Categoria: UNDER 14

Al Reno Bologna il Trofeo Toscana Aeroporti del 19° Torneo Città di Firenze Under 14

Sul podio anche Rugby Casale e Cus Genova. I biancorossi del Firenze Rugby 1931 al 5° e 14° posto

Firenze – Domenica 26 maggio si è celebrata una grande domenica di rugby giovanile al Ruffino Stadium Mario Lodigiani con la 19° Torneo Città di Firenze Under 14 che ha visto la partecipazione di 13 società provenienti da 5 regioni d’Italia (Toscana, Lombardia, Emilia Romagna, Liguria e Piemonte).
Il torneo è stato vinto dal Reno Rugby 1967 Bologna che si è aggiudicato per 10 a 0 la finale con il Rugby Casale -1 facendo suo il Trofeo Toscana Aeroporti
I padroni di casa della Toscana Aeroporti Firenze Rugby 1931 hanno partecipato con 2 formazioni e si sono piazzati al quinto e al quattordicesimo posto. Prima di arrivare alle finali le quindici squadre, suddivise in quattro gironi, si sono affrontate a viso aperto in una mattinata di incontri serrati, regolati perfettamente dall’organizzazione.

Tutte le componenti di questa riuscita manifestazione insieme agli event sponsor Toscana Aeroporti, Vueling Airlines e Pam Panorama sono state ringraziate dal discorso di introduzione alle premiazioni del Presidente di Toscana Aeroporti Firenze Rugby 1931 Vezio Fanelli.
Presente l’assessore allo sport del Comune di Firenze Andrea Vannucci che ha premiato la vincitrice mentre Stefano Giannardi in qualità di responsabile dell’organizzazione del torneo ha consegnato il secondo premio. Enrico Corrado, promotore della prima edizione del Torneo Città di Firenze nel 2001 come presidente del Rugby Firenze 81 e attualmente presidente della Scuola Rugby Rufus San Vincenzo, ha consegnato la coppa del terzo classificato al CUS Genova Rugby.
Tutte le altre compagini sono state premiate da Sebastian Rodwell, centro e una delle colonne della prima squadra della Toscana Aeroporti I Medicei.

Una bella giornata di sport, insomma, in attesa dell’altro grande evento organizzato da Toscana Aeroporti Firenze Rugby 1931, questa volta dedicato ai più piccoli, che andrà sui campi dell’impianto Padovani il prossimo fine settimana, il Torneo Francesco Borelli, giunto quest’anno alla 13ª edizione.

Classifica finale:
1 – Reno Rugby 1967 Bologna
2 – Rugby Casale – 1
3 – Cus Genova Rugby
4 – Valorugby Emilia
5 – Toscana Aeroporti Firenze Rugby 1931 – Rossa
6 – Ivrea Rugby Club
7 – Biella Rugby 1977
8 – Rufus San Vincenzo
9 – Rugby Como
10 – Florentia Rugby
11 – Etruschi Livorno
12 – Savona Rugby Youngs
13 – Rugby Casale – 2
14 – Toscana Aeroporti Firenze Rugby 1931 – Bianca
15 – Grosseto Rugby Club

Jacopo Gramigni

Grande domenica di rugby giovanile: Torneo Città di Firenze Under 14 e fasi nazionali Under 18

Due appuntamenti da non perdere in programma al Ruffino Stadium

Firenze – Sarà una domenica ricca di appuntamenti all’insegna del rugby giovanile quella che attende gli appassionati al Ruffino Stadium il 26 maggio. Ai nastri di partenza il Torneo Città di Firenze – Trofeo Toscana Aeroporti Under 14 che alla sua 19a edizione vedrà arrivare a Firenze 12 società provenienti da tutto il territorio nazionale.

Insieme ai padroni di casa del Firenze Rugby 1931 si contenderanno il podio: Biella Rugby 1977, Rugby Casale, Rugby Como, Cus Genova Rugby, Etruschi Livorno, Rugby Florentia, Grosseto Rugby Club, Ivrea Rugby Club, Reno Rugby 1967 Bologna, Rufus San Vincenzo, Savona Rugby Youngs e Valorugby Emilia.

Il programma:h 9.00-12.00 – fase a gironi di qualificazioneh
14.15 – semifinali
(h 13.00 – Under 18 – Toscana Aeroporti I Medicei Under 18 v Roma Legio Invicta XV)
h 15.30 – finaline
h 16.30 – finale 1/2
Con Toscana Aeroporti gli event sponsor della manifestazione saranno Vueling Airlines e Pam Panorama.

Brochure del torneo: https://issuu.com/imedicei/docs/torneo_citt__di_firenze_presentazio_46c663006999df

TOSCANA AEROPORTI I MEDICEI UNDER 18 – FASI NAZIONALI

Ultima uscita al Ruffino Stadium della stagione per la Toscana Aeroporti I Medicei Under 18 che domenica alle 13.00 incontrerà davanti al suo pubblico la Roma Legio Invicta XV nel 5° turno della fase nazionale a gironi per il titolo italiano.
Il XV di Sorrentino e Falleri, secondo in classifica a 2 punti dalla capolista Unione Rugby Capitolina, dovrà ribaltare il risultato dell’andata per mantenersi agganciato alla prima in classifica e giocarsi tutto in trasferta a Roma nell’eventuale scontro diretto per l’accesso alla finale scudetto.

Match program: https://issuu.com/imedicei/docs/mediceo-u18_dgt_ok_sing

Jacopo Gramigni

OTTIMO RISULTATO DELL’UNDER 14 AL TORNEO DI ROVATO MENTRE UNDER 8 E UNDER 12 SI PIAZZANO AL TORNEO DI PARMA

UNDER 14 – Torneo “Città di Rovato” – TOSCANA AEROPORTI FIRENZE RUGBY 1931-Rovato BS, stadio Pagano – sabato 18 e domenica 19 maggio

AL TORNEO INTERNAZIONALE DI ROVATO FRESCHEZZA, CORAGGIO E UN OTTIMO 7° POSTO SU 24 SQUADRE!

Il Torneo Internazionale di Rovato giunge quest’anno alla 7° edizione. Ottimamente organizzato dalla omonima Società, il torneo vede coinvolte quest’anno 24 squadre delle 19 Società partecipanti.
Gli allenatori Giacomo Taiuti e Alberto Biancalani hanno fatto una scelta coraggiosa e al tempo stesso mirata per formare la futura Under 14. Al Torneo hanno partecipato solamente i ragazzi del 2006 che si sono visti confrontare con Società formate per la maggior parte dei casi interamente da ragazzi del 2005. In campo i centimetri, la stazza fisica e l’esperienza era sempre appannaggio degli avversari.Ci presentiamo in campo con un tempo a dir poco inclemente, con vento e pioggia incessante.Nella prima partita ci scontriamo contro il Rugby Oltremella, paese del bresciano con forte tradizione rugbistica. Per noi spettatori è stata una piacevole sorpresa vedere i nostri giovani biancorossi scontrarsi sfruttando la velocità e il giro palla. Ne esce fuori una partita dal risultato inaspettato, un bel 19 a zero per i nostri colori con mete di Becattini, Bianchi e Silei con 2 realizzazioni di Fasti.Nello scontro successivo ci attendono i padroni di casa, decisi a far valere nelle mura amiche la loro determinazione. Ne esce fuori un match di particolare intensità fisica, dove a questo punto il Firenze inizia a ribattere colpo su colpo, attuando un gioco fondato soprattutto sull’agonismo e la tenacia. Il risultato non si sblocca ma il Firenze non corre pericoli particolari ma al tempo stesso non riesce a penetrare nella difesa avversaria.A un minuto dal termine il Firenze 1931 raccoglie le forze e avanza imperiosamente. Il Rovato non può altro che fermarci commettendo fallo. A quel punto Fasti si prende la responsabilità e piazza l’ovale per realizzare un tiro da 3 punti decisivo. Tira vento, fa freddo, piove, il clima atmosferico e del campo non sono propizi. Ma il nostro giocatore piazza la palla, prende fiato, raccoglie la concentrazione… guarda i pali… guarda il pallone… e piazza inesorabilmente per i 3 punti vittoriosi.Nella terza partita ci troviamo contro il Rugby Milano, nostra vecchia conoscenza incontrata nel SuperChallange di Colorno. La stanchezza e il divario fisico si fanno sentire ma comunque ci piazziamo secondi nel Girone, affrontando nei match successivi Cus Milano, Brno e Monza.Il Cus Milano ci batte ma non ci schiaccia e soprattutto alla fine del match deve assistere a un egregio intercetto di Cardelli che conclude in meta replicando il suo oramai famoso coast to coast visto già in terra senese in altra partita.Contro il Brno ammiriamo la vera essenza di questa squadra. Di fronte a un avversario di levatura tecnica e muscolare superiore, i giovani Under 14 accettano la sfida e ne esce un confronto senza sosta, con un piccolo vantaggio dei cechi portato faticosamente al fischio finale. Giusto per meglio comprendere l’intensità della gara segnaliamo che il club straniero ha concluso la partita con un giocatore in meno.Contro il Monza entriamo in campo esausti e non cogliamo i frutti sperati, pur evidenziando una meta di Fasti e tenacia del gruppo a livello corale.Alla fine del Torneo la soddisfazione degli allenatori era evidente. Hanno portato una squadra “verde” per investire sul futuro cammino di questo gruppo che già in passato ha dato grandi soddisfazione e sono stati ripagati concretamente.La cosa che ci ha particolarmente colpito e gratificato è stata quella di ricevere complimenti e apprezzamenti dalle squadre avversarie, sia dallo staff tecnico che dagli spettatori. La cosa deve essere beneaugurante per i prossimi e immediati importanti appuntamenti sportivi che ci vedranno protagonisti.

Testo di Marco Papini – Foto di Marco Dromi


UNDER 12 – Torneo “Lupo Alberto” – TOSCANA AEROPORTI FIRENZE RUGBY 1931-Parma, campo Moletolo – domenica 19 maggio ore 9.00

Quarto Torneo della stagione quello di “Lupo Alberto” alla cittadella del Rugby stadio Lanfranchi di Parma per i ragazzi Under 12 di Toscana Aeroporti. Torneo di qualità e ben organizzato nonostante il maltempo con uno svolgimento delle partite e premiazioni in perfetto orario senza lunghe soste. I due gironi all’italiana con sette squadre ciascuno permettono di svolgere sei partite di otto minuti ad un unico tempo e un incrocio finale. Le squadre che incontra Firenze Rugby 1931 sono: i Leoni, Parma Young, Malpensa, Highlanders, Versilia Union e Chicken 1956. I gigliati biancorossi entrano in campo con una propria consapevolezza, che poi risulterà determinante in tutto lo svolgimento della gara, acquisita in una stagione di allenamenti e per la partecipazione dei tornei, per giunta ottenendo ottimi risultati. Le partite si svolgono in successione e in alternanza tra due campi adiacenti. I risultati nelle prime tre partite sembrano arrivare nemmeno con troppo sforzo e buone le altre vittorie. Ottima la coesione tra i ragazzi che mostrano di capirsi e sapersi organizzare ognuno con il proprio ruolo. In assoluto quello che si nota è seguono quasi alla lettera le coordinate del coach-educatore Marco Magini eccezionale nel saper tirar fuori loro il meglio. La partita più ostica è stata quella con Parma Young squadra agguerrita e tutto i loro staff e con una meta annullata a nostro discapito, ma sappiamo che questo può succedere: finita 2 a 1. L’ importante è saper tirar fuori il carattere e sapersi rifare alle prossime occasioni. Infatti il secondo posto nel girone permette a Toscana Aeroporti Firenze Rugby 1931 di riscattarsi per il terzo o quarto posto posizione decisamente lusinghiera. Quasi della stessa grinta è stata la finale con Mirano dove i nostri atleti sono determinati al cento per cento nei placcaggi che non lasciano spazio, a spinte in maul e ottime azioni individuali. La partita finisce 1 a 1, ma come da regolamento si va per la “ golden meta” per un minuto ed i nostri ragazzi con forza cuore e passione arrivano alla meta. Un emozione immensa arriva a tutti i presenti allenatore, accompagnatori e genitori che forse non si aspettavano questo altro ottimo risultato della stagione. E dunque Toscana Aeroporti Firenze Rugby 1931 Under 12 terzi classificati. Alabim!

