Categoria: TORNEO BORELLI

11° Torneo Borelli, tutto pronto al Padovani

Firenze – Si è appena chiuso il 17° Torneo Città di Firenze Trofeo Toscana Aeroporti, che ha visto l’Under 14 del Firenze Rugby 1931 riuscire a mantenere l’ambito trofeo a casa per il terzo anno consecutivo, ed è già tutto pronto al Ruffino Stadium Mario Lodigiani per dare inizio all’undicesima edizione del torneo dedicato alla memoria di Francesco Borelli, una grande festa di rugby giovanile che come sempre si concretizza grazie al generoso lavoro dei tanti volontari.

Il torneo è riservato alle categorie del minirugby e anche quest’anno verrà disputato su due giornate, in modo che tutti i minirugbisti possano giocare sullo splendido manto verde del Ruffino Stadium Mario Lodigiani. Il via scatterà quindi sabato 3 giugno con i piccoli dell’Under 10 e dell’Under 8, per proseguire domenica 4 con le Under 12 e 6.

Tante le societa partecipanti all’11° Torneo Francesco Borelli che si sfideranno per conquistare il Trofeo Toscana Aeroporti:
Academy RFC (Irlanda), Capitolina Roma, CUS Siena Rugby, Gispi Prato, I Puma Campi Bisenzio, Lions Amaranto Livorno, Livorno Rugby 1931, Nuova Rugby Roma, Rooster Galluzzo R., Rufus Rugby, Rugby Club Lucciana (Corsica), Rugby Etruschi Livorno, Scandicci Rugby, Vasari Rugby Arezzo, Valdarno Rugby e Valdisieve Rugby, oltre ai padroni di casa di Toscana Aeroporti Firenze Rugby 1931.

Ci siamo quasi! Non resta che invitare tutti a questo grande momento di festa.

Gianni Savia

Progetto Scuola Rugby Lycée Victor Hugo

Firenze, 4 settembre 2016 – È stato presentato giovedì scorso 1 settembre, durante l’assemblea delle famiglie presso il Lycée Victor Hugo, il progetto “Scuola rugby”.

Francesco Gramegna, responsabile del settore propaganda del Firenze Rugby 1931, dopo aver presentato Martina Meoli come responsabile tecnica del progetto, ha spiegato come si svilupperà e snoderà l’attività.

All’inizio dell’anno scolastico 2016/2017 saranno tenute delle sedute di conoscenza del rugby attraverso un’attività di sensibilizzazione in orario scolastico coinvolgendo tutte le classi della scuola con 3-4 interventi per classe. In questa fase i ragazzi e le ragazze sperimenteranno in modo progressivo alcune componenti fondamentali del nostro gioco, quali la consapevolezza corporea, il contatto con il terreno ed il contatto con l’altro.

Il fine è costituire una squadra Under 12 che svolgerà l’attività sportiva presso la scuola, composta dai ragazzi e dalle ragazze di tutte le classi che sulla base dell’esperienza vissuta decideranno di continuare l’attività rugbistica. La squadra competerà come ente scolastico affiliato o riconosciuto per partecipare con altri enti scolastici o società al campionato delle scuole che si terrà a maggio 2017 e al Torneo Borelli 2017.

L’istituto Lycee Victor Hugo, molto attento alla formazione sportiva dei suoi alunni, inizierà la sua attività con una festa del rugby che si terrà al Padovani mercoledì 14 settembre 2016 alle ore 10.30. Tutti i ragazzi e ragazze (circa 200) assisteranno all’allenamento della Serie A e al termine lo staff e i giocatori dei I Medicei seguiranno gli alunni giocando e divertendosi insieme tra touch, passaggi e calci

La scuola ha inserito inoltre il rugby come attività extra scolastica. Sarà Lorenzo Citi ad occuparsi di questo gruppo.

A tutti auguro buon Lavoro!!!

