La Deuxieme Equipe sale il primo gradino

I Cadetti di Aeroporto Firenze si aggiudicano anche il match di ritorno con i Lions

Firenze, 18 aprile 2015 – La missione era vincere, ed è stata compiuta in pieno.
Dopo che il largo successo del match di andata a Livorno aveva messo una seria ipoteca sul passaggio alle semifinali per la promozione in B (0-21), la squadra cadetta era chiamata a ripetersi.
E si è fatta trovare pronta all’appello.
Contro dei Lions disposti a vender cara la pelle, i fiorentini sono riusciti a segnare di nuovo tre mete e solo l’orgoglio labronico ha impedito che i margini fossero più ampi.

Nell’intento di ‘ricambiare il favore’, sono i livornesi a partire a testa bassa, mantenendo per i primi quindici minuti del match il possesso del campo fiorentino. La difesa biancorossa è comunque attenta a negare qualsiasi possibilità di segnatura agli ospiti. L’unica occasione per i livornesi è in un piazzato da quasi metà campo che non centra i pali.

Ribaltamento di fronte e meta biancorossa alla bandierina dopo che un bel gioco di mani libera il tallonatore fiorentino Iandelli. Petrangeli non centra la trasformazione e si resta sul 5 a 0. Firenze distende la sua manovra e Petrangeli trova un bel touch che porta i suoi compagni a giocare in profondità nel campo livornese. Vinto agevolmente il touch, la Deuxieme Equipe organizza un bel maul avanzante e segna ancora. Petrangeli trasforma, 12 a 0. Qui viene fuori l’orgoglio dei livornesi, che non solo non mollano ma si riorganizzano alla ricerca caparbia della meta. Malgrado un giallo a Formichi, la difesa biancorossa è attenta ed il tempo si chiude senza ulteriori pericoli.

Ripartono a testa bassa anche nella ripresa, i livornesi, e riescono a trovare la via della meta con Del Moro, meta che però non viene trasformata, 12 a 5. Il match è combattuto, con i fiorentini che sembrano un po’ febbrili nel gioco e non riescono a concretizzare il volume di gioco espresso ed i livornesi che cercano di riaprire il match. Sono bravi però i ragazzi di Cerchi e Morace a piazzare ancora una meta con Marucelli, quella che di fatto chiude i giochi, 17 a 5. Malgrado il giallo al livornese Umpetti però, è ancora Livorno a spingere e segnare ai pali fiorentini con Bertini. Magni trasforma e, con il punteggio sul 17 a 12, il match sembra riaprirsi.

Qui sale in cattedra l’organizzazione fiorentina: la difesa è attenta a non concedere nulla agli ospiti, non un metro, non un pallone ed il match si chiude con il lancio delle maglie fiorentine nel cielo azzurro sul Lodigiani.

Intervista ad Andrea Cerchi a fine gara.

AEROPORTO FIRENZE RUGBY CADETTI v LIONS AMARANTO LIVORNO 17-12

Marcatori: 1t. Meta di mischia AF (5-0), 2t Mt Iandelli tr Petrangeli (12-0), Del Moro (12-5), Marucelli (17-5), Bertini (17-12)

AEROPORTO FIRENZE RUGBY CADETTI: Delle Piane (Favilli), Stinghi (Cervelli), Petrangeli, Comizzoli, Santoni, Marucelli, Nidiaci (Morace), Ben Taleb, Serantoni (Sabbatini), Guerrini (Boscherini), Mercantelli (Sacchi), Guariento, Santi, Iandelli (Lascialfari), Formichi.
All. Cerchi – Morace.

LIONS AMARANTO LIVORNO: Valente, Ubaldi, Mazzotta, Santoni, Tamberi, Pacini, Magni, Scardino, Biagi, Montagnani, Sarno, Bertini, Lorenzoni, Umpetti, Isola.
A disposizione: Ciandri, Pulaha, Novi, Gaggini, Gregori, Uccetta, Del Moro.
All. Conflitto-Gragnani-Cannavò

Elisabetta Salucco – Gianni Savia – foto: Andrea Mercantelli