Torneo Pesciolino, esplode la gioia dell’Under 12

Con un gioco via via più sicuro, conquistato il Trofeo con una finale alla ‘sudafricana’

Firenze, 6 maggio 2014

L’Under 12 di Aeroporto Firenze Rugby si muove in massa anche nel fine settimana della prima domenica di maggio. Mentre una rappresentativa composta in buona parte dai giovani del 2003 parte alla volta del Torneo Città del Tricolore di Reggio Emilia nel quale per il quarto anno la palla ovale festeggia quelli che per primi sventolarono la bandiera italiana, un’altra si imbarca già al sabato verso l’Elba per partecipare al 10° Trofeo Pesciolino organizzato da Elba Rugby.

Tra le dieci formazioni presenti Aeroporto Firenze si è davvero distinto; capitato in un raggruppamento a tre con i laziali del Lanuvio, recentemente incontrati a Viterbo dove però presentavano una formazione più articolata, e la formazione milanese dei Chicken, autrice di un complesso e divertente “grido di battaglia”, da subito Firenze ha cercato di impostare il suo gioco. Nella seconda parte della prima partita, però, i ‘prestiti’ dei fiorentini al Lanuvio, unitamente ad un calo di concentrazione della squadra hanno contribuito a creare equilibrio ma i consigli dell’educatore ‘Giova’ Casilli hanno aiutato la squadra a ritrovare il filo; più semplice il secondo match nel quale, complice la relativa maggior semplicità dell’incontro, si è assistito a più giocate individuali a maggior discapito di un gioco più strutturato.

Nella seconda parte del Torneo, a tempi unici di un quarto d’ora, Aeroporto Firenze è andato a giocarsi il primo posto con L’Aquila e con Rieti che avevano vinto i rispettivi raggruppamenti.
E’ sempre un piacere incontrare rappresentanti del capoluogo abruzzese, e non soltanto per il senso di solidarietà che scaturisce dalla martoriante vicenda del terremoto, ma anche per l’onore di sfidare la più celebrata Società di rugby del centro-sud. La partita non è semplice, ma i ragazzi sono attenti a non lasciare varchi e costruiscono su questa attenta difesa un buon gioco offensivo, molto sviluppato che li porta alla vittoria.
Ma è il Rieti che si dimostra l’avversario più ostico; in squadra c’è un ragazzo molto bravo. Grande, forte e veloce, riuscirà a fare quattro mete, alcune delle quali di ‘pura prepotenza sportiva’; ma i biancorossi non tardano a prendergli le misure gettandosi in coraggiosi placcaggi, anche raddoppiati, non appena riceve palla, per organizzare veloci e determinati contrattacchi. E’ questa lettura della situazione da parte dei fiorentini che permette loro di raddrizzare una partita che sembrava segnata. Meritati quindi i complimenti che Casilli rivolge ai suoi ragazzi. Degni di menzione anche i buffi commenti della squadra: “Facciamo come i Sudafricani con Jonah Lomu, l’hai visto Invictus no?”

Con la vittoria in questa gara arriva anche la Coppa Pesciolino che dopo gli Alabim e i terzi tempi, il responsabile del Coni della Provincia di Livorno Sig. Bianchi mette nelle mani di capitan Niccolò!
Festose le premiazioni che la generosa organizzazione elbana riserva a tutte le Società, chiamando il nome di tutti i bimbi, per ringraziare d’aver fatto tanta strada, ed anche un po’ di mare, per essere a onorare la memoria del rugbista isolano Andrea Scagliotti.

Aeroporto Firenze Rugby U12: Becattini, Cherici, Del Giudice, Conti, Diani, Donati, Ferrazza, Forasassi, Frangini, Giannardi, Giovannini, Hill, Melucci, Nidiaci, Pedani, Pesci, Toscano, Tuci, Vitone.
Educatore: Giovanni Casilli.

testo e foto Nicola Cherici