Under 12, che inizio! Sfida al Belfast Academy R.F.C.

Tre giorni intensi di scambi con i Nordirlandesi, in visita a Firenze

Firenze, 9 ottobre 2015 – Inizia alla grande l’anno dei ragazzi dell’U.12 di Toscana Aeroporti Firenze Rugby 1931: il primo appuntamento della stagione è l’incontro con i ragazzi del Belfast Academy R.F.C., club che può vantare radici risalenti agli albori del gioco, in trasferta a Firenze.
Ragazzi trepidanti durante tutta la settimana per l’attesa dei graditi ospiti che finalmente, venerdì sera 2 ottobre, hanno varcato con i loro allenatori la soglia dello stadio Lodigiani, tutti timidi ed impacciati.
Ma ben presto la timidezza è sparita di fronte alla ‘cura’ ideale, la palla da rugby, tanto che, superato l’impatto iniziale, un nutrito drappello di ragazzi irlandesi ed italiani è finito a giocare ad una sorta di touch rugby e calcio insieme, mentre un altro gruppo si cimentava in arditi ‘voli’ su mucchi di sabbia in Piazza Rugby, abbarbicato alla meno peggio a dei carrelli trovati
incustoditi.
I ragazzi dell’Academy hanno trascorso il sabato in visita alle bellezze artistiche di Firenze per poi ritornare ad un certo punto della giornata al campo del Firenze Rugby 1931 quando, memori del divertimento della sera precedente, la fame di rugby ha cominciato a farsi sentire.
La domenica mattina era il giorno dell’atteso match e le due squadre, sotto un torrenziale scroscio di acqua ‘all’irlandese’ e con il campo di allenamento ridotto ad un lago, hanno dato luogo ad un triangolare; i fiorentini hanno sfoderato bel gioco e tanti placcaggi, cosa che ha entusiasmato il loro allenatore Marco Magini, tanto soddisfatto perché tutti i ragazzi, anche quelli di taglia più minuta, avevano mostrato grinta da vendere ed avevano placcato avversari decisamente più grandi fisicamente, sprezzando il pericolo e la soverchiante superiorità fisica.
Di rito e irrinunciabili i tuffi nelle pozze del campo sotto il diluvio e poi… Via! Tutti al super terzo tempo organizzato dai mitici volontari di Toscana Aeroporti Firenze Rugby 1931: ricco menù a base di lasagne a volontà, pasta pasticciata e tanti dolci e lì… Non ce n’è stato più per nessuno!
E’ seguito un momento commovente, quando si sono cementate le amicizie e rinnovate le promesse di reciproche visite future, con scambio di ringraziamenti e consegna ai fiorentini del gagliardetto del Club nordirlandese accompagnato da spille che i ragazzi hanno ricevuto con vero piacere e che, a loro volta, hanno ricambiato donando le maglie del Firenze Rugby 1931 e intonando l’Alabim, a ricordo di questa bella esperienza.
Gli Irlandesi hanno contraccambiato intonando il loro inno patrio ed i nostri l’Inno di Mameli… Ed i grandi si sono commossi!!!
E per terminare alla grande, tutti insieme hanno assistito alla partita del Coppa del Mondo di Rugby Italia-Irlanda, che ha chiuso le tre splendide giornate.
Alabim
Simona Chiostrini – Gianni Savia – foto: Selvaggio Denti