I BIANCOROSSI PROTAGONISTI ANCHE AL TORNEO SERBOLI DOVE CONQUISTANO UN PRIMO E UN SECONDO POSTO



UNDER 16 ÉliteCampionato Élite – 5° giornata di ritornoFirenze, Ruffino Stadium Mario Lodigiani – domenica 31 marzo ore 12.30

TOSCANA AEROPORTI FIRENZE RUGBY 1931 vs Amatori Rosignano

Giornata apparentemente perfetta per giocare a Rugby. Splende un bel sole caldo ma non troppo e spira uno zefiretto fresco; il campo è stato appena annaffiato ed esala profumo di erba falciata. Le righe bianche sono candide immacolate e rifatte ad arte per accogliere le varie partite previste in calendario per domenica 31 marzo al Ruffino Stadium Mario Lodigiani. Invece ancora una volta sui nostri Under 16 Élite si abbatte la scure impietosa della sconfitta.Sono gli Amatori Rosignano Rugby, ultimi in classifica del campionato Élite Under 16, ad affrontare alle 12,30 i padroni di casa biancorossi. All’andata una vittoria convincente aveva dato a tutti dei validi motivi per ritenere archiviata la fase complicata che stava attraversando il gruppo. Invece anche domenica abbiamo assistito, purtroppo, ad un ulteriore prova sottotono. Possiamo spezzare una lancia in favore dei mediani: entrambi appena alla loro seconda convocazione in Élite. Fatto sta che dalla mediana passano la maggior parte dei palloni che una squadra conquista: restano decisivi dunque come funzione di cerniera e volano del gioco offensivo. Purtroppo il nostro gioco è risultato lento e macchinoso: la fase di attacco era perciò prevedibile ed affidata alle iniziative individuali. Non a caso le due mete siglate dai padroni di casa sono nate, la prima, da una prodezza individuale di Francesco Lo Gaglio che ha percorso metà campo rompendo tre placcaggi e, la seconda, da una distrazione avversaria nel raccogliere una palla calciata da lontano lasciando quindi la possibilità ai nostri di schiacciare rocambolescamente.Numerosi falli in ruck, svariati gli avanti e le maul fatte crollare, molti i passaggi troppo anticipati senza fissare l’uomo: perdere il possesso palla non aiuta a vincere e questo amareggia soprattutto se tutto ciò è causato da imperizia del portatore piuttosto che da merito dell’avversario.Gli ospiti sono arrivati invece molto più compatti, convinti e cresciuti rispetto all’andata. La loro difesa è risultata sempre avanzante ed in grado di mettere in difficoltà i nostri.  Il loro attacco, seppur non irresistibile, riusciva a tenere viva la palla e dare quel minimo di riciclo e continuità al gioco utili a fare ossigenare meno gli avversari.Come se non bastasse tutto questo, occorre anche sottolineare che gli ospiti hanno preso ben tre cartellini gialli giocando dunque con un uomo in meno circa metà dell’intera partita.È evidente che avremmo potuto fare di più: tutti abbiamo visto la partita di andata contro gli URPS (terzi in classifica) o quella di ritorno contro i Ghibellini. È chiaro che, quando per un motivo e quando per un altro, il risultato finisce per essere drammaticamente al di sotto delle evidenti reali potenzialità del gruppo. Questo rende ancora più amara la sconfitta e la classifica: se non avessero le risorse per fare meglio, ognuno potrebbe lavorare semplicemente sull’accettazione. Il punto è che questo gruppo, ne restiamo convinti, può fare ben altro di ciò che ultimamente esprime. Pertanto resta ai ragazzi adesso la scelta di come lavorare di qui a fine anno. In palio non ci sono dei punti in classifica e non stiamo parlando solo di rugby: di qui passa la possibilità di credere nelle proprie capacità di sapersi rialzare dopo essere caduti. Per questo vale ancora davvero sforzarsi e impegnarsi.

