U14: tornare a casa con una squadra

Due giornate davvero intense al Torneo di Sambuceto

Firenze, 4 giugno 2014

I ragazzi di Aeroporto Firenze U14 si presentano per la prima volta in terra d’Abruzzo per un bel torneo nazionale, composto da squadre di qualità provenienti da tutta Italia.
Prima delle fasi iniziali tutte le squadre si schierano in campo per la cerimonia di apertura e intonano insieme l’inno nazionale.
Il girone eliminatorio vede Aeroporto Firenze impegnato con Amatori Parma 1, Rugby Città di Castello e Avezzano Marsica Rugby: è un girone di tutto rispetto, con squadre blasonate.
La prima partita vede Aeroporto Firenze U14 impegnato con Amatori Parma; l’incontro è guidato dai fiorentini che però non riescono a finalizzare e raccogliere quanto producono in campo e alla fine dell’incontro, nonostante l’impegno, si registra la vittoria di Amatori Parma. Il secondo incontro vede Aeroporto Firenze giocare con il Città di Castello privo di due prime linee di peso infortunatesi nella prima partita; anche questo incontro è caratterizzato dalla grande pressione dei biancorossi che ancora non riescono a concretizzare quanto prodotto in termini di gioco e di impegno. Nonostante le energie e la volontà messe in campo anche questa partita non è favorevole ai colori di Firenze, pur chiudendosi con il minimo scarto.
Il terzo incontro, per il terzo posto nel girone, oppone ai fiorentini la squadra di Avezzano Marsica, squadra abruzzese e, come tutte le abruzzesi, tosta e caparbia. Anche nel terzo incontro, nonostante la stanchezza per la levataccia… Sei ore di pullman… E la fame… I ragazzi di Aeroporto Firenze si impegnano al massimo e riescono finalmente a concretizzare quanto prodotto schiacciando in meta; fino al termine Aeroporto Firenze pressa gli avversari per chiudere definitivamente la partita ma, su un’incomprensione difensiva, Avezzano pareggia; Firenze chiude comunque terza nel girone per differenza mete.

Nella seconda giornata, con i ragazzi riposati e ampiamente rifocillati, Aeroporto Firenze è impegnato nella prima partita con i marchigiani dell’Ascoli: è una partita a senso unico, dominata dai biancorossi e portata a casa con ampio margine.
Il secondo incontro vede contrapposti i colori fiorentini al Tortoreto Rugby, squadra molto spigolosa e con un’interpretazione del gioco piuttosto ruvida (i due gialli ricevuti ne sono la testimonianza); i biancorossi passano subito in vantaggio e iniziano il consueto gioco di pressione; gli avversari non ci stanno a perdere e il gioco si fa ruvido, i falli si susseguono e scattano i gialli; i fiorentini sono molto bravi a gestire questa situazione con calma rispondendo al gioco ruvido con il gioco corretto ma senza farsi mettere sotto, tanto da segnare altre due mete: anche questa partita si conclude con la vittoria dei ragazzi di Aeroporto Firenze.
L’ultimo incontro che deciderà per il nono posto, vede i fiorentini nuovamente contrapposti a Avezzano Marsica, ma la musica è cambiata. I ragazzi sono riposati e non lasciano spazi agli avversari, che subiscono dal primo all’ultimo minuto. I biancorossi vincono anche l’ultimo incontro, aggiudicandosi il nono posto nel torneo che sarà vinto dalla formazione de L’Aquila seguita da quella del Romagna.

I nostri ringraziamenti alla splendida organizzazione del Sambuceto Rugby e alla cortese e fraterna ospitalità abruzzese.

Le impressioni di coach Taiuti: “Sono molto soddisfatto dei ragazzi, specialmente della reazione alle prime partite, reazione non facile dato il viaggio e la stanchezza. Inoltre mi sono piaciuti per come hanno gestito la seconda partita di domenica; non era facile restare calmi pur subendo tutti quei falli ma hanno reagito sul piano del gioco e va bene così. Siamo partiti con dei ragazzi, sono tornato con una squadra”.

Aeroporto Firenze U14: BALDANZI, BARLUCCHI, BIAGINI, BIZZARRI, BOSCHI, CAMPOLUCCI, CASINI, CHITI, CIAMPI, FIALA, GOTTARDO, MAGNOLFI, METTI L., METTI T., MICHELAGNOLI, PANERAI, RISTORI, SACCARDI, SCALISE, TOUIRES, VALENTINO
Allenatore: Taiuti

Un’ultima nota personale per questi ragazzi, intendo tutti i ragazzi della U14 stagione agonistica 2013-2014: grazie delle emozioni che mi avete dato, è stato un privilegio potervi seguire nelle partite di questa stagione.
Un grande in bocca al lupo ai ragazzi del 2000 che passeranno in U16 e ai ragazzi del 2001 che dovranno “fare da chioccia” a quelli del 2002.
Arrivederci a tutti

emmemme – foto: Marco Metti