale campo Lodigiani lato V. Paoli con nuova cancellata,
– creazione nuovi varchi di accesso al campo Lodigiani,
– messa a norma agibilità tribuna,
– installazione nuove centraline elettriche x eventi.

L’impianto rientrerà nella nostra disponibilità da ottobre

Preso atto di quanto sopra, la Società (in particolar modo Fabio Stellini che ringraziamo) da giugno si è attivata per reperire impianti idonei per  il mantenimento della consueta attività con il minor disagio possibile. I primi riferimenti sono stati cercati negli impianti limitrofi e comunque gravitanti nella zona Campo di Marte e Firenze sud. Nella ricerca sono state sollecitate l’amministrazione comunale, le società sportive e gli enti di promozione.

Alcune iniziali rassicurazioni sono state successivamente vanificate da scelte del Comune relative alla particolare situazione nella quale ci troveremo a vivere a Firenze in settembre, in particolar modo nella zona di Campo di Marte, sede degli arrivi di tutte le gare ciclistiche. Un altro serio inconveniente con il quale ci siamo confrontati è il periodo sportivo particolare, nel quale le società calcistiche effettuano allenamenti quotidiani di tutte le loro categorie x la preparazione precampionato, che determinano l’assenza di spazi da poter utilizzare. Nella ricerca ci siamo spinti fino alle Cascine del Riccio, valutando impianti di atletica ed anche impianti non più utilizzati da anni, cercando soluzioni che permettessero di affrontare le non indifferenti richieste economiche per l’utilizzo degli stessi. 

Detto questo, condividiamo questo momento di emergenza cercando di attenuare i disagi logistici soprattutto per le categorie dei più piccoli che non hanno modo di spostarsi autonomamente. Valutiamo comunque che le difficoltà per le categorie minori si dovrebbero limitare a due settimane o poco più. Chiediamo pertanto la collaborazione di tutti per superare questo periodo di disagio a cominciare per esempio dai genitori nella condizione di offrire il trasporto in auto ai compagni dei propri figli (a tal riguardo avvisiamo comunque che l’impianto Paganelli è servito da mezzi pubblici con l’autobus linea 22).

Nel ringraziarvi per la comprensione e la collaborazione che certamente dimostrerete vi anticipiamo che sarà nostra premura informarvi tempestivamente su eventuali novità e variazioni di programma che dovessero intervenire.

Il gruppo dirigente del Firenze Rugby 1931