Testo di Giorgio D’Alessandro  – Foto di Vittorio Iervese


UNDER 16 RegionaleCampionato Regionale – Girone  – 4° giornata Uzzano PI, impianto sportivo Corsaro – domenica 31 marzo ore 11.00

Cus Pisa vs TOSCANA AEROPORTI FIRENZE RUGBY 1931 38 – 5 (6-1)

Dopo la sosta la formazione Under 16 della Toscana Aeroporti Firenze Rugby 1931 che prende parte al Campionato Regionale riprende l’attività agonistica a Uzzano contro la Franchigia del CUS Pisa. La partita inizia in ritardo perché alla convocazione del campo di gioco si presentano solo 14 giocatori del Firenze. Fortunatamente il reintegro all’ultimo minuto di un giocatore permette il regolare avvio della partita.I giocatori del Firenze in precedenza avevano vissuto fasi iniziali di partita piuttosto difficili incassando diverse mete proprio nei minuti iniziali. Questa volta l’avvio di partita è decisamente diverso e dopo un inizio equilibrato sono proprio i ragazzi del Firenze ad andare in meta per primi con una bella azione sulla fascia che vede concludere in meta Piccoli.La partita sembra iniziata col piede giusto ed i ragazzi paiono reggere anche quando i ragazzi del CUS Pisa, basandosi soprattutto sulle azioni di alcuni giocatori ben strutturati fisicamente, riescono a riequilibrare la partita.Si nota una buon equilibrio nei placcaggi in mezzo al campo ed una buona carica agonistica nei ragazzi, ma sono alcuni errori grossolani in momenti chiave dell’incontro e, ancora una volta alcuni placcaggi mancati ed una mischia decisamente inferiore, che permettono al CUS Pisa di andare in meta con facilità più volte. Il primo tempo si conclude con un sonoro 38-5.Nella pausa tra primo e secondo tempo un malessere di Piccoli non permette lo svolgimento del secondo tempo e l’arbitro si vede costretto a fischiare la fine della partita con il punteggio finale del primo tempo.

Testo di  Luca Beccastrini –  Foto di Sandro Sbolci


UNDER 14 –  Bellaria Pontedera vs TOSCANA AEROPORTI FIRENZE RUGBY 1931Pontedera PI, polisportiva Bellaria – sabato 30 marzo ore 16.30

Contro il Bellaria partita interlocutoria
La formazione dell’Under 14 guidata da Taiuti e Biancalani è scesa in campo sabato sul campo del Bellaria con il preciso intento di provare nuove soluzioni di gioco e provare alcuni atleti in posizioni nuove.
Sono emerse precise indicazioni soprattutto nel primo tempo. La formazione ha resistito a livello di difesa fino all’ultimo minuto prendendo una malaugurata meta.
Nel secondo tempo la maggiore età e prestanza fisica del Bellaria ha prevalso. Il passivo ha comunque risentito di sole mete frutto di azioni soliste riconducibili alla prestanza fisica.
Il particolare vigore fisico degli avversari ha prevalso, denotando un ammirevole vigore agonistico, non mitigato anzi accentuato dal risultato vincente acquisito.
Un augurio di pronto rientro ai nostri due atleti usciti anzitempo per i duri interventi subiti.

Testo di Marco Papini – Foto di Marco Dromi


UNDER 12 –  25° Torneo Serboli – TOSCANA AEROPORTI FIRENZE RUGBY 1931-  Arezzo, campo Arrigucci  – domenica 31 marzo ore 10.00