Francesco GRAMEGNA – FIRENZE RUGBY 1931 – Resp. Propaganda & Promozione
Cell.: (+39) 3388107755
E-mail: propaganda@firenzerugby1931.it

°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°
FIRENZE RUGBY 1931 | Comunicazione

Il Torneo Borelli dell’Under 10

Firenze, 13 giugno 2016 – Giornata importante quella di Domenica 5. L’appuntamento del Torneo Borelli, quello che chiude la stagione, è atteso da mesi ed è un appuntamento davvero importante: si gioca in casa contro squadre forti e preparate.

I ragazzi si presentano numerosi e pronti all’appuntamento. Vengono messe in campo due squadre: la Rossa e la Bianca, come a dire che gli Under 10 del Firenze rugby 1931 combattono numerosi, uniti e sarà difficile batterli.

I giochi cominciano, le due squadre affrontano le prime partite. Grinta e impegno da parte di tutti i giocatori fanno sì che il Firenze Rugby 1931 risulti fin da subito un avversario molto temibile e difficile da eliminare.

Le partite si susseguono, entrambe le squadre danno del filo da torcere agli avversari. Al termine della mattinata la squadra Rossa passa la qualificazione per le il girone finale.

Al termine della pausa per il terzo tempo le squadre vengono rimescolate, e gli atleti cominciano la prima delle due partite previste nel girone finale contro il Sesto Rugby, vinta per due mete a una, e a seguire contro Primavera Roma. Partita dura quest’ultima: le squadre in campo sono molto equilibrate ed entrambe determinate ad andare in finale, ma i nostri ragazzi con una meta di vantaggio riescono a sconfiggere gli avversari e accedono alla finale.

In campo grande unione, determinazione e spirito di squadra. Si arriva così all’ultima partita. In gioco ci sono il primo e il secondo posto, si gioca contro il Gispi di Prato. La partita comincia purtroppo male, i ragazzi subiscono subito una meta.  Non demordono, ce la mettono veramente tutta, hanno la determinazione giusta ma la squadra di Prato li mette in difficoltà e mette a segno una meta dopo l’altra. La squadra é rimasta concentrata e unita fino all’ultimo minuto di gioco, segnando pure una meta.

Un secondo posto quindi  meritato e di tutto rispetto, che dimostra ancora una volta che quei ragazzi in campo sono una squadra e non un semplice gruppetto di bambini. Questa è la vera vittoria.

Fuori dal campo il resto della squadra: accompagnatori, allenatori, terzo tempo e anche tutti gli spettatori che insieme, tutti, danno forza, sostegno e tengono unita la squadra. Grazie a tutti.

Simone Gottardo – Ph.: Bess Melendez

10° Torneo Francesco Borelli Trofeo Toscana Aeroporti: la carica dei 1000!

Grande successo per l’edizione del decennale

Firenze, 8 giugno 2016 –  Si è chiuso con un bel successo il 10° Torneo Francesco Borelli Trofeo Toscana Aeroporti, la due giorni dedicata dal Firenze Rugby 1931 al minirugby. L’edizione del decennale ha visto un aumento esponenziale nel numero delle squadre, ben 64, in rappresentanza di 25 società, di cui due francesi ed una nord irlandese; in totale, più di mille minirugbisti!

Sono stati due giorni intensissimi: di gare, ben dirette dai giocatori seniores, con l’eccezione della finale under 12, arbitrata dall’educatore dell’Academy RFC di Belfast, Mr Phil Ingram; di accoglienza, con decine di volontari che si sono dedicati al numeroso pubblico ed ai piccoli atleti; di amicizia, con gli ospiti stranieri portati a toccare con mano le meraviglie di Firenze nelle pause del Torneo; di condivisione, con la Cena di Francesco.

