Cadetti: da Bologna con un punto

Sconfitta di misura nella prima giornata dei playout

Firenze, 4 febbraio 2016 – CAMPIONATO NAZIONALE DI SERIE B – POULE RETROCESSIONE 1

Reno Bologna – Toscana Aeroporti Firenze Rugby 1931  12-10 (pt 5 – 7)

Marcatori: pt 4’m Murgulet, 16’m Viviani tr Pietrangeli; st 25’cp Pietrangeli, 29’ m Vagheggini tr Kharytonyk.

Arbitro: Sig. Gargiulo di Napoli.

 

RENO BOLOGNA: Zambrella; Tassinari, Savoia, Laperuta, Gargan; Cavedale, Furetti; Scafidi, Ruggeri, Calabrò; Pesci, Faggioli; Vito, Frezzati, Murgulet;

A disposizione: Corsini, Datti, Domenichini, Zanardi, Asta, Vagheggini, Kharytonyk.

All. Fava e Venturi

TOSCANA AEROPORTI FIRENZE RUGBY 1931: Marucelli, Viviani, Nofri, Pietrangeli, M. Santoni, Lo Valvo, Comizzoli, Ben Taleb, Vignoli, Bianchini, Ciampa, Guariento, Manigrasso, Meroni, Piccioli;

A disposizione: Delle Piane, P. Santoni, Nidiaci, Cini, Santi, Ambrosio, Serantoni.

All. Cerchi e Morace.

La Poule Retrocessione di Toscana Aeroporti Firenze Rugby 1931 inizia a Bologna, dove i Cadetti di Cerchi e Morace ottengono un buon punto in classifica al termine di una partita non bella e molto nervosa, in cui le squadre sentono in pieno l’importanza di iniziare bene.

Dopo la sfuriata e l’iniziale vantaggio dei padroni di casa, il Firenze Rugby 1931 sale di ritmo cercando di sfruttare la sua capacità produrre gioco. Si gioca molto spesso nel campo bolognese, con diverse incursioni pericolose dei fiorentini che mettono alle corde la difesa ma che non si traducono in punti proprio per il troppo nervosismo. La pressione biancorossa costringe però all’errore la Reno. Da un pallone recuperato Viviani va a segnare. Petrangeli traforma e Firenze, malgrado un cartellino giallo, chiude avanti la prima parte.

Il secondo tempo vede ancora Firenze incrementare il vantaggio con un piazzato di Petrangeli. I padroni di casa aumentano i loro sforzi alla ricerca di un risultato favorevole e a 10 dal termine trovano quella meta che, con la trasformazione, li porta a condurre. L’assalto finale del Firenze Rugby 1931 viene contenuto con esperienza dai bolognesi che portano così a casa la vittoria.

Jacopo Gramigni ha raccolto le dichiarazioni di Riccardo Morace, tecnico dei Cadetti di Toscana Aeroporti Firenze Rugby 1931: abbiamo iniziato questa Poule Retrocessione del campionato di B, campionato molto difficile e da affrontare con contromisure adatte a quelli che di fatto sono degli scontri diretti. Domenica scorsa abbiamo visto che una squadra che sembrava alla nostra portata ci ha messo in difficoltà.

– Noi siamo andati con la volontà di partire con il piede giusto, volevamo a tutti i costi questa vittoria ed avevamo preparato il match per questo. Purtroppo abbiamo pagato troppa indisciplina. Almeno quattro volte siamo stati nei loro 22, addirittura nei 5 metri e per falli di reazione, stupidate!, ci hanno girato il calcio e lì si è compromessa la partita… Perché se vai a segnare punti, mete, piazzati, anche tre punti per volta, il discorso cambia. Oltretutto nel finale eravamo anche riusciti ad andare in vantaggio e ancora una volta per indisciplina e anche per poca malizia… Una volta acquisito il risultato devi giocare in una certa maniera. Ci è mancato questo. Abbiamo preso un punto, meno male, cosa che non avevamo mai fatto nella prima fase. Partiamo da questo e lavoriamo per fare meglio.

Del resto abbiamo mancato la Poule Promozione proprio per un punto. Quali sono gli aspetti positivi della prima fase da mantenere e quali quelli negativi?

– Le prestazioni positive. In casa abbiamo avuto due prestazioni davvero positive. Purtroppo, in casa, abbiamo avuto anche una prestazione cattiva, quella con Livorno che ci ha condannato. Una partita alla nostra portata, in cui eravamo superiori, ma dalla superiorità che si vedeva in campo sono emerse varie problematiche che ci hanno fatto perdere… Anche l’avversario diretto non credeva al risultato! Lì abbiamo compromesso il girone di andata. Peccato perché si poteva lavorare in maniera diversa…

In questa Poule probabilmente saranno tutte partite molto difficili in cui il fattore campo sarà importante. La prossima partita è con Modena, in casa: sarà fondamentale fare bene.

– Modena è una squadra che abbiamo già incontrato in amichevole di precampionato. Ha una rosa di giocatori già esperti di B con alcuni che vantano presenze in A. Loro hanno quella malizia che a noi manca ma, in casa, faremo bene!

Il campionato entra nella pausa per il 6 Nazioni. Si riprenderà il 21 febbraio al Ruffino Stadium Mario Lodigiani, quando Toscana Aeroporti Firenze Rugby 1931 affronterà il Modena.

enneenne – Ph.: Donatella Bernini