Domenica 31 marzo Toscana Aeroporti Firenze Rugby 1931 Under 12 si presenta al secondo appuntamento del mese con la 25° edizione “Lorenzo Serboli”, un torneo patrocinato dalla Federazione Italiana Rugby e riservato alle categorie 6/8/10/12 organizzato in collaborazione con le società della provincia Convitto Nazionale, Arezzo Rugby, Vasari Arezzo e Clanis Cortona Rugby.La categoria Under 12 di Toscana Aeroporti si presenta con ben diciassette atleti a disposizione del coach Marco Magini, che fin da subito fa entrare i ragazzi in un atteggiamento di concentrazione sportiva necessario in queste competizioni. I due gironi all’italiana ci portano a giocare le prime tre partite con Centauri, Siena Rugby e Scandicci. Le partite di 14 minuti ad un tempo unico vedono i gigliati biancorossi  entrare in campo con i Centauri, franchigia tra Arezzo Rugby e Citta’ di Castello; si presenta una partita che impone un buon gioco sia sul piano difensivo sia sul movimento della palla, con passaggi veloci e conclusioni determinanti a favore del Firenze Rugby. Con il Siena Rugby, Toscana Aeroporti reduce da una finale agguerrita con la stessa nella settimana scorsa a Viterbo, riesce ad imporsi già dai primi minuti come se avesse preso le giuste misure e alzato la stanghetta per fronteggiare un Siena che non si presenta con la stessa forma fisica ed anche qui il punteggio termina più che positivo. Altra partita è quella con Scandicci Rugby, più di una volta incontrati sui campi ad inizio stagione, con i quali la nostra Toscana Aeroporti non riesce ad imporsi anche per una fisicità più esile da parte nostra; la partita finisce con un 3 a 1 per lo Scandicci. Per la regola del girone le seconde incontrano le prime dell’altro girone e nel caso del Firenze Rugby trova Vasari Arezzo. Qui i nostri atleti non vogliono perdersi l’occasione di andare in finale e riescono a spuntarla anche questa volta grazie ad una fase difensiva compatta, a placcaggi consecutivi e alla realizzazione di diverse mete, dunque per la seconda volta in una sola settimana i ragazzi Under 12 di Toscana Aeroporti entrano in finale per il primo o secondo posto. Dopo il terzo tempo con una pausa di quasi tre ore i ragazzi non perdono la pazienza e rimangono compatti tra di loro regalandosi anche momenti di gioco e relax. Arrivati i quindici minuti prima della partita l’educatore Marco Magini riesce a richiamarli all’ordine ed ai ragazzi sale quell’energia sportiva determinante in questi momenti. E come tutte le finali ancora una volta il rugby ci ha regalato uno spettacolo davvero entusiasmante. Toscana Aeroporti domina quasi tutta la partita e lo Scandicci non sembra più lo stesso, solo negli ultimi quattro minuti dopo averci annullato una meta per la contemporaneità del fischio per infortunio di un nostro giocatore e essere stati quasi per dieci minuti in fase di attacco, ecco che arriva per loro l’opportunità e bravi a coglierla loro, segnano la prima meta e anche la seconda. Così termina la finale con un po’ di amaro ma non troppo per un più che meritato secondo posto! Quel che conta di queste esperienze è il fatto che la squadra sta crescendo ed ogni volta dopo tanti allenamenti e impegno spesso le soddisfazioni arrivano e dunque ancora una volta Alabim!

Testo e foto di Roberta Falcini


UNDER 10 – 25° Torneo Serboli – TOSCANA AEROPORTI FIRENZE RUGBY 1931-Arezzo, campo Arrigucci  – domenica 31 marzo ore 10.00

Se nell’edizione passata del Torneo “Lorenzo Serboli” di Arezzo le condizioni climatiche avevano messo alla dura prova gli atleti (e i genitori), quest’anno il sole splende forte e la temperatura è ideale per stare all’aria aperta. La sorte è un po’ meno benevola per l’Under 10 guidata da Emma Hill con il sorteggio dei gironi, mettendo i nostri atleti contro Siena e Scandicci.
La prima partita contro il Siena è subito tosta. La squadra, con un’età media inferiore alla gran parte delle altre compagini, si mostra compatta e non lascia spazi. Purtroppo, andiamo sotto di due mete. Poi viene fuori il carattere dei nostri e, recuperando alla grande, chiudiamo in pareggio. La seconda partita con lo Scandicci ci vede più in difficoltà contro una squadra più strutturata fisicamente. Passiamo il girone come secondi per differenza mete e sfidiamo, quindi, i padroni di casa del Vasari. Per niente intimoriti, ci presentiamo carichi e il gioco prodotto ci porta subito ad avere un vantaggio che gli avversari non riescono a colmare. Ci troviamo così a sfidare i Puma Bisenzio nella finale per il 5° e 6° posto. La partita è (a dir poco) maschia con mischie e polveroni in tutte le zone del campo. La sabbia si alza tanto da rendere a volte difficile anche capire cosa succede in campo. Ci allontaniamo sicuri di aver pareggiato. In seguito, ci comunicano che hanno vinto i Puma di una meta, ma i nostri sicuramente non hanno demeritato.
Cosa dire? La giornata, come al solito, è andata al di là dell’evento sportivo. I ragazzi hanno dato il massimo e restano, anche dopo la conclusione delle partite, a fare il tifo per la finale dell’Under 8, così come l’Under 8 era venuta a fare il tifo per i nostri. E, poi, c’è la finale dell’Under 12. I genitori si divertono fuori. Così, quando mi chiedono se sono soddisfatto di aver segnato mio figlio a rugby, posso raccontare una giornata come quella passata.

