U6: a Reggio una girandola di emozioni!

Firenze, 11 maggio 2014

Quante emozioni per i piccoli dell’Under 6 di Aeroporto Firenze Rugby, nell’avventura al 4° Torneo Città del Tricolore!
La “levataccia” (‘5,45 puntali al Padovani!’), la partenza tutti insieme, su tre pullman (con tutti gli atleti insieme), il lungo viaggio con i ‘fratelli’ di maglia più grandi… E non si può certo dire che durante il viaggio i piccoli si siano proprio rilassati… Anzi! Questa sensazione di essere in partenza per una gita ha contribuito forse a non far focalizzare i bambini sul Torneo vero e proprio.
Nel Torneo dell’under 6 erano presenti 8 squadre: Rugby Reggio, Viadana , Unione Rugby Capitolina, Modena Junior Rugby Club, Gispi Prato, Rugby Parma f.c., Rugby Livorno e Aeroporto Firenze Rugby, divise in due gironi. Con Firenze ci sono: Modena, Parma e Livorno. Partite da due tempi di 4 minuti.
I bambini, seguiti da Ilaria Giusti e Mohini Puce, incontrano subito i cugini del Livorno, che dominano dall’inizio alla fine, senza concedere una meta ai fiorentini. Più combattuto il secondo match, con Modena, che però supera la tenace difesa dei piccoli gigliati e si aggiudica l’incontro. Con il morale un po’ basso, i bimbi vanno a giocare il terzo incontro. Sospinti dagli incitamenti delle educatrici e dei genitori al seguito i bambini cominciano ad essere più incisivi e ad organizzare un gioco di squadra. Anche questo incontro si chiude con una sconfitta, ma le due mete segnate riempiono i loro cuori di gioia! I grandi si dannano tanto per i risultati e le coppe e i piccoli, giustamente, pensano al giocare insieme: perdere ci può stare, vincere ti porta al settimo cielo, ma vederli gioire per 2 mete segnate dopo 3 partite perse, dovrebbe farci riflettere.
La quarta partita si gioca con Reggio e finalmente il gioco decolla: la vittoria porta Firenze a disputare l’incontro per il quinto posto, che si aggiudica a spese del Modena alla ‘golden meta’.
Una giornata difficile, quindi, tra emozione e stanchezza del viaggio, il numero ridotto (hanno giocato sempre senza cambi ed in una partita sono addirittura rimasti in due in meno per un tempo intero) che però non sono bastate per cancellare la voglia di stare insieme ai propri compagni e con loro sfidare tutti.
E non va dimenticato che questi tornei sono un’ottima occasione per verificare il proprio grado di preparazione, confrontandosi con squadre che usualmente non si incontrano nei concentramenti: un bel punto di partenza per migliorarsi, non solo sportivamente.
Un grande e infinito grazie a Mohini e ad Ilaria, che malgrado le pessime condizioni di salute è partita con la squadra ed è stata presente, seguendola in tutte le partite giocate; a tutti quei genitori che ogni volta si sacrificano e si “spendono” tanto per queste trasferte; ai bambini di Aeroporto Firenze che riescono ad affrontare con la gioia qualsiasi situazione.
Ma un elogio speciale va a Bruno, che a soli 6 anni, per la sua gran voglia di giocare e stare insieme ai suoi compagni, è partito senza i genitori per Reggio Emilia! GRANDE BRUNO!!!

Aeroporto Firenze U6: Bruno Bellantoni, Andrea Bianchini, Lorenzo Cellini, Tiziano Conti, Mattia Cresti, Bernardo Morici.
Educatrici: Ilaria Giusti e Mohini Puce

Rita Pellanda Cellini – Gianni Savia – Foto: Andrea Cellini