Testo di Roberta Falcini – Foto di Andrea Giovannini


UNDER 10 – Torneo “Lupo Alberto” – TOSCANA AEROPORTI FIRENZE RUGBY 1931-Parma, campo Moletolo – domenica 19 maggio ore 9.00

Ultima trasferta fuori regione della stagione per la propaganda del Firenze Rugby 1931, destinazione Parma. La dodicesima edizione del Trofeo Lupo Alberto si svolge domenica 19 maggio alla Cittadella del Rugby. Bello l’impianto, puntuale l’organizzazione, un po’ meno il meteo che regala, tranne in pochi momenti, pioggia tutto il giorno. Neppure il tempo di scendere dal pullman e trovare lo spogliatoio che i nostri, ancora frastornati dal viaggio, si ritrovano in campo contro i giallo vestiti Highlanders di Formigine. Oltre a loro, del girone a 5 che compone la prima fase del torneo fanno parte i Centurioni Rugby, i “Pellerossa” del Rugby Noceto e i neroverdi del Rugby Lyons. Alla fine di questa fase i risultati non ci sorridono, i nostri infatti portano a casa soltanto una vittoria contro i Centurioni, ma quello che si è visto sul campo racconta in realtà qualcosa di diverso. Tranne il primo impegno contro i modenesi (secondi poi nella classifica finale), le partite si giocano tutte sul filo di lana, e soltanto qualche disattenzione e un pò di sfortuna, negano ai nostri un bottino più ricco, ma poco importa. I giovani biancorossi vendono cara la pelle e combattono partita dopo partita senza tirarsi mai indietro. Per fortuna non ci sono grandi pause, e subito finiti i gironi si passa alle finaline, altri due incontri che, pur non vedendoci lottare per le zone alte della classifica, regalano ai presenti molte emozioni. La prima delle due si conclude infatti con una sofferta vittoria dei nostri alla golden meta a spese degli ottimi coetanei del Parma young, mentre la seconda con una sconfitta finale nei confronti del Sud Tirolo, che oltre al bel gioco e alla grinta dimostrata condivide con il Firenze 1931 anche i colori biancorossi.Purtroppo il tempo non permette di sfruttare a pieno i tempi dilatati del torneo e ai bambini non rimane che rifugiarsi sotto il sempre presente gazebo, dove i genitori sostano volentieri organizzando un banchetto di tutto rispetto. Si torna a Firenze dunque col sorriso sulle labbra e con la testa già al prossimo impegno, quel del Torneo Borelli che tutte le categorie, dalla 6 fino alla 12, attendono con trepidazione e fermento.

Testo e foto di Tommaso Martinoli


UNDER 8 – Torneo “Lupo Alberto” – TOSCANA AEROPORTI FIRENZE RUGBY 1931-Parma, campo Moletolo – domenica 19 maggio ore 9.00

La sveglia suona alle 5.00 del mattino, i piccoli biancorossi schizzano giù dal letto per incontrarsi con i compagni di squadra e alle 5.45 salire tutti insieme sul pullman che li porterà a Parma, nella “Cittadella del Rugby” cuore della tradizione rugbistica.Il meteo purtroppo non ci aiuta, lasciamo Firenze con la pioggia che ci accompagnerà per tutto il viaggio. La Cittadella è un impianto immenso, con prati verdi per giocare ed i nostri piccoli atleti sono forse anche intimoriti da tutta questa grandezza.La tensione è alta, ma appena arriviamo, dopo un’affannosa ricerca degli spogliatoi, subito in campo a scaldarsi ed inizia il 12° Torneo Lupo Alberto.Nonostante il campo pesante i nostri giovani atleti sfoderano subito grandi prestazioni, placcaggi e mete non mancano, attacco e difesa solidi ci portano le prime due grandi vittorie: vinciamo i Pellerossa per 9 mete a 0 ed i Lyons 7° Milanese per 6 a 1.Passiamo primi il girone con punteggio pieno. A questo punto i nani sono carichi come molle, uniti e compatti.La pioggia va e viene, i genitori con i piedi a mollo non si fanno intimorire dalle trombette portate dagli avversari: con un tifo spacca-corde vocali sovrastano il loro suono e sostengono i guerrieri nel fango.Il 2° girone prevede avversari di livello superiore: gli Amatori Union Milano ed i Leoni, entrambi vincenti dei rispettivi gironi con punteggio pieno. Si affrontano per primi gli Amatori Milano con grinta e determinazione portando a casa un bel 6 a 0.I nostri ragazzi sono partiti senza farsi troppe illusioni, ma pian piano che la giornata scorre hanno cominciato a crederci sempre di più e anche la partita contro i Leoni li vede protagonisti di un’ottima difesa e di un buon gioco di squadra.La partita si è svolta prevalentemente a centrocampo, la nostra difesa un muro biancorosso, le nostre ali, frecce ai fianchi degli avversari che vengono presi d’infilata varie volte. I nani del Firenze 1931 vincono così anche il 2° girone e accedono gloriosamente anche a questa finale.Sono solo le 11.30 ma sembra che il tempo sia fuggito via veloce, i genitori cercano di asciugare i ragazzi alla meglio preparandoli per un frugale pranzo.Si riuniscono poi sotto al gazebo biancorosso della Under 8 e Under 10 per ristorarsi e riposarsi a suon di pane e salame.Gli atleti biancorossi, tanto determinati e maturi in campo, fanno emergere il loro animo ancora bambino saltando e rotolandosi nelle pozzanghere di fango per passare le 2 ore che li separano dalla finale …. non smettono mai di sorprenderci!!!Scocca l’ora fatidica, ora si inizia a fare davvero sul serio, le facce si concentrano, gli occhi si socchiudono, i ragazzi stranamente seri e composti si dispongono per il saluto.Il grido di battaglia degli Highlanders mette i brividi, il nostro Urrà Urrà Urrà risuona alto e non è da meno. Il tifo impazza, i compagni più grandi sono tutti lì, i genitori sostengono anche se hanno quasi finito la voce.Si inizia con una mischia pesante a centrocampo, nessuno dei giocatori cede un centimetro di campo, coraggio e forza si scontrano ma una freccia volante si svincola dalla presa avversaria e schizza verso meta: 1 a 0 per il Firenze 1931. Inizia anche a piovere un po’ più forte, i nostri nani sembrano ora in difficoltà, la stanchezza della sveglia all’alba e della tensione si fa sentire, cadono come birilli, sembra che il campo si sia trasformato in sabbie mobili, ma testardi si rialzano sempre e si schierano di nuovo.Pareggio degli Highlanders. I nostri guerrieri non si lasciano demotivare e tornano in vantaggio con un’altra sudatissima meta.A questo punto il gioco si fa ancora più duro, gli avversari fisicamente più pesanti riescono a schiacciare le nostre ali veloci e i nostri placcatori più tosti che incassano senza arrendersi mai.Arriva il 2 a 2 e subito dopo il 3 a 2 con l’infortunio di un Biancorosso prontamente soccorso (e fortunatamente non grave) che lascia tutti i compagni parecchio scossi.L’arbitro fischia la fine di una partita che è sembrata passare in una manciata di minuti….il sogno si infrange sul terreno fangoso.La finale è ormai persa, ma rimane la consapevolezza che il nostro secondo posto è stato ottenuto con tanta grinta, sudore e lealtà.I ragazzi gialloneri e quelli biancorossi si abbracciano per il saluto finale, i nostri hanno facce stanche ed infangate ma senz’altro sono senza rimpianti: hanno davvero dato il tutto per tutto, ci hanno messo sempre il cuore e la testa e come ripetono ad ogni occasione i nostri fantastici allenatori: “l’importante è divertirsi”…. E sicuramente noi ci siamo divertiti!!!

Testo di Elisabetta Piccioli e Fabrizio Fagorzi – Foto di Massimiliano Lecci


UNDER 6 – Torneo “Lupo Alberto” – TOSCANA AEROPORTI FIRENZE RUGBY 1931-Parma, campo Moletolo – domenica 19 maggio ore 9.00

Sveglia presto domenica 19 maggio anche per l’Under 6, presente alla trasferta per il dodicesimo Torneo Lupo Alberto dedicato al minirugby, nella verde Cittadella del Rugby di Parma.Cominciano ben presto a prendere confidenza con il terreno di gioco ben ricco e zuppo di acqua piovuta copiosamente e che regala non pochi momenti di svago ai piccoli giocatori, che iniziano subito con una bella vittoria sulla squadra di Oggiorno 2.Continuano sia l’entusiasmo che l’energia in loro, che come novelle mondine cercano nel fango la palla e fanno sparire le caviglie nelle piccole pozze, ma non sono sufficienti a battere le squadre della Amatori Union e dei Centurioni, ed anche se si riprendono con una vittoria sul Parma young 1,cediamo sotto la spada degli Highlanders, ed ai corsi di Lucciana. I piccoli hanno tenuto un bel ritmo, hanno fronteggiato gli avversari con più decisione e consapevolezza del lavoro di squadra, ed è questo che ci ha scaldato gli animi sostenendoli con un gran tifo dal bordo campo. Certo che sarebbe stato tutto molto più bello se il celeste si fosse visto anche in cielo e non solo addosso alla mascotte di Lupo Alberto che premiava le squadre con una simpaticissima targa e gadgets!!

Testo di Ilaria Pagnini – Foto di Filippo Anichini

UN BEL SECONDO POSTO PER L’UNDER 14 AL TORNEO CACCIUCCO DI LIVORNO

UNDER 14 –  Torneo Cacciucco – TOSCANA AEROPORTI FIRENZE RUGBY 1931Livorno, campo Tamberi  – mercoledì 1 maggio ore 9.00

Nella giornata del 1 maggio si è svolto sulla costa labronica il torneo Cacciucco organizzato dal Rugby Etruschi Livorno e giunto oramai alla terza edizione.La Under 14 guidata da Alberto Biancalani ha ottenuto un buon secondo posto cedendo solo in finale contro il Civitavecchia.Nel girone eliminatorio i nostri ragazzi hanno affrontato le due squadre  locali, giocando in ordine prima con i padroni di casa e poi con i Lions di Livorno.Nella prima partita gli Etruschi hanno mostrato sin da subito di voler onorare le mura amiche, contendendo pallone su pallone alla nostra squadra. Il particolare furore agonistico poco ha potuto contro la Under 14 che ha gestito la partita con tranquillità e concludendo in vantaggio per 22 a 0 (mete di Busi – Soldatini – Fasti – Silei).Nel secondo match i Lions di Livorno hanno anch’essi affrontato la partita con determinazione ma poco hanno potuto contro il gioco espresso dal Firenze 1931 e la partita si è conclusa 21 a 0 (mete di Campofiloni – Stanganini – Fasti).Concluso il girone al primo posto ci attendeva lo scontro contro il Noceto, ottima compagine formata da atleti di particolare prestanza fisica.L’incontro si è svolto con particolare intensità e ha coinvolto emotivamente l’intero pubblico presente.Pronti partenza e il Firenze parte fortissimo realizzando meta con Campofiloni realizzata da Fasti. Sembra il preludio di un monologo biancorosso e invece il Noceto dimostra di essere in semifinale per il bel gioco e l’organizzazione corale. E il pareggio arriva dopo poco. I nostri ragazzi non si abbattono e continuano a macinare gioco trovando sempre ardua resistenza. Oramai mancano pochi secondi al termine e le azioni insistite nell’area di meta trovano in Chiostrini il guizzo per realizzare la meta vincente. Fischio finale e gioia per la finale ottenuta.La finale ci vede contrapposti al Civitavecchia, formazione che si è presentata al torneo a ranghi completi in quanto non condizionata come le altre squadre toscane dagli impegni della selezione regionale.Ne è uscita una bella finale con risultato indiscutibile a favore del Civitavecchia.Torniamo a casa con la gioia di un ottimo secondo posto e con l’ennesima bella prestazione della nostra squadra.Un plauso particolare alla Società organizzatrice per l’ospitalità e l’organizzazione.

