Under 8 di Aeroporto Firenze: ultime notizie di una stagione splendida

Primo posto al Beach Rugby di Pesaro e bella giornata con gli amici del Valdisieve Rugby

Firenze, 6 luglio 2013

Eccoci arrivati all’ultimo Torneo, questa volta un po’ particolare perché si svolgerà sulla spiaggia. Partenza la mattina del 22 giugno alla volta del Beach Rugby presso la Baia Flaminia, Pesaro! Auto cariche di bambini, tende da campeggio, materassini, teli da mare…
La nostra squadra Under 8 è formata da: Leonardo Cerchi, Roberto Fasti, Duccio Rutigliano, Ruben Pesci, Lorenzo Fanfani, Pietro Maiorano, Alberto Pupeschi, Francesco Bartoloni, Lapo Grevi, Dario Denti, Giulio Miniati e Pietro Frezzi.
Mentre i genitori si accingono a montare le tende, i bambini si lanciano verso il mare, giocano, si tuffano e poi improvvisano una serratissima caccia alle meduse. I cappellini di Alberto e Francesco diventano i loro retini, le meduse non hanno scampo…
Il pomeriggio scorre veloce all’insegna del divertimento, fra spiaggia e mare, poi finalmente le docce e la cena… E infine tutti insieme sotto le stelle sulla spiaggia a concludere la prima giornata fatta solo di puro svago, con le menti libere dalle fatiche che dovranno affrontare il giorno dopo.
Infatti, la sveglia suona alle 06.45! Qualcuno si affaccia con fatica alla tenda, occhi abbottonati, cispe agli occhi… Ma tutti i bambini capiscono che è il momento di scattare, si vestono veloci e corrono a fare colazione.
Li aspetta poi un allenamento, sotto la guida di Giovanni Cerchi e Selvaggio Denti, in cui ciò che risulta subito palese è che giocare sulla sabbia è molto più faticoso che giocare sull’erba, si cade molto più facilmente e si trova con più difficoltà la forza di spingere sulle gambe per rialzarsi… Ma per spiazzare l’avversario i bambini devono essere molle e placcare molto bassi.
La giornata è bellissima e sin dalle prime ore del mattino, il sole comincia a scaldare, i campi da gioco sono pronti, la prima partita inizia alle 08.30.
Ad attenderli c’è un lungo girone, in cui incontreranno ben 6 squadre. Inizia così la prima partita contro le Formiche Pesaro Gialle, in campo ci sono 5 giocatori, gli altri 7 sono fuori ad aspettare il loro turno… Si scambiano velocemente per non affaticarsi troppo, per dare la possibilità a tutti di giocare, anche se per pochi minuti.
La prima partita viene vinta agilmente, i nostri bambini sono affiatatissimi, mettono in atto con maestria gli insegnamenti di Giovanni e Selvaggio e sembrano non accusare più di tanto il disagio del gioco sulla sabbia, le loro gambe sono pesanti ma riescono a correre, placcare, scambiarsi la palla come se avessero ali ai piedi e molle alle braccia per rialzarsi.
Sarà la volta poi delle squadre di Milano, Monselice, la Primavera Roma e Napoli… Le vincono tutte.
E’ quasi mezzogiorno, i bambini sono stremati, il sole è cocente, il caldo è insopportabile, qualcuno inizia ad accusare il colpo, qualcuno invece trova la forza nell’adrenalina che gli sta dando la vittoria, qualcun altro sa che non deve e non può mollare per il bene della squadra, per rispetto al compagno accanto che ha dato e sta dando il massimo.
Le loro teste sono bagnate continuamente dai genitori che li stanno ammirando dal bordo campo, i loro occhi sono sgranati a guardare Giovanni e Selvaggio che li stanno spronando ed incitando, sono concentratissimi… Stanno realizzando di nuovo un altro sogno.
Aspettano che arrivi il loro turno per giocarsi il tutto e per tutto con le Formiche Pesaro Rosso.
Così alle 12.30 entrano in campo, sudatissimi ma “cattivissimi”. Il gioco è facile, ormai nemmeno la sabbia e i 35° li possono fermare e portano così a casa, con una certa disinvoltura, la sesta vittoria.
Si guardano intorno e capiscono che hanno vinto anche questo Torneo!
Così, con la loro divisa bianco-rossa, corrono verso il mare per un tuffo liberatorio, per condividere tutti insieme, con genitori e allenatori, un altro momento indimenticabile… Perché niente rimanga un rimpianto!
Così, tutti bagnati, ai nostri bambini sarà consegnata la loro super meritata coppa di un fantastico 1° posto.
Anche stavolta è stata dura. A mettere alla prova i nostri eroi non sono stati gli scontri con le altre squadre, tutte molto equilibrate, ma l’ambiente fatto di sabbia ma soprattutto di caldo, tanto, tantissimo caldo! Più che il girone scorreva e più che il sole diventava insopportabile. Nonostante questo la squadra non ha mai mollato e se qualcuno ci ha provato era subito pronto un compagno a spronarlo a reagire, a credere in lui, a passare la palla per fare meta, a placcare l’avversario per lasciargli spazio, a stringere la mano per confortarsi, a “battere il cinque” per una bella azione. Tutti hanno dato il massimo perché ogni piccolo rugbysta sa che ciò che conta più di ogni altra cosa è la lealtà, l’amicizia, il supporto.
Rugbysti si è nel cuore e non tanto nel fisico e questi bambini hanno dimostrato di avere un cuore davvero grande!
Come ha detto loro Selvaggio “voi siete come una mano. Se rimane aperta le dita rischiano di spezzarsi, ma se vi chiudete a pugno nessuno potrà distruggervi” .
E i nostri bambini sono stati un pugno serratissimo, in cui nemmeno il più piccolo granello di sabbia è riuscito a passare, rendendoli di nuovo una squadra fortissima.
Anche nella vita, devi aver consapevolezza che è fatta di guai e quando ti ci ritrovi, la cosa migliore è usare la forza dell’amicizia, quella che scaturisce dalla condivisione delle emozioni, delle partite, degli spogliatoi … Quella che nasce col Rugby.