Testo di Matteo Pozzoli – Foto di Simona Parasassi


UNDER 8 – 25° Torneo Serboli – TOSCANA AEROPORTI FIRENZE RUGBY 1931-Arezzo, campo Arrigucci  – domenica 31 marzo ore 10.00

A una settimana dall’ultimo torneo, l’Under 8 del Firenze Rugby 1931 si ritrova ad Arezzo per il 25° Torneo Serboli. Il poco tempo trascorso dall’ultima competizione, gli allenamenti della settimana, la sveglia all’alba con il cambio dell’ora legale che non aiuta, lasciano più speranze che aspettative sulla giornata impegnativa che attende i nostri piccoli rugbisti. È d’obbligo “resettare” l’importante risultato raggiunto nel precedente torneo, non sottovalutare mai gli avversari e dare il massimo impegno in campo: questo è quanto viene richiesto ai nani biancorossi, e sorprendentemente accolto, prima di iniziare il riscaldamento.Accompagnati dagli educatori Riccardo Romoli e Leonardo Boscherini, i piccoli rugbisti del Firenze 1931 sono collocati nel Girone A del torneo: Scandicci, CUS Siena e Vasari le squadre avversarie.Ottimo l’inizio del girone con Scandicci che vede la nostra U8 realizzare 8 mete senza subirne alcuna. Il CUS Siena manda un messaggio chiaro fin dall’inizio: la partita è combattuta, numerosi i placcaggi e le mischie. Entrambe le compagini non si schiodano dal centro campo, fino a quando i nani biancorossi riescono a volare in meta. Il tempo di esultare e di riprendere il gioco che, la prima distrazione del Firenze, offre l’opportunità della meta del pareggio alla squadra avversaria (1-1). L’ultimo incontro del girone, con i padroni di casa Vasari, si conclude 10-1 per i piccoli atleti biancorossi. Il gioco fluido e pulito della semifinale con i Puma Bisenzio trascorre in un attimo (10-0) e in men che non si dica il Firenze si ritrova di nuovo in finale.Il caldo sole primaverile concede una lunga pausa di relax, dopo l’immancabile e meritato terzo tempo. Genitori e atleti approfittano del clima mite per godere insieme della bella giornata all’aria aperta, fra allegria ed eccitazione. Ma inevitabilmente inizia a salire la tensione per la finale: sul terreno di gioco l’Under 8 dovrà affrontare nuovamente e prevedibilmente il CUS Siena.Giunge il tanto atteso momento, tutti pronti, in fila diretti al campo principale, come soldatini ordinati per la battaglia finale, concentrati e pronti a dare il massimo nell’incontro, con un avversario di tutto rispetto, che non darà tregua e respiro. L’arbitro in divisa verde fischia l’inizio di una finale indescrivibile e difficile da dimenticare. Tutti disposti in linea, occhi fissi sull’ovale, con l’unico obiettivo di conquistarlo, i nani biancorossi non mollano una presa e con grinta, energia e fatica trascinano la difesa avversaria fino a conquistare la prima meta. Il gioco riprende velocemente, l’avversario non demorde, determinato cerca di avanzare, ma la squadra mostra coesione e costanza nel gioco. Unita non concede spazi per oltrepassare la metà campo…è un muro contro muro, ma con motivo di ottimismo della meta realizzata, avanza inarrestabile, sfruttando al meglio la compattezza che caratterizza la squadra e concretizzando la seconda meta. Il CUS Siena, nonostante tutto non si arrende, riprende la partita con un buon gioco, mantiene il possesso palla e la tenacia viene premiata con una meta. Di nuovo a metà campo, palla al Firenze che con determinazione, in un susseguirsi di mischie e placcaggi, cerca di mantenere il possesso dell’ovale. Come piccoli guerrieri, con fermezza, continuano a sostenersi a vicenda, mentre da bordo campo i genitori li supportano, con gli occhi spesso rivolti sull’orologio attendendo la fine degli interminabili “10 minuti” di partita. Quasi come avessero perso la cognizione del tempo, i nani biancorossi dimostrano di aver ancora tanta voglia di giocare, irrefrenabili non gettano la spugna sulla resistenza della squadra avversaria, fino al tanto atteso doppio fischio dell’arbitro che segna la fine della partita: 2-1. L’invasione di campo dei genitori è d’obbligo, quasi da copione, dopo una finale da lasciare senza fiato, quasi increduli del risultato raggiunto e felici alla ricerca ciascuno del proprio piccolo grande rugbista. Sul terreno di gioco i bambini del Firenze Rugby 1931 si complimentano con gli avversari, così come i genitori, per aver regalato loro una finale davvero avvincente, da far venire i brividi! Quando questo gruppetto di amici, uniti dentro e fuori dal campo, che condividono uno sport che richiede coraggio, tenacia e umiltà, guidati da bravi e ammirabili educatori, pensi abbia dato il massimo e che non c’è più niente da pretendere ed aspettarsi, eccoli lì, insieme, uniti, pronti a sorprenderti di nuovo e a regalarti emozioni uniche, rievocando alla mente le note della canzone When We Stand Together dei Nickelback: “We must stand together…There’s no giving in…Hand in hand forever…That’s when we all win”. ALABIM!