Testo di Marco Papini – Foto di Bess Melendez

OTTIMA PRESTAZIONE PER L’UNDER 14, SCONFITTE LE UNDER 16

UNDER 16 ÉliteCampionato Élite – 7° giornata di ritornoFirenze, Ruffino Stadium Mario Lodigiani – domenica 28 aprile ore 12.30

TOSCANA AEROPORTI FIRENZE RUGBY 1931 vs Modena Rugby 1965   8 – 29

Dopo la pausa delle festività pasquali è ripartito il campionato élite under 16 che ha visto i nostri ragazzi ospitare il Modena Rugby, ovvero la compagine ormai stabilmente al quarto posto in classifica.La sfida era molto importante per gli ospiti chiamati a consolidare e difendere la possibilità di confermare la loro permanenza in élite; ricordiamo infatti che solo le prime quattro classificate hanno diritto di accesso diretto al massimo torneo l’anno successivo. Per i biancorossi invece i punti in palio non erano così significativi, ma i ragazzi si giocavano la possibilità di dimostrare a loro stessi quanto valessero davvero indipendentemente dai punteggi.I modenesi provano da subito a mettere in campo svariati schemi di attacco che si infrangono tutti sull’attitudine dei padroni di casa a leggere le situazioni e trovare pronte risposte difensive. È soprattutto grazie al loro mediano di apertura dunque che gli ospiti trovano due mete: frutto entrambe di autentici colpi di genio del numero 10 avversario che con avanzamenti e passaggi ben dosati,  rompe gli schemi riuscendo a bucare le nostre maglie e lanciare i compagni in meta due volte. È da una touche in nostro favore sui 10 metri avversari ed una conseguente rolling maul che nasce la meta fiorentina: ottima giocata del pacchetto di mischia. I fiorentini capiscono che c’è la possibilità di farcela e premono insistentemente sull’acceleratore. Le nostre bordate portano gli ospiti all’indisciplina e guadagnamo così una punizione a venti metri in posizione centrale. Bianchini va per i pali trasformando il calcio piazzato. Si va a riposo sul punteggio di 8 a 12.Nel secondo tempo lasciamo troppo spazio di manovra ai modenesi che finiscono per guadagnare campo costringerci al fallo ripetuto sui cinque metri. Il loro mediano dimostra ancora di saperla lunga: la apre due volte sulla stessa direzione di destra e poi, allargate le maglie difensive, sposta il passaggio sul lato opposto. Meta non trasformata 8 a 17.Mancano circa 10 minuti al termine. I nostri dimostrano di saper bene cosa significhi “mettere pressione” e vengono ripagati, nel loro giusto atteggiamento, da una serie di errori nei passaggi ai quali costringono i modenesi. Riusciamo ad impostare per una lunga fase la manovra più efficace e richiesta dal mister Caneschi nello spogliatoio. Gioco semplice, pick and go, mantenere il possesso. Metro dopo metro conquistiamo con calma i 22 metri. A quel punto i nostri ragazzi entrano nel loro ormai abitudinario “stato di frenesia in zona rossa”. Invece di mantenere la calma e farla perdere agli avversari, ogni portatore si sente come investito di qualcosa di troppo grande e ansiogeno. Si stacca la spina del ragionamento e si attiva la “modalità ariete imbufalito”. Chi pensa che il rugby sia uno sport da cornate tra tori piuttosto che un gioco di strategia, tattica, ragionamento e freddezza si sbaglia. Ben dentro i 5 metri avversari la frenesia mostra i suoi limiti: il pilone che portava palla alza il busto invece di restare basso; tiene palla sotto l’ascella con una mano sola anziché con due stretta al petto. A 10 minuti dal termine sul punteggio di 8 a 17 ci troviamo non solo a rimpiangere una meta non segnata che avrebbe riaperto il match, ma addirittura a subire la marcatura che sancisce la fine delle speranze.A quel punto gli animi si spengono e gli ospiti chiudono con un’ulteriore meta che segna il definitivo 8 a 29.Peccato perché si erano viste cose buone e ben costruite soprattutto in difesa. Per ciò che concerne l’attacco invece resta molto lavoro da fare, lo conferma la statistica: la nostra squadra è in assoluto quella che ha fatto meno mete in tutto il campionato.

Testo di Giorgio D’Alessandro – Foto di Gilda Vitone


UNDER 16 RegionaleCampionato Regionale – 3° giornata di ritornoIolo PO, stadio Chersoni – domenica 28 aprile ore 11.00

Rugby Iolo 1982 vs TOSCANA AEROPORTI FIRENZE RUGBY 1931   76-5

Domenica 28 aprile, sul campo dello Iolo Prato, l’Under 16 del Firenze Rugby 1931 ha giocato l’ultima partita del girone regionale della stagione 2018/19. La nostra rappresentativa ha ceduto per 76 a 5 ad avversari decisamente superiori sul piano fisico, e, nel complesso, non è riuscita ad esprimersi livello delle ultime prestazioni. Ciò è accaduto soprattutto in conseguenza dell’indisponibilità di giocatori  importanti e al fatto che alcuni dei presenti, costretti a giocare fuori ruolo proprio per sopperire alle assenze, hanno avuto inizialmente difficoltà ad entrare nel vivo delle azioni. Non sono tuttavia mancate fasi di gioco apprezzabile da parte dei nostri ragazzi, che – non va dimenticato – sono quasi tutti del 2004, e che pertanto avranno ancora occasione di farsi valere nel prossimo campionato della categoria Under 16. Venendo alle prestazioni dei singoli, si segnalano la metà di Cortopassi, principale punto di riferimento in fase di attacco, i placcaggi difensivi di Zanotelli e il dinamismo di Ermini, che, come di consueto, pur non essendo in perfette condizioni fisiche, ha dato il suo positivo contributo, oltre che un apprezzabile esempio di serietà e di dedizione alla squadra.

Testo di Alessandro Linguiti –  Foto di Andrea Di Marco


UNDER 14 – TOSCANA AEROPORTI FIRENZE RUGBY 1931 vs Bellaria PontederaFirenze, Ruffino Stadium Mario Lodigiani – sabato 27 aprile ore 18.00

Ottima prova sul sintetico del Padovani dei 13 di Biancalani e Taiuti contro il temuto Bellaria Pontedera.La partita ha il sapore di rivincita, in quanto appena tre settimane fa a Pontedera il Firenze perse una sciagurata partita con almeno due infortunati.La sfida inizia sotto il segno della squadra ospite che ci spaventa infilando subito al secondo minuto una meta non trasformata, un brivido percorre il terreno di gioco evocando brutti ricordi, ma ci pensa Campofiloni dopo appena due minuti, con trasformazione di Fasti, ad aprire le marcature portando subito in vantaggio i biancorossi che sembrano un fiume in piena, ogni azione è prolifica, si gioca sui tre quarti e sulle mischie, i fiorentini spazzano il campo come mietitrebbie: alla fine del primo tempo il punteggio è di 42-5.Il secondo tempo parte come è finito il primo, riapre le marcature Maiorano segnando tre mete di fila, all’ottavo del secondo tempo il punteggio è ben oltre ogni aspettativa: 61-5.Il Pontedera è sparito in balia dei biancorossi, che continuano impietosi a macinare mete su mete fino al fischio finale che sancisce la disfatta del Pontedera Bellaria.Una partita a senso unico, quasi un allenamento per gli atleti di Biancalani e Taiuti che si complimentano per l’ottima prestazione.

Testo di Alessandro Metti – Foto di Alessandro Metti


UNDER 8 – Raggruppamento Gispi – TOSCANA AEROPORTI FIRENZE RUGBY 1931Coiano PO, campo Coiano – sabato 27 aprile ore 16.00

Finalmente dopo tanti mesi si torna a giocare per divertirsi! Era tanto che i nostri atleti non partecipavano ad un raggruppamento. Certo vi sono stati i tornei ma lì “si fa sul serio”.Nei raggruppamenti c’è solo la voglia di divertirsi giocando con i propri amici confrontandosi con altre squadre, senza pensare al risultato.Sabato è emersa la voglia di mettere in pratica gli insegnamenti che con tanta dedizione e passione gli allenatori ogni lunedì e giovedì, cercano di trasmettere ai nostri piccoli gladiatori, e placcando e sostenendosi reciprocamente i miglioramenti si sono visti.I nostri rugbisti (per scelta scendevano in campo prevalentemente coloro che non avevano partecipato ai tornei) hanno giocato a Coiano sul campo del Gispi ed hanno ben figurato.Il Gispi era presente con ben tre squadre, insieme a  Sesto Rugby e Rugby Valdarno.L’allenatore Leonardo ha distribuito bene in campo le forze presenti facendo alternare in campo i bimbi presenti cercando di far giocare tutti equamente.Alcuni compagni stante la vicinanza del raggruppamento sono venuti a fare il tifo ai propri compagni.I nostri atleti sostenuti da genitori, parenti ed amici hanno giocato molto bene, con la voglia di ben figurare ma sempre con il sorriso e questa voglia di divertirsi era palpabile anche per coloro che si trovavano a bordo campo.I nostri rugbisti hanno giocato uniti, si sono cercati, hanno placcato con determinazione ed i risultati li hanno premiati.Dopo un bel pomeriggio di gioco al grido “per il Rugby hippy urrà” i piccoli biancorossi hanno fatto l’ultimo scatto per trascorrere un meraviglioso terzo tempo con gli amici delle altre squadre.

Testo di Valentina Orlandi – Foto di Claudio Sozio

DAL SUPERCHALLENGE DI COLORNO GRANDE SODDISFAZIONE PER L’UNDER 14

UNDER 14 –  8° Torneo Farnese “Memorial paolo Quintavalle” 5° Tappa del Super ChallengeColorno PR, centro sportivo Colorno – domenica 14 aprile ore 9.30

I ragazzi della Under 14 guidati da Biancalani e Fantini si sono presentati al 5° appuntamento del SuperChallange di Colorno con la consapevolezza di partecipare con onore nel gruppo che li vede oramai da due Tornei stabilmente nella Top 12 della prestigiosa manifestazione nazionale. Il girone appariva proibitivo con davanti due corazzate del calibro del Verona e del Brescia. Nel primo incontro contro l’organizzata compagine scaligera la nostra squadra si è confrontata con la formazione che sarebbe poi risultata vincitrice del SuperChallange. Il risultato di 22 a 5 a favore del Verona ci ha visti comunque cedere con l’onore delle armi degli avversari. Nel secondo incontro contro il Brescia sapevamo che potevamo giocarsela e riuscire a portare a casa il secondo posto del girone. Partita accesa con spunti di bel gioco in un contesto di un corretto ma acceso agonismo allo stato puro. Partita vittoriosa per 5 a 0 con sofferenza fino all’ultimo secondo con una prolungata fase difensiva di particolare intensità. A questo punto il calendario ci presentava i padroni di casa del Colorno, sostenuti dal pubblico amico e decisi più che mai a fare bella figura. E proprio contro il Colorno i ragazzi della Under 14 hanno sicuramente espresso la migliore partita del torneo, portato a casa un risultato di 31 a 0 che non lascia interpretazione allo svolgimento della partita. A questo punto il tabellone ci offriva la finale per il 5° posto contro Milano. Partita avvincente con due volte il Milano in vantaggio con il Firenze a recuperare in pareggio. Negli ultimi minuti purtroppo il Milano concretizza l’ultima azione concludendo in vantaggio per 12 a 5.Mete di Maiorano, Campofiloni, Fantini, Fasti, Silei.Torniamo a casa con soddisfazione per aver ottenuto un lusinghiero 6° posto nella Tappa del SuperChallange che vedeva contrapposte le migliori 12 squadre del Ranking.

