UN BEL SABATO DI RUGBY E DIVERTIMENTO

UNDER 14/1 Cus Siena / Lions Amaranto / TOSCANA AEROPORTI FIRENZE RUGBY 1931
Siena, campo sportivo Acquacalda – sabato 03 novembre ore 17.00

 

Sabato 3 novembre l’Under 14 di Toscana Aeroporti Firenze Rugby 1931 ha giocato un bel triangolare al campo sportivo Acquacalda ospite del Cus Siena, insieme alla padrona di casa ed al Lions Amaranto.
La squadra scesa in campo questa volta vede la presenza di un bel rinforzo da parte degli atleti del primo anno della categoria, atleti che fin da subito hanno messo in luce le proprie qualità, lucidità e voglia di giocare e  misurarsi con i ragazzi più esperti.
E i risultati non hanno tardato ad arrivare…
Soddisfatti gli allenatori per questa nuova combinazione che ha visto riportare in campo contro Lions Amaranto un risultato di 31/0 e contro Cus Siena un punteggio di 54/0, e soddisfatti anche tutti i ragazzi che si sono rincuorati ed hanno ripreso forza dopo le ultime sofferte partite.
Alabim!

 

Testo e foto di Simona Chiostrini

 

 

UNDER 14/2 TOSCANA AEROPORTI FIRENZE RUGBY 1931 vs Vasari Arezzo
Firenze, Ruffino Stadium Mario Lodigiani – sabato 03 novembre ore 17.00

 

È stata una partita facile quella dell’Under 14/2 giocata al Ruffino Stadium Lodigiani in quanto la squadra avversaria, il Bellaria Pontedera, non si è presentata e i gigliati hanno incontrato i pari età del Vasari Arezzo, ragazzi volenterosi ma numericamente inferiori tanto che a turno alcuni dei nostri hanno indossato la divisa aretina.
I cinquanta minuti passati in campo hanno dimostrato che nonostante l’inferiorità tecnica e numerica, i 13 ragazzi ospiti si sono battuti a viso aperto contro la squadra di casa, palesemente superiore, ma che ha rispettato gli avversari giocando a rugby come tra amici che avevano voglia di divertirsi per poi terminare a mangiare insieme un bel panino onorando così anche il terzo tempo come nella più classica tradizione rugbistica.

 

Testo di Alessandro Metti –  Foto di Bess Melendez

 

UNDER 8 – Raggruppamento Lions Amaranto – TOSCANA AEROPORTI FIRENZE RUGBY 1931
Salviano LI, campo sportivo di Salviano – sabato 03 novembre ore 15.30

 

Unici fiorentini in mezzo a quattro squadre livornesi, i nostri Under 8 hanno affrontato un raggruppamento difficile sotto tutti i punti di vista: terreno fangoso, pesante, squadre forti e meteo sfavorevole.
Si inizia sotto un cielo quasi azzurro che fa ben sperare… con un meraviglioso girotondo che unisce i 7 coraggiosi del Firenze Rugby 1931 con gli altri giocatori del Livorno Rugby 1931, del Lions Amaranto Livorno 1 e 2 e degli Etruschi Livorno, come nella migliore tradizione del rugby.
Poi si accende la sfida, per i nostri inizio in sordina, fermi un turno, scalpitano, saltano, ruzzolano in attesa di poter finalmente iniziare e la tensione si fa sentire.
Appena entrano nel campo pesante di fango, tirano fuori grinta e gambe e affrontano i Lions Amaranto 1 con placcaggi e corse a perdifiato realizzando ben 5 mete!!!
Si affronta ora il Livorno Rugby 1931, ma l’impegno e la determinazione non bastano ai nostri  guerrieri per arrivare alla vittoria.
Tant’è… la sconfitta non ha impedito comunque di realizzare placcaggi, passaggi di palla e sostegno ai compagni da veri professionisti.
Si inizia poi il terzo incontro con i Lions Amaranto 1, e, complice la maggior confidenza con il fango ed il gioco di squadra, riescono a portare a casa ben 7 mete.
Con il buio che avanza ed un temporale alle porte, si affrontano ora alla luce dei fari del campo sempre più pesante, i temibili avversari Etruschi Livorno più fangosi e più determinati che mai, ma dopo un rovinoso primo tempo per i nostri, l’arbitro fischia la fine… per mancanza di luce!!!
I nostri tigrotti del Firenze Rugby 1931, sul difficile campo di Livorno, infangati e stanchi, ma con gli occhi scintillanti dalla soddisfazione di aver comunque giocato con coesione di gruppo, si avviano verso le docce ed un terzo tempo tutto “dolce” offerto dai genitori del Lions Amaranto Livorno.
Una menzione speciale agli esordienti di oggi: non si sono tirati indietro di fronte alle difficoltà di un campo “arato”, ma insieme ai loro compagni veterani hanno dato il massimo cercandosi, aiutandosi, passandosi la palla e soprattutto divertendosi!

 

Testo di Elisabetta Piccioli – Foto di Claudio Sozio