Gli oltre 1.000 tra bambine e bambini che si sono avvicendati sul magnifico prato del Ruffino Stadium Mario Lodigiani hanno onorato con la loro dedizione e la loro passione il ricordo di Francesco. Alla fine dei due giorni di gare il Trofeo Toscana Aeroporti, che premia la Società che ha ottenuto i migliori piazzamenti nelle 3 categorie competitive del Torneo Francesco Borelli (l’under 6 è non competitva), è andato alla Nuova Rugby Roma, che lo rimetterà in palio il prossimo anno.

Sono stati attribuiti anche quattro Premi speciali per comportamenti particolarmente meritevoli durante il torneo: per l’under 6 e l’under 8 sono state premiate le squadre più ordinate, il Sesto Rugby ed il GISPI Prato rispettivamente. Un Premio speciale è andato a Giulio Franzan, under 12, per il coraggio nell’affrontare l’infortunio di gioco durante il torneo ed uno all’unico progetto scolastico in gara nel torneo: il Lycée Victor Hugo.

E per far sì che tutto questo passasse con la leggerezza della festa, è occorso uno sforzo eccezionale da parte di tante persone ed associazioni che si sono dedicate alla riuscita dl torneo, ai quali vanno i più grossi ringraziamenti: dai volontari e le loro famiglie, al Comune di Firenze che, tramite l’Assessore allo Sport Andrea Vannucci che ha premiato i vincitori del torneo dei più giovani, non ha fatto mancare il suo sostegno, all’Associazione Nazionale Carabinieri in congedo con il loro Presidente, al Corpo Italiano di Soccorso dell’Ordine di Malta del Presidente Avv. Ludovico Pecoraro, alla Misericordia di Badia a Ripoli, il cui Presidente Paolo Borghini ha premiato i vincitori del torneo, agli sponsor che hanno fornito un aiuto prezioso: Toscana Aeroporti, Macron, e le aziende che hanno supportato l’iniziativa: Primizie Express, Latte Maremma, Sibe, Sammontana, So.Ge.Gross, Salumeria di Monte San Savino,“”Il Forno” di Bianchi, Capanni Firenze, Serigrafia Pamax, Grand Prix Firenze.

Eppure, se a qualcuno venisse in mente di chiedere ad uno qualsiasi di queste persone se domani lo rifarebbe, la risposta sarebbe una sola, unanime: sì!

Perché Francesco è per sempre!!!

Le classifiche del 10° Torneo Toscana Aeroporti Trofeo Toscana Aeroporti

UNDER 6

1° Civitavecchia R. Centumcellae

2° Livorno 193 Verde

3° UR Capitolina

UNDER 8

1° Nuova Rugby Roma

2° CUS Siena

3° Sesto Ruby

UNDER 10

1° GISPI Prato

2° Firenze Rugby 1931

3° Livorno 1931

UNDER 12

1° Livorno Rugby 1931 Verde

2° Primavera Roma

3° UR Capitolina

Potete trovare tutte le gare e le classifiche complete qui

Ph.: Bess Melendez

10° Torneo Francesco Borelli Trofeo Toscana Aeroporti: si parte!

Con i piccoli delle under 6 e 8 si gioca la prima giornata della festa del Firenze Rugby 1931

Firenze, 3 giugno 2016 – E’ tutto pronto al Ruffino Stadium Mario Lodigiani per dare inizio alla grande festa per Francesco. La settimana di grande lavoro dei tanti volontari permette di accogliere i più piccoli, under 6 e 8, che apriranno il torneo, che proseguirà anche domenica 5 con le gare riservate ad under 10 e 12.

Ricco il programma della giornata. Si inizia alle 10,00 con i primi match, che proseguiranno fino alle finali del pomeriggio, seguite da un’altra finale, quella del triangolare di Rugby Sevens disputato dalle under 14 di Toscana Aeroporti Firenze Rugby, del Lycée Victor Hugo e de I Puma Bisenzio, passando per l’importante momento del terzo tempo che rivitalizza i giovanissimi atleti.

