UNDICESIMO SUCCESSO IN CAMPIONATO PER L’UNDER 16 ELITE

UNDICESIMO SUCCESSO IN CAMPIONATO PER L’UNDER 16 ELITE

UNDER 16 ELITE

Campionato Elite - girone 1 - 11° giornata

Reggio Emilia, campo Crocetta Canalina - domenica 21 gennaio 2018 ore 11.00

Rugby Reggio vs TOSCANA AEROPORTI FIRENZE RUGBY 1931  15 - 32   (5 - 19)

Punti in classifica:  Firenze Rugby 1931  5  –  Rugby Reggio Junior 0

Marcatori: Conti, Frangini, Cardoso, Pesci (2); 1 cp. Pesci, 3 tr. Pesci per Firenze, Mussini, Zanfino 1 tr. Crivaro

Firenze Rugby 1931: Nannini, Cardoso, Pesci, Tuci, Ferrazza, Conti D., Nidiaci, Frangini, Sorrentino,Hill, Pracchia, Vitone, Innocenti, Toscano, Brogi G. (Fabbrocino, Martelli, Cosci, Cherici, Becattini, Piccoli, De Pasquale)

All: Semoli, Caneschi

Rugby Reggio Junior:  Dynca, Foscato, Bonvicini, Crivaro, Soro, Teneggi, Zanfino, Mussini, Giudici, Spadaccini, Luise, Braghini,  Scappi, Caca, Chorgolian (Vodarici, Gibertoni, Belpoliti, D’Agliano, Zangrillo)

All: Mannato

Arbitro: Sig. Birleanu

Domenica 21 gennaio si gioca la 2° giornata di ritorno del Campionato Elite U16 ed i ragazzi di Firenze sono attesi da una trasferta difficile a Reggio Emilia.

Già si sapeva che l’avversario era tosto, ma vedendo l’ambiente si capisce come mai qui è difficile giocare: campo sintetico e strettissimo, pubblico praticamente in campo che urla continuamente.

I ragazzi del Firenze iniziano a giocare parecchio contratti, il vento non aiuta ed alla meta fatta, ne segue subito una degli avversari. Ci vogliono una ventina di minuti per sciogliersi e per capire come affrontare gli emiliani. La partita non è facile e fino alla fine gli avversari provano a rimontare le 2 mete di svantaggio ma il fischio finale sancisce l’undicesimo successo in campionato.

Gli allenatori a fine gara: “Si sapeva che sarebbe stata una partita dura, gli avversari ci sono stati col fiato sul collo fino alla fine. È la prima volta che una squadra vince e prende 5 punti in questo campo dove tutti hanno trovato difficoltà. Abbiamo vinto, abbiamo preso 5 punti, abbiamo raggiunto il nostro obbiettivo e quindi bravissimi a tutti.”

Testo di Cristina Nardi  - Foto di Mirna Palandri

 

UNDER 14/1 - Lions Amaranto vs TOSCANA AEROPORTI FIRENZE RUGBY 1931

Salviano LI, campo sportivo di Salviano - sabato 20 gennaio 2018 ore 16.00

L’atteggiamento col quale i nostri entrano in campo è ottimo e dimostrano di avere senza dubbio il potenziale tecnico e attitudinale necessario per essere un’ottima  squadra. Compatti, ordinati e rapidi nel riposizionarsi, efficaci nelle pulizie. La macchina delle ruck gira a pieno ritmo e con efficacia. La tela ordita dal gruppo mangia, metro dopo metro e con rapidità, il campo degli avversari. Conquistiamo, non con facilità, ma con l’espressione di un talento che impreziosisce il bottino, la zona più rossa del campo. Gli amaranto sono evidentemente frastornati ed in balia delle nostre iniziative. Due ondate poderose, forse, lo si capirà dopo, è troppa la veemenza tanto che perdiamo di lucidità e non riusciamo a concretizzare. Nel primo caso è un “in avanti” a farci retrocedere vanificando tutto e ricacciando in gola le urla liberatorie. Nel secondo caso, a 5 metri dalla meta, il nostro primo centro si lega al pilone e lo spinge a carrettino: sfortunatamente l’avversario non era ancora entrato in contatto e l’arbitro, giustamente, fischia. Ricacciati indietro con un calcione si capisce che qualcosa nell’animo ancora da maturare dei nostri ragazzi si è già spezzato. I tessuti si sfaldano, la pressione in ruck diminuisce e gli avversari prendono respiro. L’assedio è rotto e i Leoni cominciano a rialzare la testa allargando sempre più il loro gioco. Nessuno dei nostri è in grado di suonare una carica che sproni la controffensiva. Gli avversari  si trovano sempre più in condizione di impostare una loro manovra e, con ottimo gioco alla mano, liberano per due volte la corsa delle loro ali che vanno in meta. Sembra andarsi concretizzare nella testa dei nostri ragazzi quello che già avevano pensato prima ancora che accadesse: oggi perdiamo. Ecco un guizzo di orgoglio dei nostri, ma sono Lions a chiudere il primo tempo con la terza meta con la quale si va a riposo sul 19 a 0.