Testo di Marco Papini – Foto di Selvaggio Denti


UNDER 10 – Raggruppamento Valdinievole – TOSCANA AEROPORTI FIRENZE RUGBY 1931 Uzzano PT, campo Corsaro – domenica 14 aprile ore 10.30

Di certo i nostri piccoli atleti sono abituati alle condizioni avverse, nel corso della loro pur giovane carriera hanno già sperimentato campi fangosi, congelati, e chi più ne ha più ne metta, quindi non dovrebbe fare notizia se una domenica mattina a Uzzano, Campo Corsaro, l’Under 10 del Firenze Rugby 1931 scende in campo immersa in un continuo diluvio che la accompagnerà dal riscaldamento fino all’ultima meta dell’ultima partita. Eppure ci ritroviamo volentieri ad evidenziare la loro prestazioni, anche e soprattutto rispetto alle condizioni metereologiche particolarmente avverse. Il raggruppamento è composto da quattro squadre, due per i padroni di casa del Valdinievole Rugby e, oltre ai nostri, da una franchigia nata dall’unione tra Gambassi e Versilia Rugby. Tre incontri dunque divisi in due tempi da 7 minuti. Il campo per fortuna regge bene all’acqua che cade inesorabile e, fin dalle prime battute, si vede che i nostri sono in palla, ben coordinati dall’educatore Alessandro Bonuomo e da Emma Hill di supporto a bordo campo. Le giocate si susseguono regolari, il campo pesante non rallenta le nostre veloci folate offensive e la nostra puntualità difensiva ed è così che riusciamo a portare a casa il bottino pieno. Tre vittorie in altrettanti confronti rendono l’idea della compattezza che questa squadra ha dimostrato in questa grigia domenica di aprile. Cosa ci stupisce ancora dunque e come mai abbiamo ancora una volta sottolineato la caparbietà dei nostri piccoli che, al di là del tempo infausto, si muovono sul campo senza colpo ferire? Come sempre la risposta si perde nell’epica genitoriale e nella leggenda fotografica. La coperta per tenersi al caldo tra un incontro e l’altro, il tè caldo distribuito dagli organizzatori, le mani che a mala pena riescono a tenere in mano il pallone e, nonostante questo, non disdegnano di schiacciarlo a meta. Dettagli certo, tasselli, mattoncini che serviranno a formare l’edificio della loro esperienza sportiva che, siamo certi, li accompagnerà ancora a lungo sui campi da rugby, a prescindere dalle previsioni metereologiche.

Testo e foto di Tommaso Martinoli

I BIANCOROSSI PROTAGONISTI ANCHE AL TORNEO SERBOLI DOVE CONQUISTANO UN PRIMO E UN SECONDO POSTO



UNDER 16 ÉliteCampionato Élite – 5° giornata di ritornoFirenze, Ruffino Stadium Mario Lodigiani – domenica 31 marzo ore 12.30

TOSCANA AEROPORTI FIRENZE RUGBY 1931 vs Amatori Rosignano

Giornata apparentemente perfetta per giocare a Rugby. Splende un bel sole caldo ma non troppo e spira uno zefiretto fresco; il campo è stato appena annaffiato ed esala profumo di erba falciata. Le righe bianche sono candide immacolate e rifatte ad arte per accogliere le varie partite previste in calendario per domenica 31 marzo al Ruffino Stadium Mario Lodigiani. Invece ancora una volta sui nostri Under 16 Élite si abbatte la scure impietosa della sconfitta.Sono gli Amatori Rosignano Rugby, ultimi in classifica del campionato Élite Under 16, ad affrontare alle 12,30 i padroni di casa biancorossi. All’andata una vittoria convincente aveva dato a tutti dei validi motivi per ritenere archiviata la fase complicata che stava attraversando il gruppo. Invece anche domenica abbiamo assistito, purtroppo, ad un ulteriore prova sottotono. Possiamo spezzare una lancia in favore dei mediani: entrambi appena alla loro seconda convocazione in Élite. Fatto sta che dalla mediana passano la maggior parte dei palloni che una squadra conquista: restano decisivi dunque come funzione di cerniera e volano del gioco offensivo. Purtroppo il nostro gioco è risultato lento e macchinoso: la fase di attacco era perciò prevedibile ed affidata alle iniziative individuali. Non a caso le due mete siglate dai padroni di casa sono nate, la prima, da una prodezza individuale di Francesco Lo Gaglio che ha percorso metà campo rompendo tre placcaggi e, la seconda, da una distrazione avversaria nel raccogliere una palla calciata da lontano lasciando quindi la possibilità ai nostri di schiacciare rocambolescamente.Numerosi falli in ruck, svariati gli avanti e le maul fatte crollare, molti i passaggi troppo anticipati senza fissare l’uomo: perdere il possesso palla non aiuta a vincere e questo amareggia soprattutto se tutto ciò è causato da imperizia del portatore piuttosto che da merito dell’avversario.Gli ospiti sono arrivati invece molto più compatti, convinti e cresciuti rispetto all’andata. La loro difesa è risultata sempre avanzante ed in grado di mettere in difficoltà i nostri.  Il loro attacco, seppur non irresistibile, riusciva a tenere viva la palla e dare quel minimo di riciclo e continuità al gioco utili a fare ossigenare meno gli avversari.Come se non bastasse tutto questo, occorre anche sottolineare che gli ospiti hanno preso ben tre cartellini gialli giocando dunque con un uomo in meno circa metà dell’intera partita.È evidente che avremmo potuto fare di più: tutti abbiamo visto la partita di andata contro gli URPS (terzi in classifica) o quella di ritorno contro i Ghibellini. È chiaro che, quando per un motivo e quando per un altro, il risultato finisce per essere drammaticamente al di sotto delle evidenti reali potenzialità del gruppo. Questo rende ancora più amara la sconfitta e la classifica: se non avessero le risorse per fare meglio, ognuno potrebbe lavorare semplicemente sull’accettazione. Il punto è che questo gruppo, ne restiamo convinti, può fare ben altro di ciò che ultimamente esprime. Pertanto resta ai ragazzi adesso la scelta di come lavorare di qui a fine anno. In palio non ci sono dei punti in classifica e non stiamo parlando solo di rugby: di qui passa la possibilità di credere nelle proprie capacità di sapersi rialzare dopo essere caduti. Per questo vale ancora davvero sforzarsi e impegnarsi.

Testo di Giorgio D’Alessandro  – Foto di Vittorio Iervese


UNDER 16 RegionaleCampionato Regionale – Girone  – 4° giornata Uzzano PI, impianto sportivo Corsaro – domenica 31 marzo ore 11.00

Cus Pisa vs TOSCANA AEROPORTI FIRENZE RUGBY 1931 38 – 5 (6-1)

Dopo la sosta la formazione Under 16 della Toscana Aeroporti Firenze Rugby 1931 che prende parte al Campionato Regionale riprende l’attività agonistica a Uzzano contro la Franchigia del CUS Pisa. La partita inizia in ritardo perché alla convocazione del campo di gioco si presentano solo 14 giocatori del Firenze. Fortunatamente il reintegro all’ultimo minuto di un giocatore permette il regolare avvio della partita.I giocatori del Firenze in precedenza avevano vissuto fasi iniziali di partita piuttosto difficili incassando diverse mete proprio nei minuti iniziali. Questa volta l’avvio di partita è decisamente diverso e dopo un inizio equilibrato sono proprio i ragazzi del Firenze ad andare in meta per primi con una bella azione sulla fascia che vede concludere in meta Piccoli.La partita sembra iniziata col piede giusto ed i ragazzi paiono reggere anche quando i ragazzi del CUS Pisa, basandosi soprattutto sulle azioni di alcuni giocatori ben strutturati fisicamente, riescono a riequilibrare la partita.Si nota una buon equilibrio nei placcaggi in mezzo al campo ed una buona carica agonistica nei ragazzi, ma sono alcuni errori grossolani in momenti chiave dell’incontro e, ancora una volta alcuni placcaggi mancati ed una mischia decisamente inferiore, che permettono al CUS Pisa di andare in meta con facilità più volte. Il primo tempo si conclude con un sonoro 38-5.Nella pausa tra primo e secondo tempo un malessere di Piccoli non permette lo svolgimento del secondo tempo e l’arbitro si vede costretto a fischiare la fine della partita con il punteggio finale del primo tempo.

Testo di  Luca Beccastrini –  Foto di Sandro Sbolci


UNDER 14 –  Bellaria Pontedera vs TOSCANA AEROPORTI FIRENZE RUGBY 1931Pontedera PI, polisportiva Bellaria – sabato 30 marzo ore 16.30

Contro il Bellaria partita interlocutoria
La formazione dell’Under 14 guidata da Taiuti e Biancalani è scesa in campo sabato sul campo del Bellaria con il preciso intento di provare nuove soluzioni di gioco e provare alcuni atleti in posizioni nuove.
Sono emerse precise indicazioni soprattutto nel primo tempo. La formazione ha resistito a livello di difesa fino all’ultimo minuto prendendo una malaugurata meta.
Nel secondo tempo la maggiore età e prestanza fisica del Bellaria ha prevalso. Il passivo ha comunque risentito di sole mete frutto di azioni soliste riconducibili alla prestanza fisica.
Il particolare vigore fisico degli avversari ha prevalso, denotando un ammirevole vigore agonistico, non mitigato anzi accentuato dal risultato vincente acquisito.
Un augurio di pronto rientro ai nostri due atleti usciti anzitempo per i duri interventi subiti.

Testo di Marco Papini – Foto di Marco Dromi


UNDER 12 –  25° Torneo Serboli – TOSCANA AEROPORTI FIRENZE RUGBY 1931-  Arezzo, campo Arrigucci  – domenica 31 marzo ore 10.00

Domenica 31 marzo Toscana Aeroporti Firenze Rugby 1931 Under 12 si presenta al secondo appuntamento del mese con la 25° edizione “Lorenzo Serboli”, un torneo patrocinato dalla Federazione Italiana Rugby e riservato alle categorie 6/8/10/12 organizzato in collaborazione con le società della provincia Convitto Nazionale, Arezzo Rugby, Vasari Arezzo e Clanis Cortona Rugby.La categoria Under 12 di Toscana Aeroporti si presenta con ben diciassette atleti a disposizione del coach Marco Magini, che fin da subito fa entrare i ragazzi in un atteggiamento di concentrazione sportiva necessario in queste competizioni. I due gironi all’italiana ci portano a giocare le prime tre partite con Centauri, Siena Rugby e Scandicci. Le partite di 14 minuti ad un tempo unico vedono i gigliati biancorossi  entrare in campo con i Centauri, franchigia tra Arezzo Rugby e Citta’ di Castello; si presenta una partita che impone un buon gioco sia sul piano difensivo sia sul movimento della palla, con passaggi veloci e conclusioni determinanti a favore del Firenze Rugby. Con il Siena Rugby, Toscana Aeroporti reduce da una finale agguerrita con la stessa nella settimana scorsa a Viterbo, riesce ad imporsi già dai primi minuti come se avesse preso le giuste misure e alzato la stanghetta per fronteggiare un Siena che non si presenta con la stessa forma fisica ed anche qui il punteggio termina più che positivo. Altra partita è quella con Scandicci Rugby, più di una volta incontrati sui campi ad inizio stagione, con i quali la nostra Toscana Aeroporti non riesce ad imporsi anche per una fisicità più esile da parte nostra; la partita finisce con un 3 a 1 per lo Scandicci. Per la regola del girone le seconde incontrano le prime dell’altro girone e nel caso del Firenze Rugby trova Vasari Arezzo. Qui i nostri atleti non vogliono perdersi l’occasione di andare in finale e riescono a spuntarla anche questa volta grazie ad una fase difensiva compatta, a placcaggi consecutivi e alla realizzazione di diverse mete, dunque per la seconda volta in una sola settimana i ragazzi Under 12 di Toscana Aeroporti entrano in finale per il primo o secondo posto. Dopo il terzo tempo con una pausa di quasi tre ore i ragazzi non perdono la pazienza e rimangono compatti tra di loro regalandosi anche momenti di gioco e relax. Arrivati i quindici minuti prima della partita l’educatore Marco Magini riesce a richiamarli all’ordine ed ai ragazzi sale quell’energia sportiva determinante in questi momenti. E come tutte le finali ancora una volta il rugby ci ha regalato uno spettacolo davvero entusiasmante. Toscana Aeroporti domina quasi tutta la partita e lo Scandicci non sembra più lo stesso, solo negli ultimi quattro minuti dopo averci annullato una meta per la contemporaneità del fischio per infortunio di un nostro giocatore e essere stati quasi per dieci minuti in fase di attacco, ecco che arriva per loro l’opportunità e bravi a coglierla loro, segnano la prima meta e anche la seconda. Così termina la finale con un po’ di amaro ma non troppo per un più che meritato secondo posto! Quel che conta di queste esperienze è il fatto che la squadra sta crescendo ed ogni volta dopo tanti allenamenti e impegno spesso le soddisfazioni arrivano e dunque ancora una volta Alabim!