Testo di Silvia Valenziani – Foto di Elisabetta Piccioli


UNDER 6 – 25° Torneo Serboli – TOSCANA AEROPORTI FIRENZE RUGBY 1931-Arezzo, campo Arrigucci  – domenica 31 marzo ore 10.00

Domenica 31 Marzo la nostra Under 6 ha partecipato al Torneo Lorenzo Serboli ad Arezzo, dove i nostri giocatori in erba si sono confrontati con impegno con le squadre del Vasari, dell’Empoli-Gambassi e del Siena. L’appuntamento era per le 9 del mattino che in realtà sarebbero state le 8 a causa del passaggio dall’ora solare a quella legale, dunque le facce dei piccoli erano da 8 del mattino. La prima partita inizia bene, mete da una parte e dell’altra ma nonostante l’impegno il Vasari Arezzo si aggiudicano la partita di misura. La seconda partita inizia con un po’ di panico tra i genitori che non riconoscono più alcuni dei propri figli a causa del cambio di casacca: infatti ai granata dell’Empoli mancava qualche giocatore, andato quindi in prestito dalla nostra squadra. Non si ricorda in questo caso il risultato esatto ma fa piacere pensare che sia un buon pareggio. A questo punto sono ormai le 11 e manca l’ultima partita ai nostri piccoli. I genitori iniziano ad allentare la tensione iniziando a bere qualche birra per poi rendersi conto che sarebbero le 10 del mattino il che renderebbe la birra un po’ estrema, ma non importa. L’ultima partita è con i pulcini del Siena, la loro stazza è senza dubbio superiore alla nostra, ma con l’aiuto del tifo dell’Under 8 riusciamo a fare qualche ottima meta e qualche ottimo placcaggio. Anche questa partita è persa ma per noi è come una vittoria.Una buona giornata nel complesso, tenuto conto che la squadra usciva dal precedente e ravvicinato torneo di Viterbo. Navigando a vista i nostri bimbi, acquisendo sempre più scioltezza e complicità nel gioco di squadra, si stanno approcciando ed appassionando a questo gioco, stringendo e non mollando la loro amica palla ovale!

Testo di Alessio Grana e Ilaria Pagnini- Foto di Claudio Sozio

No Replies to "I BIANCOROSSI PROTAGONISTI ANCHE AL TORNEO SERBOLI DOVE CONQUISTANO UN PRIMO E UN SECONDO POSTO"