La serata prosegue con la Cena di Francesco, in programma alle 20,30, a cura di Salvatore e dell’equipe dei seniores di Firenze Rugby 1931 e I Medicei RC, un momento ormai tradizionale per ritrovarsi e condividere i propri ricordi.

Queste le società impegnate sabato 4 giugno:

Amatori Prato, GS Bellaria Cappuccini Pontedera, Bucks Val di Pesa, UR Capitolina, Cecina Rugby, Civitavecchia R. Centumcellae, CUS Siena, Florentia Rugby, GISPI Prato, Lycée Victor Hugo, I Puma Bisenzio, Lions Amaranto, Rugby Livorno 1931, Nuova Rugby Roma, Rufus San Vincenzo, Sesto Rugby, Valdinievole Rugby, Vasari Arezzo, oltre ai padroni di casa di Toscana Aeroporti Firenze Rugby 1931.

A tutte e tutti il più caloroso dei benvenuti! E… Che la festa abbia inizio!

Under 6: i piccoli al ‘Peppe Brucato’

La trasferta di Roma sottolinea la crescita dei giovanissimi biancorossi

Firenze, 3 giugno 2016 – L’ultima trasferta della stagione porta i piccoli biancorossi al torneo “Peppe Brucato” che si svolge presso gli impianti del CONI della capitale. Roma regala ai piccoli dell’Under 6 un torneo impegnativo, lungo e sofferto, ma consente di esprimere un livello molto alto e una sempre maggiore consapevolezza dei mezzi tecnici e agonistici.

Nella prima fase le dodici squadre partecipanti sono divise in due gironi: con il Firenze Rugby 1931 ci sono Cus Roma, Primavera, Orvietana, Red & Blu; nell’altro Capitolina, Nea Ostia, Terni, Flaminia e altre due squadre del Primavera Rugby.

I piccoli biancorossi si posizionano al terzo posto, un ottimo risultato se si considerano il livello degli avversari e la mancanza di cambi, che invece nelle altre squadre abbondano.

I bambini, a fine stagione, tirano fuori quei concetti appresi durante gli allenamenti e regalano un livello di gioco a tratti davvero sorprendente. Ma ogni moneta, seppur di pregevole fattura, ha il suo rovescio e, dopo il pranzo col sole che batte prepotente, i bambini iniziano a patire la fatica, la levataccia e la mancanza di un cambio che consenta di riprendere un po’ il fiato.

Nella seconda fase un nuovo girone, formato dalle prime tre piazzate dei due gruppi, vede il Firenze 1931 solo in mezzo a 5 squadre romane.

Si finisce al sesto posto ma poco importa. Il risultato, seppur buono, rimane secondario rispetto a quello che i piccoli rugbisti hanno dimostrato e soprattutto all’allegria che si è respirata per tutta la giornata. Durante la pausa pranzo, sotto il gazebo che ci ha riparato dal sole e dalla pioggia, uno dei nostri si è prodigato ad intrattenere i bambini gonfiando e lavorando palloncini trasformandoli in un gioco non solo per i  biancorossi ma anche per le altre squadre che, incuriosite da questo inaspettato passatempo, hanno partecipato volentieri all’intramezzo ludico.

Un plauso all’ottimo educatore, Ettore Stellini, che li ha accompagnati e diretti con sicurezza e spensieratezza, e anche ai genitori che con tanta passione hanno supportato i bambini per tutto l’anno, fino a quest’ultima trasferta, impegnativa ma ben accetta, considerando quello che ogni volta queste giornate riescono a regalare dal punto di vista sportivo e umano.

E allora, aspettando il “Torneo Francesco Borelli”, forza Minions!

Toscana Aeroporti Firenze Rugby 1931 U6: Carlo Giulio, Ettore, Jonas, Pietro e Tommaso.