Testo e foto di Roberta Falcini


UNDER 10 – 25° Torneo Serboli – TOSCANA AEROPORTI FIRENZE RUGBY 1931-Arezzo, campo Arrigucci  – domenica 31 marzo ore 10.00

Se nell’edizione passata del Torneo “Lorenzo Serboli” di Arezzo le condizioni climatiche avevano messo alla dura prova gli atleti (e i genitori), quest’anno il sole splende forte e la temperatura è ideale per stare all’aria aperta. La sorte è un po’ meno benevola per l’Under 10 guidata da Emma Hill con il sorteggio dei gironi, mettendo i nostri atleti contro Siena e Scandicci.
La prima partita contro il Siena è subito tosta. La squadra, con un’età media inferiore alla gran parte delle altre compagini, si mostra compatta e non lascia spazi. Purtroppo, andiamo sotto di due mete. Poi viene fuori il carattere dei nostri e, recuperando alla grande, chiudiamo in pareggio. La seconda partita con lo Scandicci ci vede più in difficoltà contro una squadra più strutturata fisicamente. Passiamo il girone come secondi per differenza mete e sfidiamo, quindi, i padroni di casa del Vasari. Per niente intimoriti, ci presentiamo carichi e il gioco prodotto ci porta subito ad avere un vantaggio che gli avversari non riescono a colmare. Ci troviamo così a sfidare i Puma Bisenzio nella finale per il 5° e 6° posto. La partita è (a dir poco) maschia con mischie e polveroni in tutte le zone del campo. La sabbia si alza tanto da rendere a volte difficile anche capire cosa succede in campo. Ci allontaniamo sicuri di aver pareggiato. In seguito, ci comunicano che hanno vinto i Puma di una meta, ma i nostri sicuramente non hanno demeritato.
Cosa dire? La giornata, come al solito, è andata al di là dell’evento sportivo. I ragazzi hanno dato il massimo e restano, anche dopo la conclusione delle partite, a fare il tifo per la finale dell’Under 8, così come l’Under 8 era venuta a fare il tifo per i nostri. E, poi, c’è la finale dell’Under 12. I genitori si divertono fuori. Così, quando mi chiedono se sono soddisfatto di aver segnato mio figlio a rugby, posso raccontare una giornata come quella passata.

Testo di Matteo Pozzoli – Foto di Simona Parasassi


UNDER 8 – 25° Torneo Serboli – TOSCANA AEROPORTI FIRENZE RUGBY 1931-Arezzo, campo Arrigucci  – domenica 31 marzo ore 10.00

A una settimana dall’ultimo torneo, l’Under 8 del Firenze Rugby 1931 si ritrova ad Arezzo per il 25° Torneo Serboli. Il poco tempo trascorso dall’ultima competizione, gli allenamenti della settimana, la sveglia all’alba con il cambio dell’ora legale che non aiuta, lasciano più speranze che aspettative sulla giornata impegnativa che attende i nostri piccoli rugbisti. È d’obbligo “resettare” l’importante risultato raggiunto nel precedente torneo, non sottovalutare mai gli avversari e dare il massimo impegno in campo: questo è quanto viene richiesto ai nani biancorossi, e sorprendentemente accolto, prima di iniziare il riscaldamento.Accompagnati dagli educatori Riccardo Romoli e Leonardo Boscherini, i piccoli rugbisti del Firenze 1931 sono collocati nel Girone A del torneo: Scandicci, CUS Siena e Vasari le squadre avversarie.Ottimo l’inizio del girone con Scandicci che vede la nostra U8 realizzare 8 mete senza subirne alcuna. Il CUS Siena manda un messaggio chiaro fin dall’inizio: la partita è combattuta, numerosi i placcaggi e le mischie. Entrambe le compagini non si schiodano dal centro campo, fino a quando i nani biancorossi riescono a volare in meta. Il tempo di esultare e di riprendere il gioco che, la prima distrazione del Firenze, offre l’opportunità della meta del pareggio alla squadra avversaria (1-1). L’ultimo incontro del girone, con i padroni di casa Vasari, si conclude 10-1 per i piccoli atleti biancorossi. Il gioco fluido e pulito della semifinale con i Puma Bisenzio trascorre in un attimo (10-0) e in men che non si dica il Firenze si ritrova di nuovo in finale.Il caldo sole primaverile concede una lunga pausa di relax, dopo l’immancabile e meritato terzo tempo. Genitori e atleti approfittano del clima mite per godere insieme della bella giornata all’aria aperta, fra allegria ed eccitazione. Ma inevitabilmente inizia a salire la tensione per la finale: sul terreno di gioco l’Under 8 dovrà affrontare nuovamente e prevedibilmente il CUS Siena.Giunge il tanto atteso momento, tutti pronti, in fila diretti al campo principale, come soldatini ordinati per la battaglia finale, concentrati e pronti a dare il massimo nell’incontro, con un avversario di tutto rispetto, che non darà tregua e respiro. L’arbitro in divisa verde fischia l’inizio di una finale indescrivibile e difficile da dimenticare. Tutti disposti in linea, occhi fissi sull’ovale, con l’unico obiettivo di conquistarlo, i nani biancorossi non mollano una presa e con grinta, energia e fatica trascinano la difesa avversaria fino a conquistare la prima meta. Il gioco riprende velocemente, l’avversario non demorde, determinato cerca di avanzare, ma la squadra mostra coesione e costanza nel gioco. Unita non concede spazi per oltrepassare la metà campo…è un muro contro muro, ma con motivo di ottimismo della meta realizzata, avanza inarrestabile, sfruttando al meglio la compattezza che caratterizza la squadra e concretizzando la seconda meta. Il CUS Siena, nonostante tutto non si arrende, riprende la partita con un buon gioco, mantiene il possesso palla e la tenacia viene premiata con una meta. Di nuovo a metà campo, palla al Firenze che con determinazione, in un susseguirsi di mischie e placcaggi, cerca di mantenere il possesso dell’ovale. Come piccoli guerrieri, con fermezza, continuano a sostenersi a vicenda, mentre da bordo campo i genitori li supportano, con gli occhi spesso rivolti sull’orologio attendendo la fine degli interminabili “10 minuti” di partita. Quasi come avessero perso la cognizione del tempo, i nani biancorossi dimostrano di aver ancora tanta voglia di giocare, irrefrenabili non gettano la spugna sulla resistenza della squadra avversaria, fino al tanto atteso doppio fischio dell’arbitro che segna la fine della partita: 2-1. L’invasione di campo dei genitori è d’obbligo, quasi da copione, dopo una finale da lasciare senza fiato, quasi increduli del risultato raggiunto e felici alla ricerca ciascuno del proprio piccolo grande rugbista. Sul terreno di gioco i bambini del Firenze Rugby 1931 si complimentano con gli avversari, così come i genitori, per aver regalato loro una finale davvero avvincente, da far venire i brividi! Quando questo gruppetto di amici, uniti dentro e fuori dal campo, che condividono uno sport che richiede coraggio, tenacia e umiltà, guidati da bravi e ammirabili educatori, pensi abbia dato il massimo e che non c’è più niente da pretendere ed aspettarsi, eccoli lì, insieme, uniti, pronti a sorprenderti di nuovo e a regalarti emozioni uniche, rievocando alla mente le note della canzone When We Stand Together dei Nickelback: “We must stand together…There’s no giving in…Hand in hand forever…That’s when we all win”. ALABIM!

Testo di Silvia Valenziani – Foto di Elisabetta Piccioli


UNDER 6 – 25° Torneo Serboli – TOSCANA AEROPORTI FIRENZE RUGBY 1931-Arezzo, campo Arrigucci  – domenica 31 marzo ore 10.00

Domenica 31 Marzo la nostra Under 6 ha partecipato al Torneo Lorenzo Serboli ad Arezzo, dove i nostri giocatori in erba si sono confrontati con impegno con le squadre del Vasari, dell’Empoli-Gambassi e del Siena. L’appuntamento era per le 9 del mattino che in realtà sarebbero state le 8 a causa del passaggio dall’ora solare a quella legale, dunque le facce dei piccoli erano da 8 del mattino. La prima partita inizia bene, mete da una parte e dell’altra ma nonostante l’impegno il Vasari Arezzo si aggiudicano la partita di misura. La seconda partita inizia con un po’ di panico tra i genitori che non riconoscono più alcuni dei propri figli a causa del cambio di casacca: infatti ai granata dell’Empoli mancava qualche giocatore, andato quindi in prestito dalla nostra squadra. Non si ricorda in questo caso il risultato esatto ma fa piacere pensare che sia un buon pareggio. A questo punto sono ormai le 11 e manca l’ultima partita ai nostri piccoli. I genitori iniziano ad allentare la tensione iniziando a bere qualche birra per poi rendersi conto che sarebbero le 10 del mattino il che renderebbe la birra un po’ estrema, ma non importa. L’ultima partita è con i pulcini del Siena, la loro stazza è senza dubbio superiore alla nostra, ma con l’aiuto del tifo dell’Under 8 riusciamo a fare qualche ottima meta e qualche ottimo placcaggio. Anche questa partita è persa ma per noi è come una vittoria.Una buona giornata nel complesso, tenuto conto che la squadra usciva dal precedente e ravvicinato torneo di Viterbo. Navigando a vista i nostri bimbi, acquisendo sempre più scioltezza e complicità nel gioco di squadra, si stanno approcciando ed appassionando a questo gioco, stringendo e non mollando la loro amica palla ovale!

Testo di Alessio Grana e Ilaria Pagnini- Foto di Claudio Sozio

GRANDISSIME SODDISFAZIONI AL XXX TORNEO CITTÀ DI VITERBO

UNDER 14 – IV Tappa del Super Challenge 30° Torneo Città di MoglianoMogliano Veneto TV, stadio Quaggia – domenica 24 marzo ore 09.00

Si svolge a Mogliano Veneto la IV tappa del Torneo Superchallenge Under 14, il Firenze Rugby 1931 è uscito vincitore dalla tappa di Roma ed è inserito in un girone di ferro con Mogliano e Benetton Treviso.Avendo pernottato a Mogliano i ragazzi sono freschi e riposati; la prima partita è proprio contro il Mogliano, squadra di casa favorita. I pronostici sono tutti a favore dei veneti, ma i fiorentini entrano in campo ben concentrati e con la giusta dose di grinta tanto che al primo minuto una bella giocata di Fasti sull’ala Metti riesce a schiacciare in meta, facile per la trasformazione dello stesso Fasti. Una partenza così è positiva in partite a tempo unico di 20 minuti, ma il Mogliano squadra ostica e ben organizzata riesce a centrare la meta due volte ribaltando il risultato, ma è Maiorano al 16° con una bella azione personale che riporta la parità. Bella partita terminata 14-14 contro una delle squadre favorite del torneo. La seconda partita ci vede contro la temibile Benetton Treviso che solo il nome intimorisce gli avversari, ma i fiorentini per niente intimoriti affrontano la sfida con lo stesso piglio della prima, purtroppo è la sfortuna di un rimbalzo sul calcio iniziale che sfuggito all’ala, diventa  subito propedeutico per la prima meta della Benetton. I biancorossi per niente impensieriti continuano il loro gioco fatto di passaggi e sfondamenti ed è da uno di questi che Campofiloni al 4° riesce a passare la difesa avversaria e posare l’ovale in area di meta, purtroppo angolato per la trasformazione, 5-5; la Benetton comunque squadra titolata e ben organizzata riesce a piazzare altre due mete chiudendo l’incontro 17-5, partita per niente scontata contro un avversario di tutto rispetto.Purtroppo la vittoria della Benetton sul Mogliano ci vede passare terzi del girone e incontreremo il Brescia, altra terza dell’altro girone, partita semplice, vinta con tre mete di scarto rispettivamente di Fasti, Metti, Fasti.Con questa vittoria ci troviamo a giocare per il 9^ e 10^ posto contro il Franciacorta.La partita sarà una delle prime del pomeriggio già molto caldo, probabilmente i ragazzi stanchi e deconcentrati entrano in campo senza alcuna convinzione, non sembrano neanche minimamente quelli della mattina, purtroppo il Franciacorta vince con tre mete di vantaggio a zero.Termina così il torneo per i fiorentini che hanno vissuto un’esperienza positiva confrontandosi con squadre di livelli e spessori tecnici diversi  maturando e acquisendo nuove competenze facendone tesoro per il futuro.

