Il Torneo Borelli dell’Under 10

Firenze, 13 giugno 2016 – Giornata importante quella di Domenica 5. L’appuntamento del Torneo Borelli, quello che chiude la stagione, è atteso da mesi ed è un appuntamento davvero importante: si gioca in casa contro squadre forti e preparate.

I ragazzi si presentano numerosi e pronti all’appuntamento. Vengono messe in campo due squadre: la Rossa e la Bianca, come a dire che gli Under 10 del Firenze rugby 1931 combattono numerosi, uniti e sarà difficile batterli.

I giochi cominciano, le due squadre affrontano le prime partite. Grinta e impegno da parte di tutti i giocatori fanno sì che il Firenze Rugby 1931 risulti fin da subito un avversario molto temibile e difficile da eliminare.

Le partite si susseguono, entrambe le squadre danno del filo da torcere agli avversari. Al termine della mattinata la squadra Rossa passa la qualificazione per le il girone finale.

Al termine della pausa per il terzo tempo le squadre vengono rimescolate, e gli atleti cominciano la prima delle due partite previste nel girone finale contro il Sesto Rugby, vinta per due mete a una, e a seguire contro Primavera Roma. Partita dura quest’ultima: le squadre in campo sono molto equilibrate ed entrambe determinate ad andare in finale, ma i nostri ragazzi con una meta di vantaggio riescono a sconfiggere gli avversari e accedono alla finale.

In campo grande unione, determinazione e spirito di squadra. Si arriva così all’ultima partita. In gioco ci sono il primo e il secondo posto, si gioca contro il Gispi di Prato. La partita comincia purtroppo male, i ragazzi subiscono subito una meta.  Non demordono, ce la mettono veramente tutta, hanno la determinazione giusta ma la squadra di Prato li mette in difficoltà e mette a segno una meta dopo l’altra. La squadra é rimasta concentrata e unita fino all’ultimo minuto di gioco, segnando pure una meta.

Un secondo posto quindi  meritato e di tutto rispetto, che dimostra ancora una volta che quei ragazzi in campo sono una squadra e non un semplice gruppetto di bambini. Questa è la vera vittoria.

Fuori dal campo il resto della squadra: accompagnatori, allenatori, terzo tempo e anche tutti gli spettatori che insieme, tutti, danno forza, sostegno e tengono unita la squadra. Grazie a tutti.

Simone Gottardo – Ph.: Bess Melendez