A inizio secondo tempo l’ennesimo macigno sul morale già incrinato dei fiorentini: si infortuna il capitano Vannoni. Inspiegabilmente però il Firenze riaccende i motori ed è D’Alessandro ad andare in meta di sfondamento. Subito dopo Pallotti raddoppia in slalom di velocità. Infine, dopo neanche due minuti, è Formigli a trovare la meta. La rapidità della tripletta rende possibile sperare in una rimonta o almeno un riaccendersi della partita: il risultato a questo punto era di 31 a 17. Invece il rinvio degli avversari, che sarebbe finito direttamente fuori,  viene accompagnato da uno dei nostri che regala loro una touche dai 22 metri dalla quale nasce la sesta meta: pietra tombale della partita. Finisce dunque 38 a 17. È evidente che i nostri abbiano perso prima di tutto il confronto sul piano dell’atteggiamento: c’è da crescere ed imparare a far durare più a lungo quella grinta vista nei primi sette minuti di gioco e, solo a sprazzi incostanti, nel corso del match. Quando scopriranno che hanno tutto il necessario, ma che spetta solo a loro decidere di tirarlo fuori, ne vedremo davvero delle belle. D’altronde proprio a questo serve lo sport.

Testo di Giorgio D’Alessandro -  Foto di Sandro Sbolci

 

UNDER 14/2 - Valdinievole vs TOSCANA AEROPORTI FIRENZE RUGBY 1931

Uzzano PT, impianto sportivo Corsaro  - sabato 20 gennaio 2018 ore 16.00

Si gioca l’ultima partita del girone di andata per l’Under 14/2 sul campo Uzzano Val di Nievole, trasferta per niente facile per i ragazzi di Matteo Biancalani che schiera una   formazione al 90% 2005, mentre i padroni di casa sono in formazione tipo.

Il gioco è subito in mano alla squadra casalinga che schiaccia i nostri nei propri 22, siamo al 7° del primo tempo, ancora nella fase di studio e l’Uzzano ci sorprende schiacciandoci e portandoci a giocare sulla linea di meta riuscendo a schiacciare l’ovale trasformando 7-0. Il gioco riparte con il Firenze che prova a far girare la palla, ma s’imbatte sempre nella difesa avversaria che ci supera di peso, ma  non di tecnica, ciononostante al 14° del primo tempo subisce la seconda meta non trasformata: 12-0.

Il risultato non rispecchia i valori in campo, alla ripresa del gioco il Firenze tira fuori la grinta e con una serie di passaggi alla mano riesce a mandare in meta il veloce Ricciardi, che accelerando da metà campo brucia la difesa avversaria schiacciando in posizione favorevole per la trasformazione di Metti: 12-7.

La partita è bella da vedere con i biancorossi che lottano e provano ad entrare da ogni lato, ma si scontrano sui fisici padroni di casa che allo scadere del primo tempo approfittano di un errore per segnare e trasformare la loro terza meta. Andiamo al riposo con un punteggio di 19-7.

Al rientro entrano Bartoloni, Pesci e Fantini per Bandettini, Cosi e Fioravanti.

