Under 10: ad Arezzo con due squadre

Prima uscita stagionale per i giovanissimi di Mattei ed Abussi

Arezzo, 20 ottobre 2013

Ed eccoci ritrovati con i nostri piccoli ex under 8 unitamente ai fratelli ‘senior’ dell’under 10 di Aeroporto Firenze Rugby al primo concentramento della stagione organizzato domenica 20 ottobre al campo Arrigucci di Arezzo dall’Associazione Sportiva Vasari Rugby e che ha visto la presenza in campo della squadra ospitante, del Gispi Prato con due formazioni e del Cus Siena.
Grande emozione per l’inizio della nuova stagione per i nostri piccini che numerosi si sono presentati in campo accompagnati tutti da Mauro Mattei ed Antonio Abussi.
Ruggero Chiostrini, Dario Denti, Souffy Fahd, Elia Fioravanti, Lapo Grevi, Giulio Miniati, Francesco Bartoloni, Pietro Maiorano, Alberto Pupeschi, Pietro Frezzi, Guido Stanganini, Neri O’ Connor, Mattia Pinnelli, Duccio Rutigliano, Ruben Pesci, Lorenzo Fanfani, Riccardo Morini si sono affiancati ai loro fratelli maggiori Arturo Conti, Matteo Meoli, Olmo D’Alessandro, Neri Camiciottoli, Andrea Ormi, Mattia Bacci, Francesco Piemontese ed Elia Grieco, dimostrando che già dai primi passi in questa nuova categoria non manca l’intesa tra tutti e forte e grande è la voglia di giocare insieme.
Tutti i bambini sono stati distribuiti in due squadre e mescolati equamente per età, altezza e corporatura per affrontare in due gironi gli avversari e, sebbene certe partitelle siano state più massacranti di altre ed i nostri abbiano subito in certi casi delle brucianti sconfitte per il punteggio riportato, non si sono mai lamentati della sconfitta ma si sono adeguati alla nuova formazione della squadra, continuando soprattutto a divertirsi.
E questo è merito non solo degli allenatori che li hanno sempre coinvolti e spronati con sorriso e fermezza, ma anche dei nostri bimbi senior e dell’esempio che hanno dato ai più piccoli rimasti inizialmente meravigliati e spiazzati di fronte alle dimensioni notevolmente maggiori del campo da gioco rispetto ai campini dove erano abituati a giocare.
I grandi hanno fatto subito vedere come si gioca in questa categoria ed i più piccoli hanno recepito l’insegnamento adattandosi alla corsa “ più dura” e più lunga ed alla regola del calcio d’inizio, insomma a tutte quelle cose alle quali da adesso in poi dovranno fare attenzione nel gioco di squadra.
Grande carica hanno dato loro anche le ulteriori partitelle che hanno disputato contro il Gispi terminati i gironi del concentramento, poiché il confrontarsi con bambini che sono già inquadrati e che da soli sanno già schierarsi in campo sia all’inizio della partita che durante le azioni di gioco, ha permesso ai nostri di trovare un amalgama e di tirare fuori grinta e voglia di fare, ma soprattutto ha fatto capire loro che, sebbene si tratti di minirugby, quest’anno le cose si fanno più difficili.
La loro gioia e spensieratezza non è comunque venuta meno anche in questo nuovo contesto perché sempre a bordo campo hanno giocato, riso ed abbracciato i propri allenatori e questo, a cuor di mamma, è il più bello spettacolo che si possa vedere.
Terminato il concentramento, i bimbi si sono recati al terzo tempo e lì non ce n’è stata più per nessuno.
Bravi bimbi, il cammino si prospetta lungo e faticoso, ma avanti così… sempre con il sorriso sulle labbra.

Simona Chiostrini – Foto: Fabio Bartoloni