“Il rugby è un’ora e mezza di battaglia che può cementare amicizie per tutta una vita”. [Henri Garcia]

Laura (rugby Mom)

Giornata del Rugby del Valdisieve Rugby

Domenica 9 giugno una bella delegazione di under 8 unitamente a qualche bimbo della compagine under 10 di Aeroporto Firenze Rugby 1931 insieme a Giovanni Cerchi si è recata alla volta della Polisportiva Sieci per partecipare alla prima edizione della Giornata del Rugby organizzata dalla Valdisieve Rugby.
Grande divertimento hanno mostrato in campo i bimbi di entrambe le squadre, non solo durante l’allenamento a cui Giovanni li ha sottosposti per una buona ora unitamente all’allenatore della Valdisieve, ma anche quando hanno giocato al tiro alla fune contro i propri fratelli di squadra e contro i bimbi della Valdisieve per poi finire ad assistere allo spettacolino del tiro alla fune dei babbi Fabio Fasti, Selvaggio e Giovanni da una parte e dagli allenatori della Valdisieve dall’altra. Poveri babbi, hanno perso miseramente contro i loro ben più giovani avversari!!!
Quindi dopo questo ridente siparietto, via a giocare tutti mescolati under 6, 8 e 10 di entrambe le squadre.
Partitella finita in bellezza con la consegna a tutti i bimbi di un attestato di partecipazione alla prima edizione della Giornata del Rugby, un giro a cavallo nei giardinetti antistanti al campo di rugby e poi ai tavoli del terzo tempo con un buonissimo pranzo organizzato dai padroni di casa.
Grazie Valdisieve per la bella giornata!!!

Simona Chiostrini – Foto: Roberta Leonessi