Educatore: Ettore Stellini

Gaia Farulli

Fervono i lavori per il 10° Torneo Francesco Borelli Trofeo Toscana Aeroporti

Firenze, 3 giugno 2016 – Nemmeno il tempo di archiviare il 16° Torneo Città di Firenze Trofeo Toscana Aeroporti, giocato la scorsa domenica e vinto dai padroni di casa dell’under 14 del Firenze Rugby 1931, che la spettacolare macchina organizzativa dei volontari è al lavoro a pieno regime per ultimare i preparativi della decima edizione del torneo dedicato alla memoria del nostro Franki, Francesco Borelli.

Questo torneo è riservato alle categorie del minirugby e anche quest’anno verrà disputato su due giornate, in modo che tutti i minirugbisti possano giocare sullo splendido manto verde del Ruffino Stadium Mario Lodigiani. Si inizia quindi sabato 4 giugno con i piccoli dell’under 6 e dell’under 8, per proseguire domenica 5 con le under 10 e 12.

Tantissime le squadre partecipanti al 10° Torneo Francesco Borelli Trofeo Toscana Aeroporti: 14 per l’under 6 e ben 18 rispettivamente per under 8, 10 e 12, per un totale di 68 compagini che si sfideranno per conquistare il Trofeo Toscana Aeroporti. Delle 18 squadre che si contenderanno il primo posto nel torneo riservato all’under 12, tre sono estere: una nord irlandese, l’Academy RFC di Belfast, e due francesi, il Louey Marquisat ed il Paris XV.

Saranno oltre 800 i mini giocatori, in rappresentanza di ben 23 società:

Academy RFC, Amatori Prato, GS Bellaria Cappuccini Pontedera, Bucks Val di Pesa, UR Capitolina, Cecina Rugby, Civitavecchia R. Centumcellae, CUS Siena, Florentia Rugby, GISPI Prato, Golfo Rugby Scarlino, RC Louey Marquisat, Lycée Victor Hugo, Primavera Roma, I Puma Bisenzio, Lions Amaranto, Rugby Livorno 1931, Nuova Rugby Roma, Rufus San Vincenzo, Sesto Rugby, Valdinievole Rugby, Vasari Arezzo, oltre ai padroni di casa di Toscana Aeroporti Firenze Rugby 1931.

Quest’anno, a complemento del torneo, ci saranno anche due eventi tramite i quali anche l’under 14 potrà onorare la memoria di Franki: un triangolare di rugby Sevens (prossima disciplina olimpica) tra Firenze Rugby 1931, Lycée Victor Hugo e I Puma Bisenzio, le cui finali si disputeranno appena concluso il torneo di più piccoli ed un match tra Firenze Rugby 1931 ed i pari età del RC Louey Marquisat.

E non manca la Cena di Francesco, sabato 4 alle 20,30 a cura di Salvatore e dell’equipe dei seniores di Firenze Rugby 1931 e I Medicei RC, un momento per ritrovarsi e condividere i propri ricordi.

Ci siamo quasi! Non resta che invitare tutti a questo grande momento di festa.

Sabato 4 giugno  torna “La Cena di Francesco”

Sabato 4 giugno p.v.  alle ore 20:30, all’ interno della 10° Edizione del Torneo Francesco Borelli,  si terrà  “La Cena di Francesco”.

 

Una serata per stare insieme e ricordare il nostro amico Franky, una cena semplice e divertente aperta a tutti  con del buon cibo, del buon vino e tanta buona compagnia.

 

Dalla vera cucina tipica toscana inizieremo alle 20:30 con:

Antipasto di Crostini Toscani in abbondanza.

Proseguiremo con un risotto allo zafferanno, pancetta, broccoli e una leggera spolverata di curry.

Per secondo ci aspetterà la vera Porchetta di Monte San Savino affettata con amore e servita con patate arrosto, fagioli e insalata.

Tutto accompagnato dall’ ottimo vino degli amici Ruffino, compreso nel prezzo.

Chiudiamo con i Leggendari Cantucci fatti da Francesco Cecionesi detto “Cecio” e con un bicchiere (o due) di vin santo.

