Serie C si chiude in bellezza: vittoria con L’Amatori Prato 0 a 32

Terza posizione a pari merito con i Lions Livorno che passano ai play off per il vantaggio sugli scontri diretti.

Firenze, 16 aprile 2014
Si chiude il campionato di serie C con una bella vittoria biancorossa a Prato contro gli Amatori. 5 punti per la classifica, unico risultato che poteva far sperare ad una terza posizione di accesso ai play-off. E così è stato, quello che si doveva fare è stato fatto ma c’era da tenere in considerazione anche il risultato con il Valdisieve della Lions Amaranto concorrente diretta alla terza posizione e in vantaggio sui fiorentini negli scontri diretti. I labronici non si sono fatti scappare l’occasione e con 5 punti si sono aggiudicati il passaggio alle fasi finali. Argomento chiuso, ma l’ultima partita di campionato è anche stata indicativa del positivo excursus della squadra da inizio stagione. Buono il progetto sportivo della Società su questo gruppo, a cui ha messo a disposizione uno staff di livello composto da tre tecnici come Cerchi, Morace e Lo Valvo, ognuno con specifiche competenze, e dal team manager Iandelli che non ha mai mancato di dimostrare la sua professionalità. Quindi volume e qualità di gioco domenica, come raramente si vede in serie C, anche su ammissione del tecnico pratese Guastini. Ancora tanti errori ma tante anche le iniziative positive (in evidenza Portaccio) supportate da giuste scelte tattiche, cosa in cui a settembre si era più carenti. Si è arrivati anche ad una discreta fluidità di gioco indice di coesione tra i reparti. Un bel traguardo per una rosa come questa non costruita “a tavolino” che ha lo scopo di creare un serbatoio per la prima squadra. Da segnalare il rientro in attività di Lo Valvo che indossa di nuovo la maglia biancorossa dopo vari anni di assenza dai campi di gioco.

Inizia il primo tempo e fiorentini subito impegnati nel costruire gioco ed azioni offensive. La prima marcatura non si fa attendere e vede andare in meta Maionchi al 10’. La reazione dei padroni di casa è invalidata da molti errori mentre i biancorossi proseguono nella conquista del terreno e nel predominio sui punti d’incontro che costringe i pratesi al fallo. Da una touche seguente ad un calcio di punizione nasce la maul avanzate che frutta la meta del capitano Marco Iandelli. Ultime fasi del primo tempo con Prato in avanti. Buona difesa biancorossa ed efficace pressione sui calci di liberazione non danno nessun esito agli attacchi dei padroni di casa. Colpo di coda finale dei gigliati che con buona continuità si riportano nella metà campo avversaria. Di nuovo una buona occasione in touche a ridosso della linea di meta pratese il rilancio storto e la palla agli avversari terminano anche questa fase offensiva. Inferiorità numerica biancorossa per il giallo a Luzzi negli ultimi minuti del primo tempo, i fiorentini controllano il gioco e si va al riposo sullo 0 a 10.

Primi minuti del secondo tempo di contenimento per i ragazzi di Cerchi Morace e Lo Valvo, che una volta riacquisita la parità numerica si riversano di nuovo in attacco. Da un placcaggio in ritardo su Lo Valvo si sviluppa la fase offensiva nei 22 avversari che porta alla mischia finalizzata da Cecchi con una meta dopo un’apertura sul lato chiuso per lo 0 a 15. Qualche errore di troppo impedisce in questa fase ai gigliati di incrementare ulteriormente il vantaggio. È intorno al 20’ che riprendono con incisività le folate offensive dei cadetti di Aeroporto Firenze, ed è Guariento a superare per la quarta volta la linea meta pratese per lo 0 a 20 ed il punto bonus offensivo. Dopo pochi minuti una serie di ripartenze raccogli e vai del pack biancorosso permettono a Cecconi di incrementare ancora il punteggio. Rimangono gli ultimi minuti, di superiorità numerica gigliata per il giallo a Bellini, a concludere il crescendo fiorentino che con la meta di Favilli allo scadere porta a chiudere l’incontro sullo 0 a 32.

“Sono molto soddisfatto dell’andamento di questo campionato. – esordisce coach Cerchi a fine gara – Siamo un gruppo che è cresciuto molto. Ce ne hanno dato merito anche molte delle squadre che abbiamo incontrato attribuendoci il miglior rugby del campionato. Sicuramente siamo una squadra giovane che deve crescere mentalmente perché come ho detto ai ragazzi non siamo cinici abbastanza, non riusciamo a dare il nostro massimo nei momenti che contano. Contro il Sesto una squadra alla nostra portata dovevamo portare a casa cinque punti e non l’abbiamo fatto. Questo punto che ci è mancato con il Sesto lo paghiamo tutto adesso con la mancata qualificazione. Comunque siamo molto contenti di come abbiamo affrontato tutto il campionato e di come sono cresciuti i ragazzi e, cosa fondamentale, del gruppo che si è creato. Lo spirito di squadra di questi ragazzi rappresenta bene l’atteggiamento che ci deve essere nel nostro sport e che ha spinto anche me a giocare per tanti anni. La considero la massima crescita, a parte il gioco, che c’è stata in questo ambiente, in campo e fuori dal campo.”