La seconda fase di gioco rende una partita vivace e piacevole, il Firenze riesce a conquistare i punti d’incontro, in difesa riusciamo ad arginare l’offensiva dell’Uzzano, gli schieramenti in attacco funzionano, l’ovale gira bene, al 10° del secondo tempo, a seguito di una bella palla conquistata in mischia, i centri riescono ad aprire alla mano e Ricciardi in accelerazione buca tutti schiacciando centrale per il piede di Metti che piazza la trasformazione: 19-14. Il Firenze sa che ce la può fare, al 10°del secondo tempo esce Denti per Frezzi ed entrano Pupeschi e Souffy, la partita è concitata, i fiorentini spingono e il Val di Nievole è costretto nei propri 22, ma complice probabilmente la stanchezza i fronti si ribaltano velocemente, il Firenze trovandosi scoperto in difesa gestisce male una palla nei propri 22 e subisce al 22° una meta non trasformata: 24-14. L’incantesimo è rotto mancano 3 minuti al fischio finale il Firenze molla completamente e gli avversari riescono a segnare un ulteriore meta. Finale 31-14.

Il risultato certo non rende merito ad una partita giocata con agonismo dai biancorossi, che lottando su ogni azione certamente avrebbero meritato di più, ma ogni sconfitta insegna; con questa gli allenatori dovranno lavorare per infondere ai ragazzi una sana carica agonistica.

Testo e Foto di Alessandro Metti

 

UNDER 12 - Raggruppamento TOSCANA AEROPORTI FIRENZE RUGBY 1931

Firenze, Ruffino Stadium Mario Lodigiani  - sabato 20 gennaio 2018 ore 15.30

Il 20 gennaio del 2018 al Ruffino Stadium Mario Lodigiani di Firenze si è svolto un concentramento fra i nostri ragazzi dell'Under 12, il Perugia, il Florentia Rugby, il Gispi Prato e il Siena.
Il torneo è stato molto equilibrato, le squadre in campo erano tutte di pari livello e hanno dato vita ad incontri tirati che si sono decisi, il più delle volte, sul filo di lana.
I nostri ragazzi, comandati come sempre dai nostri allenatori Magini e Taiuti, si sono fatti valere partendo un po' lenti e perdendo la prima gara contro il Perugia, unica delle compagini ad avere un qualcosa in più, ma portando a casa la vittoria con le altre squadre. É stata davvero una bella serata di sport, vissuta all'insegna dell'agonismo e del rispetto reciproco.
Dopo il terzo tempo i ragazzi si sono salutati augurandosi di ritrovarsi presto per altre serate come queste.

Testo Paolo Sampoli - Foto Bess Melendez

 

UNDER 6 -  Raggruppamento TOSCANA AEROPORTI FIRENZE RUGBY 1931

Firenze, Ruffino Stadium Mario Lodigiani  - domenica 21 gennaio 2018 ore 10.30

Domenica in una giornata, fortunatamente, quasi primaverile, i nostri piccoli atleti sono tornati numerosi in campo per giocare la prima partita del nuovo anno.

Stante l’ampia partecipazione sono state formate due squadre; quindi oltre alle due compagini del Firenze Rugby 1931, erano presenti in campo Vasari Arezzo, Valdisieve Rugby e A.C.V. Scandicci.

Il terreno di gioco a tratti sembrava una piscina e questo ha reso la giornata ancor più divertente per i piccoli rugbisti, che si sono buttati nel fango e nelle pozze per prendere la palla, fermare l’avversario e ….non solo.

I nostri nani sostenuti dal tifo dei loro GRANDI SOSTENITORI, genitori, nonni, parenti amici, hanno ben figurato in campo… sia i “veterani” che coloro che hanno giocato la loro prima partita…. a fine concentramento si è iniziata a far sentire la pesantezza delle gambe provocata anche dal difficile terreno di gioco….quindi sporchi, bagnati, infreddoliti ed esausti… di corsa  negli spogliatoi.

Dopo la doccia, tutti insieme al terzo tempo…e per questo un GRAZIE particolare al nostro chef ERVIN!!!

Come sempre BRAVI TUTTI!!!

Testo di Valentina Orlandi - Foto di Lara De Grazia