Testo e foto di Alessandro Metti


UNDER 12 –  30° Torneo Città di Viterbo – TOSCANA AEROPORTI FIRENZE RUGBY 1931-  Viterbo, stadio Sandro Quatrini  – sabato 23 marzo ore 10.0

Sabato 23 Marzo Toscana Aeroporti Firenze Rugby 1931 Under 12 si presenta insieme alle altre categorie del settore propaganda al Torneo di minirugby della Città di Viterbo per la XXX° edizione. Un Torneo di tutto prestigio riconosciuto dalla Federazione Italiana Rugby anche per la qualità organizzativa e numero di partecipanti. Nella giornata del sabato le Under 8/10/12 hanno disputato la gara con i gironi di qualificazione, semifinali e finali eccetto la categoria under 6 che ha partecipato senza finali.I nostri gigliati biancorossi entrano in campo con le preziose direttive dell’allenatore educatore Marco Magini, che conosce bene i suoi ragazzi e ad ognuno di loro sa tirar fuori il meglio di sé in queste occasioni. La prima partita contesa con la squadra di casa il Viterbo Rugby, nonostante avversari prestanti fisicamente il Firenze Rugby 1931 organizza un gioco con ritmo veloce, passaggio alla mano e una pronta difesa, ottenendo un ottimo risultato. Anche con le altre due squadre del Lazio Rugby e di Anzio si ripetono le stesse caratteristiche di un gioco fatto di placcaggi difensivi, movimentazione continua della palla e determinazione crescente; così finiscono con risultato pieno. La semifinale si dibatte con Lazio Tor Tre Teste Rugby ed anche a questo giro i ragazzi si convincono sempre di più a non voler perdere l’ occasione che si sta per presentare e finiscono positivamente.Una pausa ben di due ore e mezza dopo il terzo tempo sembra poter incidere talvolta nel perdere quella concentrazione acquisita durante le partite disputate, invece i nostri atleti vogliono mantenere salda l’energia sportiva trovata fin dalla partenza davvero mattutina e si concedono non troppi svaghi mantenendosi compatti e sempre in gruppo, mentre i genitori insieme a quelli delle altre categorie rinsaldano amicizia e convivialità: momenti davvero unici per chi vive queste splendide giornate di rugby.Prima della finale di Toscana Aeroporti con Siena i ragazzi under 12 supportano con un coro affiatato la categorie 8 e 10 arrivate in finale.Nella finale il Toscana Aeroporti e il Siena regalano una bella partita di rugby da vedere, di quelle indimenticabili e che porti nel cuore, soprattutto i ragazzi del Firenze Rugby 1931 che si aggiudicano per la loro tenacia il tanto ambito primo posto!Alabim!

Testo di Roberta Falcini – Foto di Tommaso Martinoli


UNDER 10 – 30° Torneo Città di Viterbo – TOSCANA AEROPORTI FIRENZE RUGBY 1931-Viterbo, stadio Sandro Quatrini  – sabato 23 marzo ore 10.00

Là dove c’era il fango adesso c’è… un bel prato verde! Cambia radicalmente il meteo ma non la location. Lo scorso anno le condizioni proibitive del cielo sopra Viterbo avevano fortemente condizionato l’andamento e l’avanzamento del torneo, rendendolo epico da un lato, ma durissimo dall’altro. Quest’anno invece il sole primaverile (quasi estivo) accoglie il pullman con i nostri ragazzi che, per niente condizionati dalla levataccia scendono pimpanti e così si mantengono per tutto l’arco della competizione. I biancorossi, supportati come sempre dall’educatrice Emma Hill, sono divisi in 3 gironi da 3 squadre ciascuno. Si parte forte contro i coetanei del Montevirginio Rugby e il risultato positivo sprona i nostri che partono col piede giusto anche nella seconda sfida del girone contro i coetanei dell’Anzio Rugby Club. La partita è tosta, equilibrata ma molto fisica, ed è lì che i nostri pagano pegno. La nostra squadra, molto giovane rispetto alle altre pari categoria presenti al torneo, fa della rapidità e delle ripartenze le sue armi migliori, ma quando lo scontro fisico si fa più intenso, fatica. Perdiamo in questo modo l’unica partita del torneo, sconfitta che purtroppo però ci lascia fuori dalle prime tre posizioni. Non c’è tempo di pensarci troppo che si passa subito ai gironi finali, dove  ci aspettano altre due partite. La prima contro una delle due formazioni del Lazio Rugby, partita al cardiopalma che ci vede sotto fino a pochissimi minuti dalla fine ma che, inaspettatamente, recuperiamo e vinciamo proprio grazie a quei lampi fulminei che ci caratterizzano. Dobbiamo aspettare il pomeriggio per giocare l’ultima partita della giornata, giocata sul campo principale dopo un ottimo terzo tempo, contro i pari età del Rugby Lanuvio, partita equilibrata che riusciamo a portare a casa insieme ad un meritato quarto posto finale. Una sola sconfitta dunque e una posizione in classifica che lascia i bambini contenti ma convinti di essere stati molto vicini a raggiungere un gradino ancora più alto della classifica. Come sempre però, non possiamo certo ridurre l’esperienza di questa bella giornata al mero resoconto tecnico o al risultato sportivo. La parte più bella è senz’altro stata la coesione di tutte le categorie della propaganda. Non sempre infatti ai tornei si riesce a stare insieme, dipende dalla collocazione dei campi, dalla posizione dei gazebo e da altri fattori, questa volta invece, nel momento delle finali pomeridiane, ci siamo ritrovati tutti uniti, i bambini hanno fatto il tifo, incitato i propri colori. E così mentre la nostra Under 8 vince meritatamente il torneo della sua categoria, i compagni dell’under 10 e della Under 12 festeggiano con loro a bordo campo. Fino all’epilogo, la finale dei più grandi che, dopo una bella prestazione, salgono anche loro sul gradino più alto del podio. Ancora una bella giornata dunque, intensa e prolifica, ma non c’è neppure il tempo di rifiatare, perché il prossimo fine settimana si torna il campo ad Arezzo, per il XXV  Torneo Serboli, ultimo tassello da aggiungere a questo mese di marzo così ricco di impegni e di emozioni.

Testo e foto di Tommaso Martinoli


UNDER 8 – 30° Torneo Città di Viterbo – TOSCANA AEROPORTI FIRENZE RUGBY 1931-Viterbo, stadio Sandro Quatrini  – sabato 23 marzo ore 10.00

La primavera si prende la sua rivincita alla XXX edizione del Torneo Minirugby “Città di Viterbo”. Il gelido e piovoso ricordo del 2018 viene spazzato via da una calda e limpida giornata di sole, che segna sin da subito il sorriso dei giovani dell’Under 8 Firenze Rugby 1931 e del loro allenatore Riccardo Romoli.Sulle spalle, non solo gli zaini biancorossi, ma anche la responsabilità di difendere il terzo posto duramente e meritatamente conquistato dall’Under 8 del 2017/2018, in condizioni climatiche estremamente avverse.Il girone di questa edizione del torneo prevede incontri, nell’ordine, con Lanuvio, US Roma e Viterbo.Il fischio dell’arbitro dà inizio alle partite. Sul terreno di gioco i piccoli biancorossi, schierati in linea, non lasciano avanzare gli avversari, placcano tanto, recuperano, si supportano. Si spinge con voglia, determinazione e passione…e si vede!!! Il pubblico e i genitori restano senza voce e quasi non si accorgono che il Lanuvio non supera mai la metà campo (3-0). Più “tirata” la partita con US ROMA (4-3) che prelude, comunque, ad una vittoria con Viterbo (8-0) e poi con Lazio (6-0) nella semifinale. E così, con un gioco di squadra brillante, coeso e tanta energia, i piccoli rugbisti del FI 1931 arrivano in finale imbattuti, in una mattinata che trascorre in un lampo e che viene temperata da un immancabile terzo tempo.L’attesa di giocare la finale lascia il tempo di maturare la consapevolezza dell’importante risultato raggiunto. L’adrenalina e la tensione comincia a farsi sentire. Impareggiabile l’allenatore Riccardo che smorza toni e apprensione dei piccoli atleti tra una coccola, uno scherzo e la giusta disciplina al momento di rientrare in campo. Dallo Stadio Sandro Quatrini si innalzano forti, chiari e ripetuti ALABIM di genitori e amici dell’Under 10 e dell’Under 12. Tutti insieme pronti a sostenere l’Under 8 che si avvia sul terreno di gioco per l’ultima partita del torneo. Nonostante la lunga pausa, i nani del Firenze Rugby 1931 dimostrano di non aver perso concentrazione e motivazione. Si schierano in linea e compatti avanzano per ottenere il possesso palla. Pochi gli spazi concessi agli avversari per impedire contropiedi. Ottima l’intesa che si concretizza con la conquista dell’ovale e i passaggi ben eseguiti portano a realizzare diverse mete. Fra mischie e placcaggi la partita sembra durare un’eternità, tenendo tutti sulle spine, fino a quando il doppio fischio dell’arbitro segna la fine della partita con un’importante vittoria per la nostra Under 8: il primo posto al Torneo Minirugby “Città di Viterbo” in un’esplosione di indimenticabili emozioni fra compagni di squadra, genitori che, fieri dei propri piccoli guerrieri, immancabilmente invadono il campo nella ricerca di un orgoglioso e caloroso abbraccio.È la gioia di una conquista importante, non solo per il risultato finale (4-2), ma per COME è stato raggiunto: un gruppo di amici a rotazione in campo, tutti, nessuno escluso, con cuore, grinta e tantissima energia hanno dato il massimo, avanzando e sostenendosi a vicenda, dimostrando la propria passione per il rugby in una cornice di sana e autentica amicizia!

Testo di Silvia Valenziani – Foto di Claudio Sozio


UNDER 6 –  30° Torneo Città di Viterbo – TOSCANA AEROPORTI FIRENZE RUGBY 1931-  Viterbo, stadio Sandro Quatrini  – sabato 23 marzo ore 10.00

Sabato scorso 23 Marzo primo torneo in trasferta anche i piccoli dell’Under  6 del Firenze Rugby 1931, emozionati ed euforici fin dalle prime luci dell’alba quando sono saliti sul  pullman per recarsi a Viterbo al Campo Quatrini. Tutti pronti a placcare, passarsi la palla e fare meta. “Siete stati bravissimi, date il vostro meglio e non importa vincere”, parole incoraggianti dell’educatore Nicola che ha coinvolto tutto il suo team a impegnarsi ogni secondo di ogni partita. I piccoli biancorossi hanno conseguito due vittorie, battendo prima la squadra di Anzio e poi i padroni di casa di Viterbo. La sconfitta invece con le aquile della Lazio ci ha portato ad una agguerrita partita con i pulcini della Roma dalle gialle magliette, che con tanti placcaggi ma anche molta energia, hanno avuto la meglio sul match.Alla fine siamo arrivati quarti e i nostri bimbi hanno vinto una coppa! Che emozione vederli contenti e fieri di tenerla uno dopo l’altro con la soddisfazione dipinta in faccia; coppa che speriamo porti più determinazione e tanti altri successi nel futuro. I nostri mini giocatori ci hanno sorpreso mostrando resistenza e capacità di gioco di squadra, un’ottima occasione di crescita e di puro divertimento sportivo.

Testo di E. Effara e I. Pagnini – Foto di Claudio Sozio

WEEKEND IN CHIAROSCURO PER IL FIRENZE RUGBY 1931

UNDER 16 ÉliteCampionato Élite – 4° giornata di ritornoSesto Fiorentino FI, campo Querceto – domenica 10 marzo ore 11.00

Cavalieri URPS vs TOSCANA AEROPORTI FIRENZE RUGBY 1931 36 – 0

Per commentare l’ultimo match del campionato élite abbiamo chiesto ed ottenuto un’intervista da Gabriele Caneschi Responsabile Allenatore dell’under 16 del Firenze Rugby 1931. Il suo punto di vista, competente e professionale, è certamente in grado di restituire un punto di vista oggettivo e distaccato a proposito, non solo del match appena trascorso, ma anche più in generale sullo stato dell’arte di crescita sportiva del gruppo dei ragazzi a lui affidati.