“Per quanto riguarda la partita di oggi, mi aspettavo qualcosa di più, – prosegue Cerchi – e per questo sto dicendo che non siamo ancora pronti per passare. Anche con una squadra come questa abbiamo fatto tanti errori, una cosa che non ci si può permettere se si va alle fasi finali. Con il livello più alto le opportunità sono sempre meno e se c’è da fare due mete vanno fatte. Anche oggi abbiamo toppato, abbiamo preso cinque punti ma abbiamo sbagliato troppe palle. Per altro, abbiamo visto grandi giocatori, e spero per loro che in seguito possano avere opportunità migliori… che gli siano date altre occasioni, perché sono veramente bravi, sono giocatori umili che possono dare tanto.”

“Per quanto riguarda i nostri prossimi programmi pensiamo di partecipare alla Coppa dell’Appennino. Devo dire la verità, per scaramanzia è un argomento che ancora non ho affrontato. Ho tutto in una lettera che mi hanno consegnato, dal momento che siamo fuori da una parte ora si guarderà l’altra. Sicuramente i nostri allenamenti continueranno, per non perdere e per consolidare quello che si è acquisito. – conclude Cerchi – Penso che un’opportunità come quella di quest’anno di vedere un Morace e un Lo Valvo a darmi una mano nello staff tecnico non è che può capitare molto facilmente nel Firenze 1931 e va sfruttata. I ragazzi ne hanno fatto grande tesoro, sono stati abbastanza assidui cosa che normalmente si vedeva poco e hanno avuto una crescita veramente in verticale. Penso che debba essere questo lo spirito della nostra società, dove la seconda squadra possa veramente essere il luogo dove far crescere i propri giocatori, in modo da poter attingere da lì e prendere quei 3, 4, 5 elementi e far crescere così tutto il movimento.”

Prato, Campo Montano – domenica 13 aprile 2014
Serie C, XVIII giornata

AMATORI PRATO v AEROPORTO FIRENZE RUGBY Cadetti  0-32 (0-10)

Marcatori: p.t. 10’ mt Maionchi (0-5); 27’ mt Iandelli M. (0-10); s.t. 5’ mt Cecchi (0-15); 20’ mt Guariento (0-20), 27’ mt Cecconi tr Portaccio (0-27), 39’ mt Favilli (0-32);

Amatori Prato: Ceraglioli, Della Ratta, Panico, Cioni, Gelsomino (13′ s.t. Fineschi), Biancalani, Gori (23′ s.t. Camilletti), Volpato (12′ s.t  Bellini), Squilloni, Bonanomi, Calamai (10′ s.t. Moschini), Pieraccini, Fazzi (13′ s.t. Lippini), Lanzacini (28′ s.t. Nerini), Taddei (35′ s.t. Lanzacini). All. Guastini.

Aeroporto Firenze Rugby Cadetti: Lovalvo (21’ s.t. Caneschi), Stinghi (35′ p.t. Favilli), Maionchi, Saletti (10’ s.t. Novelli), Cecchi, Portaccio, Iandelli A. (1′ s.t. Orazi), Ciardini (1’ s.t. Ben Taleb), Imprescia, Luzzi, Guariento, Cecconi, Formichi (13′ s.t. Goretti), Iandelli M., Manigrasso (31′ s.t. Sabbatini).  All.: Cerchi-Morace-Lo Valvo

Arbitro: Saielli (Prato)
Cartellini: 33′ p.t. giallo Luzzi (Aeroporto Firenze Cadetti), 31’ s.t. giallo Bellini (Amatori Prato), 

Serie C – Girone 1 – XVIII giornata – 13.04.14 – ore 15.30
Amatori Prato – Aeroporto Firenze Cadetti 0-32 (0-5)
Valdisieve Rugby –  Lions Amaranto  11-26  (0-5)
Sesto Rugby – Florentia Rugby  sospesa per infortunio dell’arbitro
Rugby Lucca – Elba Rugby 19-19 (2-2)
Riposava: Cus Siena Rugby

Classifica
Florentia 63, Cus Siena 58, Lions Amaranto Livorno 54, Aeroporto Firenze Cadetti 54, Amatori Prato 29, Elba Rugby 23, UR Prato Sesto Cadetti 15, Valdisieve 12, Lucca 4

Jacopo Gramigni – Elisabetta Salucco – Jacopo Sardaro – foto: Luigi Cecconi