Tutto quanto sotto la cura del nostro amico Salvatore e dei nostri ragazzi e ragazze.

 

Musica e intrattenimento dal vivo con i nostri ospiti segreti.

 

Prezzo per la serata € 20,00.

E’ possibile pagare in segreteria o direttamente la sera stessa.

Per partecipare è necessario prenotarsi

 QUI

Le prenotazioni chiuderanno il 2 giugno.

L’aria del Borelli

Firenze, 28 maggio 2015 – Sabato 23 e Domenica 24 Maggio si è svolto il 9° Torneo Francesco Borelli. “Il Borelli” per chi lo conosce e lo vive dall’interno.
Perché “il Borelli” bisogna viverlo dall’interno per capire che prima che un torneo è una festa.

Come nelle giostre medioevali, la disfida è il punto culminante di una festa più ampia: il torneo è la ragione che invita a fare festa.
Così è per il Borelli, che è un po’ Natale e un pò Carnevale, un rito di passaggio che sancisce definitivamente l’arrivo di un tempo nuovo.

Con il Natale il Borelli condivide la solennità e la capacità di creare un “tempo sospeso”. Durante il Borelli pare davvero che ognuno sia più buono.
Avete mai visto qualcuno litigare durante il Borelli? Forse si, ma non ditelo in giro.
Con il Carnevale il Borelli condivide invece la capacità di invertire il corso normale delle cose e mescolare i ruoli.
Al Borelli puoi incontrare direttori d’azienda cimentarsi con la ramazza e compite segretarie diventare direttrici inflessibili.
Si può persino vedere qualche pigro nullafacente correre senza sosta da un campo all’altro.
Ma soprattutto ti può capitare di vedere un bambino timido e gracile affrontare il campo con la grinta di un veterano o un robusto ragazzotto sovrappeso involarsi sulla fascia e volare leggiadro in meta.

Il prof. Garryowen Flanker dell’Università di Hooker ha affermato che:
“Il Borelli è un rito di rinnovamento che racchiude in sé il sacrificio ma anche il principio comico, l’espressione ridanciana, lo scherzo, il riso del popolo (come nell’opera di Rabelais).
L’impegno e lo svago si mescolano in una vera festa popolare che trasforma l’ordinario in straordinario”

Ad un certo punto la senti, l’atmosfera del Borelli che ti avvolge insieme ai fumi della grigliata, tutto ciò che hai attorno si “borellizza” e anche l’ultimo ghigno si trasforma in un placido sorriso.
A malapena ti accorgi che le squadre del Firenze 1931 giocano, si battono e per poco non vanno in finale.
Dura pochi minuti la delusione di scoprire che una meta di differenza ti fa perdere la coppa, poi torna l’aria del Borelli ed è di nuovo festa.

E allora che festa sia: buon Borelli tutto l’anno fino al prossimo Borelli.

Vittorio Iervese

Under 10: Rosignano… nonostante tutto, il rugby è bellissimo!

Firenze, 26 maggio 2015 – Le aspettative verso il Torneo della Colline Metallifere a Rosignano erano piuttosto alte e ambiziose, soprattutto agli occhi di noi genitori che avevamo visto impegnati i nostri bambini nei precedenti tornei di Recco e Reggio Emilia in cui avevano dato tanto, tutto, guadagnandosi un bel posto sul podio!
Stavolta siamo a pochi chilometri dal mare, in un campo soleggiato, ma con un bel vento che aiuta a sopportare il caldo cocente di questa giornata di maggio; i bambini sono divisi in due squadre: una sostenuta da Rios, l’altra da Citi.
Inizia il Torneo e già dalla prima partita appare chiaro che ai nostri guerrieri manca quell’energia e quella grinta che li caratterizza negli ultimi mesi, si percepisce da bordo campo una stanchezza cumulativa: forse sentono il caldo, forse qualcuno ancora subisce le conseguenze della levataccia, forse cominciano ad accusare il fardello di un anno fatto di tanti impegni e sacrifici.