Buongiorno Gabriele e grazie di aver accettato di offrirci alcuni spunti per comprendere più da vicino quanto accaduto oggi in campo e, più in generale, per ottenere un quadro a proposito del grado di sviluppo raggiunto nel processo di crescita dei nostri ragazzi. Andiamo in ordine: potresti farci un commento sulla partita contro il CURPS?

La partita di oggi certamente lascia l’amaro in bocca per il punteggio segnato sul tabellino. In under 16 certamente il punteggio non è più secondario come nella fase della propaganda. Non scordiamoci però che siamo comunque di fronte a ragazzi molto giovani che hanno davanti ancora del tempo per strutturarsi sia fisicamente che per maturare una crescita sportiva. Dunque un obiettivo primario ed importante, oltre al risultato in campo, resta in under 16 anche quello di far crescere i ragazzi ed occorre dunque saper leggere quanto accade in una prospettiva rivolta al futuro. A noi non interessa che i ragazzi oggi sappiano fare degli schemi imparati a tavolino e vincano grazie a quelli. La nostra priorità assoluta è che imparino ognuno a leggere le situazioni che hanno di fronte e sappiano trovare le strategie più utili sul momento per risolvere i problemi. In seguito cureremo schemi e forza fisica. La palestra e gli schemi si possono insegnare e proporre anche in under 18; la capacità di interpretare le situazioni è una competenza che va insegnata adesso altrimenti si rischia di lasciare dei gap incolmabili nelle capacità dei giocatori. Se il prezzo da pagare oggi per avere giocatori migliori domani consiste nel perdere qualche partita, allora è un investimento che affrontiamo volentieri. Il rischio è quello di ottenere dei risultati poco visibili ai non addetti ai lavori che guardano solo i tabellini a fine gara, ma noi non siamo politici e non aspiriamo ad assumere atteggiamenti demagogici. La nostra mission, ripeto, è quella di formare giocatori bravi domani non vincere partite oggi e domani avere un vivaio poco redditizio. Fatta questa premessa dunque oggi non posso che essere molto soddisfatto perché ho visto i risultati della nostra equipe di allenatori. Innanzitutto l’approccio: fin dal riscaldamento i ragazzi sono finalmente scesi in campo concentrati e motivati nel modo giusto. Tutto ciò ha permesso ai nostri di tenere testa ad una squadra fisicamente già più strutturata ed atleticamente in linea di massima più prestante. Purtroppo siamo andati in svantaggio per due errori nati da una mischia, ma sono episodi che possono capitare. Quello che mi è molto piaciuto è stato l’atteggiamento col quale hanno reagito che ci ha permesso di concludere bene il primo tempo da un punto di vista dell’intensità del gioco. Nel secondo tempo siamo calati soprattutto dal punto di vista fisico, ma la nostra panchina era senza dubbio più corta di quella degli avversari ed inoltre avevamo poche alternative spendibili anche per via degli infortunati.

Quali sono gli aspetti sui quali i nostri devono ancora crescere e quali invece quelli sui quali possiamo essere soddisfatti del lavoro svolto?Dobbiamo ancora insistere e lavorare sui placcaggi attraverso esercizi che potenzino questo fondamentale e limitino il numero di difensori battuti nell’uno contro uno. In fin dei conti su questo siamo in buona compagnia: avete visto la partita dell’Italia? Occorrerà poi insistere ancora sul lavoro a terra del portatore in sintonia col relativo sostegno; queste restano competenze basilari e fondamentali sia per i ball-carrier che per i portatori di palla più veloci, insomma per quelle individualità che, grazie alle loro caratteristiche riescono a fare metri talvolta isolandosi. I tre quarti occorrerà che lavorino sul movimento offensivo nella difesa avversaria e oltre la loro linea.  Infine ci concentreremo sul collegamento del recupero della palla con la transizione in attacco: si devono creare maggiori automatismi per sfruttare al meglio la conquista del possesso, più si è veloci nell’impostare la manovra e più terreno si guadagna.Per quel che concerne le note positive, come dicevo nell’introduzione, ho visto oggi degli ottimi movimenti collettivi che mi confermano che i ragazzi stanno imparando a bene interpretare le situazioni e leggere non solo singolarmente gli avversari ma riescono a muoversi, come collettivo, adeguandosi ognuno alle strategie impostate dai compagni che prendono iniziative difensive e offensive. Questo era e resta l’obiettivo più importante di questa fase evolutiva. Anche per ciò che riguarda le touche mi pare di poter dire che i ragazzi oggi, ma in generale, quando la rosa è sufficientemente al completo, abbiano raggiunto un ottimo livello.Chi salirà in under 18 avrà tutto il tempo per strutturarsi fisicamente ed avrà, dall’anno prossimo anche il sostegno di compagni più grandi. Insomma sono certo che il tabellino non potrà che dare maggiori soddisfazioni a questi ragazzi che stanno apprendendo bene competenze importanti e fondamentali.

Testo di Giorgio D’Alessandro  – Foto di Irena Palavrsic


UNDER 16 RegionaleCampionato Regionale – Girone  – 3° giornata Firenze, Ruffino Stadium Mario Lodigiani – domenica 10 marzo ore 11.00

TOSCANA AEROPORTI FIRENZE RUGBY 1931 vs Cus Pisa    5 – 31

Domenica 10 marzo, per il secondo incontro del campionato regionale (seconda fase),  l’Under 16 del Firenze 1931 ha ospitato in casa i pari grado del CUS Pisa. Le due squadre hanno dato vita ad una partita corretta e di buona intensità, che si è conclusa con il punteggio di 31 a 5 per il CUS Pisa. Gli ospiti hanno messo al sicuro il risultato nei primi venti minuti, durante i quali hanno realizzato tre mete, sfruttando soprattutto alcune incertezze dei nostri in fase di placcaggio. Ma, come già accaduto in precedenti occasioni, dopo un avvio in sordina il Firenze rugby 1931 è entrato in partita, dando vita ad incontro molto più equilibrato. Soprattutto nel secondo tempo, non sono mancate fasi di gioco ben condotte dai nostri ragazzi, tanto dal punto di vista agonistico, quanto da quello tecnico. Hanno confermato il buon rendimento degli ultimi incontri soprattutto Chiodi, Pianigiani e Pallotti (autore, tra l’altro, dell’unica meta del Firenze 1931), ma tutta la squadra si espressa a discreti  livelli, dando concreti segnali di affiatamento crescente. Il rientro di Beccastrini, dopo alcuni turni di assenza, ha infine contribuito tangibilmente l’incisività della nostra azione nel corso del secondo tempo.

Testo di Alessandro Linguiti –  Foto di Chiara Citi


UNDER 14/1 – TOSCANA AEROPORTI FIRENZE RUGBY 1931 vs Gispi_1Firenze, Ruffino Stadium Mario Lodigiani  – sabato 09 marzo ore 16.30


Giornata negativa per l’Under 14 di Taiuti che non riesce ad imporsi sul terreno amico del Lodigiani contro il Gispi.Il primo tempo della sfida è a senso unico, gli ospiti squadra molto organizzata, fisica, tecnicamente preparata va a segno subito aprendo le marcature al 7° del primo tempo continuando a segnare senza che il Firenze opponesse una valida resistenza. Alla fine del primo tempo eravamo già sotto di un notevole passivo. Nel secondo tempo dopo altre due infilate del GISPI, il Firenze riesce a ribaltare i fronti per almeno 10 minuti infilando 4 mete rispettivamente di: Fantini, Giovannini, Fiesoli, e Campofiloni. La partita sembrava riaperta quando però il Gispi l’ha chiusa con altre due mete, aumentando così il notevole passivo.Partita da dimenticare e da archiviare subito, mettendo la testa al futuro per migliorarsi e crescere

Testo e foto di Alessandro Metti


UNDER 14/2 – TOSCANA AEROPORTI FIRENZE RUGBY 1931 vs Florentia_2Firenze, Ruffino Stadium Mario Lodigiani – sabato 09 marzo ore 17.30

Segnali in chiaroscuro dalla partita contro il Florentia.
Nella giornata di sabato 9 i giovani della Under 14 sono stati sconfitti 26 a 14 dal Florentia.
Della prestazione prendiamo buona nota della prima frazione di gara, dove i nostri ragazzi hanno chiuso in vantaggio per 14 a 5.
Realizzazione da parte di Silei che con una pregevole azione in solitaria ci ha fatto intravedere incoraggianti segnali di recupero dopo il lungo stop e di Bandettini che ha risolto di forza una lunga azione che ci vedeva in pressione sulla linea di meta.
Nel secondo tempo purtroppo i ragazzi si sono appannati dopo pochi minuti di gioco e il Florentia ha prevalso chiudendo la gara in vantaggio, sfruttando il peso di mischia e la maggiore esperienza agonistica del gruppo.
Incoraggiamo questi bravissimi atleti a continuare ad allenarsi con dedizione sotto la guida del gruppo di allenatori e confidiamo di vedere miglioramenti “primaverili”.

Testo di Marco Papini – Foto di Bess Melendez


UNDER 10 – Raggruppamento Clanis Cortona -TOSCANA AEROPORTI FIRENZE RUGBY 1931Castiglion Fiorentino AR, campo Villaggio del Giovane – domenica 10 marzo ore 11.00

La nostra compagine si presenta al concentramento di Castiglion Fiorentino a ranghi ridotti a causa di molte assenze e di alcuni contrattempi dell’ultimo minuto. Questo però non demotiva i presenti i quali, anzi, si sentono responsabilizzati e danno il massimo sin dal primo attacco.Il numero non consente di formare autonomamente una squadra, così i nostri atleti si uniscono alla squadra locale dei Clanis Cortona Rugby. La nostra formazione, con questa composizione, sfida le squadre del Vasari Rugby Arezzo in due partite, lunghe per la categoria, che finiscono in entrambi i casi in pareggio. Il gruppo si dimostra capace di presentare belle trame di gioco e appare, anche se alcuni giocatori non si conoscono, unito e compatto. Ultima partita a formazioni miste ed ennesimo pareggio, con squadre più allungate, ma senza mollare un centimetro all’avversario.Alla fine del concentramento, grandi abbracci, rituale Alabim e corsa alle docce.Se sul campo è finita sempre in pareggio, in cucina hanno vinto i padroni di casa. Il terzo tempo è invidiabile: lasagne, salsicce e crostata, mentre al tendone arrivano arrosticini, panini e dolci di ogni tipo. Sicuramente ricambieremo!

Testo di Matteo Pozzoli- Foto di Matteo Parrini


UNDER 8 – Raggruppamento Rugby Valdarno -TOSCANA AEROPORTI FIRENZE RUGBY 1931Figline Valdarno FI, campo di Figline Valdarno – domenica 10 marzo ore 10.30

Domenica mattina siamo partiti da Firenze con un clima mite, quasi primaverile; Figline ci ha accolti con rigide temperature in una giornata priva di sole.I piccoli rugbisti divisi in due squadre appena arrivati hanno iniziato a scaldarsi per confrontarsi con il Rugby Valdarno, Arezzo R.F.C., Clanis Cortona e Sesto Rugby 3.I nostri ragazzi sono apparsi fin dalla prima partita particolarmente determinati, vogliosi di far bene e così è stato; guidati dagli allenatori Riccardo e Nicola hanno offerto un bel gioco di squadra.In tutte le partite hanno giocato determinati, concentrati si sono sostenuti, si sono passati la palla hanno avanzato nel campo uniti fino a conquistare la meta; esultando insieme.I ragazzi stanno mettendo in pratica partita dopo partita gli insegnamenti appresi durante gli allenamenti, stanno recependo l’importanza del passaggio della palla al compagno, indispensabile per conquistare la meta; i “veterani” stanno aiutando i “nuovi” e la squadra si sta rafforzando, i ragazzi si stanno sempre più amalgamando, anche grazie al prezioso lavoro degli allenatori. L’individualismo sta lasciando il posto al gioco di squadra. A noi genitori immancabili sostenitori dei nostri super atleti piace vederli giocare felici, faticare, buttarsi nella mischia, qualche volta uscirne ammaccati, ma sempre divertiti. È bello veder crescere insieme a loro la loro amicizia.Un piccolo cammeo sul derby che come sempre è il più sentito dai giocatori, finito in un meritato pareggio.E nel terzo tempo il divertimento continua…