Il tratto della anemica giornata raggiunge il suo apice quando entrambe le squadre incrociano le battagliere e rognose squadre degli Etruschi Livorno e del Bellaria Pontedera con le quali bisognerebbe invece dare il massimo. Gli incontri non hanno storia: i bambini entrano in campo con la testa altrove, molli sulle gambe, disuniti, spettrali nei placcaggi, sterili nel gioco. La scena plastica di una mischia davanti alla nostra linea di meta la dice lunga sull’approccio odierno: i nostri avversari, con un sovrastante carrettino, macinano metri su metri e si avvicinano pericolosamente alla segnatura e mentre in pochi dei nostri si oppongono all’orda avanzante il resto della squadra rimane lì a guardare quasi incuriosito da quello a cui stanno assistendo, come se quel groviglio di corpi non li riguardasse, come se il tempo si fosse fermato.
Non sono quindi i nostri bambini guerrieri di sempre il cui motto è entrare in campo, schierarsi, avanzare, placcare e sostenere! Stavolta qualcosa è mancato, ma nonostante tutto i risultati sono arrivati; le 2 squadre riescono a fare qualche meta, quante bastano per riuscire poi a contendersi il 3° e 4° posto: lo scontro fratricida viene disputato sotto un sole cocente, il vento è cessato ed il caldo è insopportabile, i bambini fanno fatica ma alla fine escono dal Torneo con un trofeo e medagliette al collo!

E’ vero, il loro morale non era alto e l’atmosfera piuttosto dimessa; a poco sono valse le parole di incoraggiamento e di incitamento dei loro allenatori ed accompagnatori, ma anche stavolta i nostri bambini ci hanno stupito perché hanno saputo aggrapparsi a quei compagni che invece ci hanno creduto fino in fondo e, soprattutto, questi compagni li hanno presi per mano ed hanno cercato di portare la loro squadra al di là di tutto, alla ricerca di un po’ di ottimismo e anche di un risultato…
Che infatti è arrivato nel rispetto del principio per cui una squadra di rugby è una macchina da guerra, composta dall’insieme dei corpi e dalle menti dei giocatori in cui tutto gira grazie al cuore grande ed alla forza d’animo di chi ne fa parte.
L’obiettivo comune per cui lottare tutti insieme è la meta, stavolta qualcuno ha battuto la fiacca, ma o vittoria o sconfitta queste 2 squadre erano comunque coese nel rispetto reciproco delle proprie sensazioni, paure ed imprese… Perché nonostante tutto, sempre e comunque il rugby è bellissimo!!

“Il rugby con la sua intima filosofia può essere apprezzato solo da chi lo pratica o lo ha praticato, solo un rugbysta può capire perché il suo fascino non l’abbandonerà mai, perché tutti i rugbysti di una squadra sono come fratelli, perché il ricordo di una dura partita, di un coro sfrontato e di risate sarà sempre ricordato con immenso piacere” (Francesco Borelli)

Aeroporto Firenze U10: Brando Becattini, Prashant Bottin, Enrico Brizzi, Lorenzo Fanfani, Roberto Fasti, Elia Fioravanti, Giulio Franzan, Bruno Giannardi, Pietro Maiorano, Francesco Bartoloni, Edoardo Metti, Mattia Muscas, Duccio Stiatti
Educatore: Alejandro Rios

Aeroporto Firenze U10: Alessandro Cosi, Dario Denti, Ludovico Formenti, Pietro Frezzi, Lapo Grevi, Giulio Miniati, Riccardo Morini, Ruben Pesci, Mattia Pinnelli, Alberto Pupeschi, Matteo Silei, Fahd Souffy, Guido Stanganini.
Educatore: Lorenzo Citi

Laura Masini – Foto: Bess Melendez