Testo di Valentina Orlandi – Foto di Claudio Sozio

FINE SETTIMANA DIFFICILE PER I GIOVANI BIANCOROSSI

UNDER 16 ÉLITECampionato Élite – 3° giornata girone di ritornoParma, campo Giuseppe Banchini  – domenica 03 marzo ore 11.00

Parma 1931 VS TOSCANA AEROPORTI FIRENZE RUGBY 1931 42 – 0

Da un punto di vista atletico, tecnico e dello sviluppo raggiunto nel gioco, la squadra di casa è ed è stata sicuramente superiore alla media del 15 schierato e schierabile dai nostri fiorentini. Dunque oggettivamente non avevamo grandi possibilità di vincere la sfida giocata domenica 3 marzo al campo Banchini di Parma. Questo al netto delle assenze pesanti dettate da vari motivi improvvisi e da alcuni infortuni sia recenti che di vecchia data. Comunque, la totale assenza di entrambe le nostre seconde linee più esperte, le defezioni “per motivi personali” e l’improvviso infortunio del nostro capitano Giovanni Vitone, non hanno certo facilitato il compito di giocare con convinzione e determinazione una partita così ostica.Tuttavia, nei primi dieci minuti, dimostriamo chiaramente che avremmo avuto le armi per poter mettere maggiormente in difficoltà i parmensi. L’aggressività dei nostri, determinata da una difesa avanzante, infatti ha messo quella pressione necessaria a far sì che gli avversari perdessero terreno e cominciassero a “lanciarsi le palle in faccia”. Riusciamo dunque a proteggere il nostro campo ed addirittura a conquistare una touche abbondantemente oltre la linea della loro metà di gioco. I nostri però non sembrano in grado di cogliere questo prezioso segnale come incoraggiante indizio a proposito della strategia da adottare per mettere in difficoltà degli avversari certamente forti, ma comunque umani. Non riusciamo, anche a causa dell’assenza di tre saltatori importanti, a capitalizzare le touche conquistate e l’ovale passa nelle mani emiliane. La loro modalità di attacco è, a questo punto, estremamente aggressiva e dinamica sia da parte del possessore che dei sostegni che riescono così a fare metri preziosi sfruttando certamente il fisico ma ancora di più un’attitudine che li premia con due mete in rapida successione. Spiace dirlo, ma purtroppo si assiste ad un cedimento nel morale dei nostri ragazzi che alzano il piede dall’acceleratore. I biancorossi dimostrano di non essere ancora bravi a registrare e cogliere i segnali positivi del match (punti deboli dell’avversario, difesa avanzante che costringe anche i più forti all’errore ecc ecc), mentre tendono a ipervalutare i propri aspetti di criticità. Infatti, subito il primo martellamento dell’artiglieria pesante emiliana, in molti (non tutti!) si disuniscono e perdono iniziativa e convinzione.Per lunghi tratti di assiste ad un trinceramento poco convinto in un fortino attendista che è evidente non avrebbe ripagato come strategia.A tratti però alcuni microreparti continuano a suonare la carica e si assiste ancora a numerosi sprazzi di vivacità che dimostrano l’ovvio: crederci è utile. Di sicuro ogni volta che la nostra difesa, al limite del fuorigioco, si faceva offensiva e i canali erano coperti, i parmensi commettevano sbavature anche grazie  alla semplice pressione dell’avversario lanciato minacciosamente e puntualmente in corsa.Da questa partita dunque se ne ricava, malgrado tutto, un’ulteriore spinta a insistere sui principi fondamentali del gioco che, se ben applicati, rendono sempre interessanti dividendi. Gli allenatori però stanno lavorando insistentemente proprio su questi aspetti e una partita come quella di domenica offre molto materiale per crescere e migliorarsi. Sarà quindi solo questione di tempo e tenacia nel perseverare: Roma non fu fatta in un giorno ed ha subito certamente, prima di diventare grande, forche caudine, vittorie di Pirro, invasioni devastanti e svariati “mali eventi”.

Testo e foto di Giorgio D’Alessandro

UNDER 14/1 – Gispi  vs TOSCANA AEROPORTI FIRENZE RUGBY 1931Coiano PO, campo di Coiano  – sabato 02 marzo ore 16.30

Sconfitta amara per l’Under 14/1La partita prevista dal calendario non viene giocata e per il Firenze è programmata una partita secca contro il Gispi in terra di Coiano.Gispi: squadra molto fisica, ragazzi atletici, grossi e strutturati. La squadra del Firenze è ormai quella rodata in questi mesi al Padovani.Al fischio d’inizio il team di casa inizia subito a spingere, la grinta dei pratesi si fa sentire da subito, i fiorentini si trovano a difendere nei propri 22, si lotta ma non si riparte, i biancorossi rimangono lì ed è al 6° del primo tempo che da una mischia sui 5 metri la terza linea verdenera si stacca dal raggruppamento schiacciando facile per la trasformazione: 7-0.I fiorentini frastornati provano una timida reazione, ma è a causa di un rimpallo ingannevole per l’estremo gigliato che il trequarti pratese va in meta centrale: 14-0. Siamo soltanto all’8° del primo tempo e la partita sembra prendere una brutta piega che non fa bene ai fiorentini, si lotta molto a centrocampo: loro, squadra molto fisica, i nostri sono costretti a difendere  non riuscendo ad organizzare un gioco fluido, perdiamo ogni punto di incontro, i placcatori non placcano, ma è un’azione personale di Fasti che al 22°, dopo aver creato un buco con una bella finta, riesce a schiacciare angolato, difficile la trasformazione di Metti che riesce comunque a passare tra i pali: 14-7.La partita sembra sbloccata, ma il primo tempo termina forse nel momento migliore del Firenze Rugby 1931, ma i biancorossi cavalcano l’onda dell’entusiasmo e al 7° del secondo tempo una combinazione Fasti con calcetto a seguire per Metti nel ruolo di ala riesce a schiacciare angolato, impossibile la trasformazione: 14-12. Al 9° del secondo tempo la squadra verdenera imbrocca subito una serie di passaggi fortuiti che fanno schizzare l’ala verso la meta schiacciando angolato: 19-21. Il match continua sulla falsariga del primo tempo con il Gispi in ripartenza dai punti d’incontro giocando con molta fisicità, il Firenze non riesce più a tenere i giovani pratesi che al 14° e al 18° infilano due mete entrambe trasformate.Il Firenze non molla e al 25° del secondo tempo l’ovale arriva a Metti che veloce sull’ala schiaccia angolato, purtroppo è il palo a negare la trasformazione allo stesso Metti.La partita, segnata da dure fasi di confronto nell’uno contro uno, termina 33-17 a favore del Gispi.

Testo e foto di Alessandro Metti


UNDER 14/2 – TOSCANA AEROPORTI FIRENZE RUGBY 1931 vs VasariFirenze, Ruffino Stadium Mario Lodigiani – sabato 02 marzo ore 17.00

Sconfitta dolce per l’Under 14/2Si gioca sul sintetico del Lodigiani la settima della fase centrale del campionato under 14, i giovani di Taiuti ospitano il Vasari, squadra ormai nota incontrata più volte  in questo torneo.La squadra di casa è composta per la maggior parte dai ragazzi più piccoli, mentre il Vasari schiera la squadra titolare, che non sarebbe proibitiva se non fosse per due elementi molto grandi fisicamente e difficili da arginare.Al fischio d’inizio le due squadre si equivalgono, ma con il passare dei minuti gli equilibri si spostano e il Vasari fa sentire il loro peso con i due elementi più fisici che riescono a sfondare la difesa fiorentina che non sta a guardare e applica gli insegnamenti degli allenatori facendo girare l’ovale e aprendo il gioco sui trequarti lanciando le veloci ali che bruciano i più lenti aretini, movimenti che pagano in quanto il Firenze riesce ad andare in meta per ben 4 volte. Sopraffatto dalla stanchezza e indebolito dalle incursioni della cavalleria pesante giallonera, nonostante Taiuti abbia innestato forze fresche in campo con i giovani della panchina, il Firenze non riesce a bloccare le incursioni del Vasari che spinge sempre più con i suoi elementi più pesi; il punteggio è ormai irrecuperabile, il tempo è tiranno e al fischio finale i Toscana Aeroporti Firenze 1931 sono sconfitti nel punteggio ma non nell’anima dei 18 ragazzi che hanno lottato giocando a testa alta onorando ancora una volta la maglia.

Testo di Laura Masi – Foto di Dromi


UNDER 12 – Raggruppamento Livorno 1931  – TOSCANA AEROPORTI FIRENZE RUGBY 1931-Livorno, campo Maneo – domenica 03 marzo ore 10.30  

Toscana Aeroporti Firenze Rugby 1931 under 12 si presenta al primo concentramento del mese ovvero la 10° giornata come da calendario del CRT. Il campo Maneo di Livorno ormai familiare accoglie 4 squadre: due del Livorno Rugby 1931, il Sesto Rugby e una squadra del Firenze Rugby 1931. Quest’ultima arriva con tredici giocatori a disposizione per la mancanza di tre atleti ammalati dalla mattina stessa e purtroppo ancora una volta la squadra non ha la completa ossatura nella composizione dei gigliati biancorossi o per un motivo o per un altro. Essendo già una formazione risicata questo particolare va ad incidere e non poco per vedere un gioco di carattere, che in partite passate ha contraddistinto l’esito finale. Per la cronaca la prima partita con Livorno si presenta fin da subito difficile per un coordinamento poco chiaro da parte dei ragazzi che si sono dovuti riposizionare in ruoli diversi dal solito. Partita angusta anche per la notevole fisicità massiccia degli atleti del Livorno che rallentano non di poco i nostri veloci giocatori, terminando con una perdita netta. Belle parole quelle spese dal coach Marco Magini per rinsaldare gli animi ai ragazzi; nella seconda partita purtroppo il risultato con Sesto rimane invariato dal primo, anche se si vede a sprazzi un buon atteggiamento di rivalsa che però non basta per ritrovare quella sicurezza al momento assopita. Buona invece la terza partita con Livorno Rugby 2 dove i ragazzi ritrovano forza e determinazione insieme all’esordio dei tre nuovi giocatori che hanno affievolito sicuramente l’assenza tanto sentita. Buono il terzo tempo. Alabim!

Testo e foto di Roberta Falcini


UNDER 10 – Raggruppamento Lions Amaranto -TOSCANA AEROPORTI FIRENZE RUGBY 1931- Salviano LI, impianto sportivo di Salviano – sabato 02 marzo ore 15.30

Orata al forno e bistecca alla fiorentina. Questa è la promessa scambiata con gli amici livornesi dei Lions Amaranto. Al prossimo incontro un gemellaggio culinario, un’ipotetica grigliata in riva al mare, o al Padovani, chi lo sa. Sabato 2 marzo al campo Salviano di Livorno la temperatura è più che primaverile. Il raggruppamento vede la presenza di 5 squadre inserite in un unico girone all’italiana. Due le nostre compagini presenti, due anche per i Lions Amaranto, una per il Livorno Rugby 1931.Sulla costa si sa, non è mai facile, il livello è ottimo e le partite sono impegnative. I nostri, ben orchestrati dagli educatori Emma Hill e Rocco del Bono (tornato per l’occasione nella “sua” Livorno) provano a ribattere colpo su colpo le offensive dei coetanei labronici, ma il compito risulta fin da subito molto complicato. Buona la nostra fase offensiva mentre un po’ di apprensione ci lascia quella difensiva. Nonostante tutto i nostri si dimostrano comunque capaci di organizzare gioco. Certo, l’età media molto bassa dei nostri (quasi tutti 2010) non aiuta, ma va bene così. Il divario, soprattutto contro i biancoverdi del Livorno 1931, si nota e la strada da percorrere è ancora lunga, ma come abbiamo già accennato altre volte, notiamo nei nostri evidenti segni di miglioramento. La voglia di giocare e il senso di appartenenza di certo non mancano a questa categoria, nonostante alcune sconfitte infatti, l’Alabim sale alto nei cieli di Livorno, assieme alle maglie biancorosse dei giovani atleti fiorentini. Avanti così dunque, pronti e carichi per un mese che ci vedrà impegnati ogni fine settimana, orata o bistecca che sia, l’importante è mangiarla in compagnia.

Testo e foto di Tommaso Martinoli